Frutta e Verdura di Stagione di Gennaio

Conosciamo più da vicino Frutta e Verdura di Stagione di Gennaio, scoprendone proprietà, benefici e usi in cucina!
Verdura Di Gennaio

Gennaio è il primo mese del tutto invernale e contrariamente a quello che si possa pensare, ha in realtà una varietà di frutta e verdura non indifferente, il cui consumo è ideale per affrontare il gelo di questo periodo dell’anno.

Complice il fatto che le festività natalizie e le loro abbuffate, siano appena passate, frutta e verdura di gennaio ci aiutano anche a depurarci dagli eccessi del mese di dicembre, regolando l’attività epatica e renale.

Dunque non perdiamo altro tempo e mettiamoci subito all’opera: vediamo più da vicino le caratteristiche della Frutta e Verdura di Stagione di Gennaio!

Frutta e Verdura di Stagione a Gennaio

A differenza dei mesi autunnali la frutta e verdura di gennaio si caratterizza per le proprietà depurative e dimenticato il tripudio di colori caldi degli stagione autunnale, per una palette dai colori più freddi.

Infatti la maggior parte della frutta e della verdura di stagione a gennaio hanno una colorazione sul verde oppure sui toni del bianco, sapori intensi e meno zuccherini e foglie larghe oppure nel caso della frutta, polpa molto soda.

Verdura di Gennaio

A gennaio troviamo molta verdura a foglia larga e ortaggi dalle proprietà depurative, alcuni dei quali trovati anche nel periodo autunnale, ma così resistenti da sopravvivere anche al clima più rigido.

Gli ortaggi del mese di gennaio necessitano di poca luce solare e sono per lo più riparati sotto il terreno da cui assorbono vitamine e minerali, importanti per la nostra dieta invernale.

Bietole

Bietola

Le bietole hanno un basso contenuto di sodio e di calorie, ma sono ricche di fibre e stimolano così il senso di sazietà. Con il loro apporto importante di vitamine, tra cui la C, e di sali minerali come il ferro e il potassio, svolgono anche un’importante azione antiossidante per via della concentrazione di carotenoidi presenti al loro interno.

Unendo a tutte queste proprietà anche una funzione depurativa e un’ottima digeribilità, le bietole sono sicuramente una verdura che non può mancare sulle vostre tavole di gennaio, gustandola in una saporita Zuppa o in Vellutata oppure come sfizioso Contorno da arricchire a piacimento.

Broccoli

Come Cucinare I Broccoli

I broccoli sono una fonte di nutrienti tra cui vitamina C e K, calcio, potassio, fosforo e fibre. Inoltre rispetto alle altre verdure, hanno anche un apporto proteico maggiore.

Poveri di calorie e zuccheri, i broccoli svolgono un’azione antianemica, protettiva contro l’invecchiamento cellulare, aiutano a regolare la pressione cardiaca e stimolano il fegato a depurare il sangue. Dunque un perfetto toccasana dopo le feste.

Dal sapore delicato e dolce, i modi per Cucinare i Broccoli sono davvero moltissimi e sono deliziosi siano come condimento per preparare una Pasta Cremosa, che come contorno al Forno, oppure provateli come ripieno per i Ravioli… non ne farete più a meno!

Broccolo Romanesco

Scarsamente zuccherino e poco energetico, il broccolo romanesco (o cavolo romanesco) è un ortaggio di caratteristiche simili ad un cavolfiore, ma con un sapore decisamente più delicato che lo fa apprezzare spesso anche dai bambini.

Le fibre di cui è ricco, aumentano lo stimolo meccanico del senso della sazietà, modulano l’assorbimento dei nutrienti (contrastando i pericolosi picchi glicemici) e aiutano la motilità intestinale.

In cucina il broccolo romanesco è usato esattamente come si potrebbe usare un cavolfiore, quindi una volta sbollentato qualche minuto in acqua bollente, può essere utilizzato come contorno in padella oppure al forno gratinato, o ancora per preparare una gustosa Pasta al Broccolo Romanesco.

Carciofi

I carciofi sono tra gli ortaggi amici del fegato, ovvero che ne stimolano le funzioni depurative agendo come veri e propri disintossicanti dell’organismo.

Il loro sapore leggermente amarognolo è dovuto principalmente alla cinarina una sostanza derivante dall’acido caffeico che permette di abbassare i livelli ematici di colesterolo cattivo, favorire la diuresi e la secrezione biliare.

Versatili e saporiti i carciofi, una volta Puliti con cura, si prestano a numerose preparazioni da soli oppure in accompagnamento ad altri ingredienti. Potrete usare i carciofi in ricette facili e veloci come i Carciofi alla Griglia o il Carpaccio, oppure sperimentare ricette più elaborate come i Carciofi Ripieni alla Salsiccia. Insomma per le Ricette con i Carciofi c’è solo l’imbarazzo della scelta!

Cardo

Il cardo è un ortaggio tipico del periodo invernale, particolarmente amarognolo e le sue coste risultano piuttosto dure, dunque in genere viene consumato da cotto.

In Piemonte se ne fa un largo consumo affiancandolo al Bollito Misto perché grazie al suo sapore pungente, è in grado di sgrassare anche i tagli di carne meno pregiati.

Dalle proprietà benefiche e depurative anche il cardo, come il carciofo, esercita un’azione importante sulla funzionalità epatica, permettendo di depurare l’organismo. Vanta inoltre un’azione antiossidante e contiene diversi acidi grassi tra cui gli omega 6.

In cucina spesso si usa lessarlo nel latte per eliminare in parte la nota amarognola, oppure nella varietà del cardo gobbo, più tenero, è possibile mangiarlo crudo in carpaccio.

Carote

Come Conservare Le Carote Stagionalita

Anticamente di colore Viola, la carota nel tempo è stata trasformata in diverse varianti, tra cui la più consumata è quella arancione. Con una composizione nutrizionale importante, le carote vantano un ricco apporto di fibre e di betacarotene (precursore della vitamina A) e una vasta gamma di vitamine e sali minerali.

Tra le sue proprietà troviamo un’azione digestiva e protettiva della mucosa gastrica, diuretica, antiossidante e stimolate per il fegato.

Dal punto di vista culinario il sapore dolciastro delle carote è molto apprezzato sia come base per un perfetto soffritto, sia per preparare delle ricette dedicate come la Vellutata oppure gli Hamburger di Carote o ancora per realizzare dei gustosi contorni come le Carote al Roquefort. Ideali anche per i dolci, le carote sono protagoniste indiscusse di Plumcake, Ciambelloni o della famosa Torta Camilla.

Cavolfiore

Il cavolfiore è uno degli ortaggi per eccellenza della stagione fredda, a basso impatto ambientale vista la sua resistenza e crescita anche a basse temperature e con poco dispendio di acqua. Inoltre ha un bassissimo apporto calorico, è costituito da moltissime fibre e vanta proprietà antinfiammatorie e disintossicanti, agendo su fegato e reni.

Il suo odore particolarmente forte in cottura non sempre lo rende molto amato, ma il suo sapore e la sua consistenza lo rendono perfetto per ogni tipo di preparazione.

Le Ricette con il Cavolfiore infatti sono davvero variegate dalle più semplici e leggere come le Bistecche di Cavolfiore al Forno o l’Hummus di Cavolfiori, a quelle più sfiziose e con qualche caloria in più come la Pizza di Cavolfiore, il Cavolfiore Gratinato ai Formaggi o il Pasticcio di Cavolfiore e Prosciutto.

Cavoli

Cavolo cappuccio, cavolo nero, cavolo rosso, cavolo verza e chi più ne ha più ne metta! Durante il mese di gennaio potrete trovare una grande varietà di cavoli tutti ricchi di sostanze nutritive e benefici.

Grazie al loro basso apporto calorico e all’alto potere saziante delle loro fibre, i cavoli sono perfetti per perdere qualche chilo superfluo dopo le feste, ma senza rinunciare al gusto. Inoltre aiutano la digestione e prevengono le malattie a carico del sistema cardio-circolatorio.

Vantano altresì una proprietà antiossidante importante che li rende degli antitumorali naturali, contrastando l’invecchiamento cellulare ad opera dei radicali liberi.

In cucina la grande varietà di cavoli di questo periodo permette di realizzare gustosissime ricette, anche molto leggere, come le Chip di Cavolo Nero, l’Insalata di Cavoli con Cipolla e Peperoncino, l’Insalata di Cavolo Nero o il Cavolo Rosso Caramellato. Se invece avete voglia di qualche ricetta più strutturata provate la Torta Salata con Cavolo, Radicchio e Carote o la Lasagna con Ragù di Carne e Cavolo.

Per quanto riguarda invece una varietà di cavolo tra le più apprezzate, la verza, vi consigliamo di dare un’occhiata alla nostra guida su Come Cucinarla e al nostro raccoglitore con le Migliori Ricette con la Verza.

Cavolini di Bruxelles

I cavolini di Bruxelles appartengono sia al VI che al VII gruppo di alimenti grazie all’alto contenuto di vitamina C e betacarotene.

Questa ricchezza vitaminica, unita a un elevato potere antiossidante, fanno rientrare i cavoletti di Bruxelles tra le verdure antitumorali utili nella prevenzione di numerosi tumori. Il resto del vegetale è poi rappresentato da una buona componente di fibre essenziale per aiutare la peristalsi intestinale.

Dal sapore forte e leggermente amarognolo, i cavolini di Bruxelles sono particolarmente usati in cucina come contorno da abbinare alle carni e preparandoli in Padella, al Forno oppure Gratinati.

Per smorzare il loro sapore intenso è possibile abbinarli a cibi più zuccherini come nella nostra ricetta dei Cavolini al Forno con Mele e Pancetta, oppure preparando dei gustosi primi piatti come il Risotto con Cavolini di Bruxelles o gli Spaghetti con Cavoletti e Guanciale.

Cicoria

Ricetta Fave E Cicoria

Tra tutte le Tipologie di Insalata troviamo anche le cicorie di diverse varietà. Essendo delle insalate tipicamente autunnali ed invernali, le cicorie sono molto resistenti e si caratterizzano per un sapore amarognolo che le accompagna sia da cotte che da crude, causata dalla ricchezza di polifenoli.

Sono proprio i polifenoli a rendere le cicorie dei toccasana invernali, donando loro proprietà antimicrobiche, epatoprotettive e antiossidanti. Inoltre stimolano il sistema immunitario e le loro fibre agiscono sul senso di sazietà.

In cucina le cicorie sono ottime sia consumate da crude come nell’Insalata di Puntarelle alla Romana, preparata con la catalogna (o cicoria asparago), che da cotte come nel famoso piatto pugliese Fave e Cicoria.

Se poi il retrogusto amarognolo di queste insalate vi risulta fastidioso, allora date un’occhiata alla nostra guida su Come Togliere l’Amaro dalle Verdure, troverete tanti consigli utili che vi serviranno a consumare più verdure di questo tipo giornalmente.

Cipolle

Le cipolle agiscono sul nostro organismo in maniera davvero positiva: contengono enzimi che stimolano la digestione, hanno un’azione diuretica ad opera dei flavonoidi, sono degli antibiotici naturali e vantano un’azione antidiabetica, grazie ad un ormone vegetale in esse contenuto, la glucochinina.

L’unico effetto poco piacevole del consumo di cipolle potrebbe essere l’alitosi, un inconveniente che può essere facilmente ovviato masticando semplicemente delle foglie di prezzemolo.

Base perfetta per ogni soffritto, le cipolle in cucina possono diventare vere e proprie protagoniste di una ricetta, grazie al loro sapore deciso e inconfondibile, come nella Torta Salata di Cipolle o nei golosissimi Anelli di Cipolla Fritti.

Se invece amate i sapori agrodolci allora vi consigliamo di preparare una delicata Composta di Cipolle di Tropea oppure delle Cipolle Stufate al Miele.

Infine se siete degli amanti delle prime portate date un’occhiata alle ricette della Zuppa di Cipolle o della Pasta alla Genovese: la scarpetta nel piatto è assicurata!

Finocchio

10 Cibi Che Aiutano A Ridurre La Pancia Gonfia Finocchi

Leggero, croccante e dal sapore dolce e pungente, il finocchio non può certo mancare nella vostra dieta disintossicante del mese di gennaio. Infatti questo ortaggio vanta numerose proprietà tra cui quelle digestive, antimicrobiche e antivirali, diuretiche e antinfiammatorie.

Inoltre i finocchi contengono un olio, chiamato anetolo, che sembra inibire la proliferazione delle cellule tumorali di alcune forme di cancro (seno) riducendo l’infiammazione dei tessuti.

In cucina i finocchi sono deliziosi sia crudi, da soli o per arricchire un’insalata come quella di Pere e Finocchi, che usati nella preparazione di diverse ricette davvero succulente come i Finocchi Gratinati, i Finocchi al Formaggio in Padella, oppure i Finocchi Fritti.

Se invece preferite tenervi più leggeri allora preparate una delicata Vellutata di Finocchi e per un abbinamento più insolito vi consigliamo di provare il nostro Pollo al Forno con Patate e Finocchi, vi stupirà!

Indivie

Indivia Belga

Le indivie sono altre insalate invernali, caratterizzate anch’esse da un retrogusto amarognolo come le cicorie. A bassissimo contenuto calorico (100 gr apportano circa 16 KCal) le indivie hanno un ottimo contenuto di sali, soprattutto magnesio, ferro e potassio.

Tra le loro proprietà vantano un effetto diuretico e depurativo, antiossidante e antinfiammatorio del tratto gastro-intestinale.

La scarola è un indivia con foglie larghe e ricce, ha un retrogusto amarognolo più leggero e il suo consumo maggiore avviene da cotto per preparare prelibatezze come la Torta con Scarola, Polpo e Olive o semplicemente cotta in Padella, ma a piacere può essere consumata anche in insalata condita con una cinegrette per contrastarne l’amaro.

Per quanto riguarda l’indivia belga, questa ha delle foglie biancastre con una costa centrale molto croccante e succosa. Perfetta per essere consumata da cruda, l’indivia belga è ottima anche da cotta sia in ricette semplici, magari Ripassata in Padella oppure in abbinamento ad altri ingredienti come negli Involtini di Arista con la Belga oppure negli Involtini di Indivia Belga Gratinati con lo Speck.

Porri

Porri Nella Cassetta Di Legno

Simili alla cipolla nel sapore e nell’utilizzo, i porri sono ortaggi invernali alleati della linea perché sono composti principalmente da acqua, ipocalorici e ricchi di fibre e sali minerali, tra cui ferro e magnesio.

Se particolarmente teneri possono essere consumati anche crudi, semplicemente aggiungendoli alle insalate oppure possono essere usati per preparare moltissime ricette, come sostituti più digeribili delle cipolle.

Infatti grazie al sapore più delicato e meno pungente rispetto alle cipolle, i porri possono essere largamente utilizzati in cucina per preparare deliziosi primi piatti come la Vellutata o il Risotto, antipasti o secondi piatti come la Frittata di Porri e Spinaci o la Torta Salata o ancora per dei contorni come i Porri Gratinati o i Porri al Formaggio.

Radicchio Rosso

Radicchio

Menzione speciale per il radicchio rosso, facente parte delle insalate invernali (le cicorie) ma che ci accompagna già dall’autunno. Il suo apporto calorico è bassissimo ed è ricco di polifenoli che agiscono come antiossidanti naturali, dunque utili per la prevenzione di molti tipi di tumore.

Inoltre il radicchio ha proprietà sedative e analgesiche e stimola la produzione di bile, tenendo efficiente e in salute il fegato.

Tra le varietà più famose e consumate troviamo il Radicchio di Treviso e il Radicchio di Chioggia, entrambe ottime sia da crude che da cotte.

Infatti grazie al sapore leggermente amarognolo il radicchio rosso è perfetto per accompagnare ingredienti dai sapori forti, bilanciandoli, ma è ottimo anche da solo semplicemente cotto in Forno, in Padella o grigliato.

Se invece avete voglia di ricette più corpose, vi consigliamo di dare un’occhiata a queste: Cannelloni Radicchio e Speck, Risotto Radicchio, Gorgonzola e Cipolle Caramellate, Involtini di Pollo al Radicchio e la Torta Salata Radicchio e Gorgonzola.

Come vedete con questa saporita insalata invernale potrete preparare un interno menù, dall’antipasto al contorno, dando subito un tocco più elegante ai piatti.

Rape

Dall’alto potere saziante e ricche di acqua e fibre, le rape di qualsiasi varietà sono particolarmente indicate durante un regime dietetico ipocalorico. Hanno una moderata quantità di sali minerali e contengono una discreta dose di vitamina C (circa 20 mg ogni 100 gr).

Tra le varietà di rape, sicuramente la rapa rossa (o barbabietola) è tra le più conosciute e apprezzate grazie al suo sapore delicato e al colore rosso intenso, che dona un brio in più ai piatti. Inoltre questa particolare varietà è un concentrato di folati, potassio e betaina, una sostanza che protegge la salute del sistema cardio-vascolare.

Ideale per preparare degli antipasti eleganti come i Crostini con Hummus di Barbabietola, la rapa rossa si presta benissimo a preparare numerosi primi piatti tra cui le Reginette alla Barbabietola e Noci, gli Gnocchi di Barbabietola o il Risotto alla Barbabietola con Fonduta di Taleggio.

Inoltre è anche molto sfiziosa per preparare una Torta Salata oppure per impreziosire con un tocco di colore una saporita Insalata con Spinaci, Noci e Feta.

Sedano

Il sedano è un ortaggio legato al periodo autunnale e invernale, quando assorbe dal terreno un concentrato di vitamine e sali minerali che lo rendono un perfetto integratore durante le stagioni fredde.

Inoltre contiene diversi polifenoli tra cui la luteolina, un antiossidante che aiuta a proteggere la salute del cervello. Tra le sue proprietà principali troviamo anche un’azione diuretica, depurativa e antinfiammatoria.

Ottimo consumato da crudo, all’interno delle insalate o in pinzimonio, in cucina il sapore pungente del sedano viene sfruttato, oltre che per preparare un perfetto Soffritto, anche per realizzare un gustoso Pesto di Sedano, oppure per ricavare il benefico Sale di Sedano, una preparazione facile e veloce che vi permetterà di sostituire il comune sale da cucina con un correttore di sapidità molto più salutare.

Sedano Rapa

Il sedano rapa ha caratteristiche simili alle rape, dunque è principalmente costituito di acqua, ma ha in comune con il sedano un sapore più pungente e una ricchezza di vitamine e sali minerali importanti che svolgono un azione remineralizzante e antiossidante. Inoltre il sedano rapa vanta proprietà diuretiche, digestive e toniche.

Il sedano rapa può essere consumato crudo, grattugiandone la polpa e condendola con una cinegrette, noci e scaglie di Parmigiano; oppure può essere cotto per preparare tante gustose ricette.

Infatti sono davvero moltissimi i modi per Cucinare il Sedano Rapa e la sua polpa soda viene utilizzata esattamente come si farebbe con delle patate, dunque potrete preparare uno sfizioso contorno di Sedano Rapa al Forno, in Padella o Gratinato; oppure utilizzarlo per preparare un Purè o una Crema Vellutata da servire come prima portata.

Spinaci

Foglie Di Spinaci Freschi

Gli spinaci sono composti principalmente da acqua, fibre, vitamine (come la A, la C e la K) e sali minerali tra cui magnesio, potassio, ferro e fosforo.

Anch’essi come la maggior parte delle verdure a foglia sono ricchi di composti fenolici, perciò sono antiossidanti e protettivi per l’organismo. Inoltre svolgono un’azione antimicrobica, antivirale e antifungina. Dunque gli spinaci sono dei perfetti antinfiammatori e antibiotici naturali da assumere con costanza soprattutto nel periodo invernale.

Inutile dire che l’utilizzo degli spinaci in cucina è davvero ampissimo e possono essere consumati sia crudi, se particolarmente teneri e freschi come gli spinaci baby, oppure lasciati semplicemente appassire in padella per poi impiegarli nelle ricette più disparate come quelle che abbiamo raccolto per voi nelle nostre Imperdibili Ricette con gli Spinaci.

Frutta di Gennaio

Gennaio, così come dicembre, è un mese che si caratterizza per un’abbondanza di agrumi, utili per fare il pieno di vitamina C. E per approfittare di tutte le proprietà benefiche degli agrumi è consigliabile consumarli in spicchi piuttosto che in spremute che ne eliminano completamente la polpa e le fibre.

A fianco agli agrumi troviamo anche frutta a polpa soda, ricca di fibre e con uno scarso apporto di zuccheri, ideale da consumare in questo periodo per l’alto potere saziante a fronte di un apporto glicemico più basso.

Arance

Come Pulire Casa Con Le Arance

Le arance sono un’ottima fonte di vitamina C, aiutano a rafforzare il nostro sistema immunitario e aiutano a prevenire le malattie a carico del sistema cardio-vascolare e grazie ai flavonoidi contenuti nei loro oli essenziali, aiutano a contrastare l’opera dannosa dei radicali liberi.

Gli usi delle arance in cucina sono moltissimi e variano dai dolci ai salati. Sfruttate il loro sapore dolce e agrumato per preparare un golosissimo Pollo all’Arancia in Padella o un elegante Petto d’Anatra, oppure utilizzatene la scorza e il succo per aromatizzare il Petto di Pollo con Salsa allo Yogurt.

Nei dolci le arance possono essere utilizzate per insaporire gli impasti dei dolci lievitati come la classica Torta all’Arancia oppure diventare un vero e proprio dessert come le Arance Candite al Cioccolato o la Panna Cotta all’Arancia.

Cedri

Il cedro è un agrume ricco di vitamina C e flavonoidi, ma contrariamente agli altri agrumi, le sue proprietà principali non risiedono principalmente nella polpa e nel succo ma nello strato spugnoso che li riveste e nella scorza bitorzoluta, che sono le parti più pregiate del frutto e ricche di oli essenziali.

Il consumo di cedri apporta numerosi benefici all’organismo perché oltre ad un pieno di vitamina C e flavonoidi, ha proprietà digestive e carminative e aiuta ad alleggerire i disturbi renali come cistite e disuria.

Deliziosi da mangiare al naturale o con l’aggiunta di un pizzico di sale o zucchero, i cedri possono essere utilizzati anche per la preparazione di golosi canditi che possono andare ad arricchire le ricette della nostra tradizione come la Pastiera Napoletana, il Panforte o le Sfogliatelle Ricce Napoletane.

Clementine e Mandarini

Le clementine e i mandarini sono degli agrumi di piccole dimensioni ricchi di soprattutto di vitamina C e antiossidanti.

Simili nell’aspetto, i mandarini e le clementine si differenziano soprattutto nel sapore: i primi hanno un aroma più intenso e aspro, mentre quello delle clementine risulta più dolce e simile alle arance.

A differenziarli c’è inoltre la presenza di semi nei mandarini, del tutto assenti invece nelle clementine. In ultimo l’apporto zuccherino: infatti i mandarini, pur essendo più aspri rispetto alle clementine, apportano in realtà una maggiore quantità di zuccheri, dunque vanno consumati con moderazione.

In cucina possono essere usati entrambi per preparare deliziosi sorbetti digestivi, per preparare degli sfiziosi dolcetti facili e veloci come i Mandarini Ricoperti di Cioccolato, oppure per arricchire dei dolci lievitati come la nostra profumata Torta di Mandorle e Mandarini.

Kiwi

10 Cibi Che Aiutano A Ridurre La Pancia Gonfia Kiwi

I kiwi si rivelano degli alleati importanti nella nostra dieta, apportando numerosi benefici. La loro ricchezza di vitamina C aiuta a rinforzare il sistema immunitario, inoltre il consumo abituale del kiwi permette di tenere sotto controllo il colesterolo cattivo, prevenendo l’insorgenza di malattie cardio-vascolari. Infine i kiwi hanno pochissime calorie e sono ricchi di fibre che aiutano a regolare il transito intestinale.

Dal sapore fresco e dolce, il kiwi è perfetto per essere utilizzato anche nei dolci in abbinamento ad altra frutta fresca come nella Crostata con Frutta oppure da solo per preparare un’ottima Crostata al Kiwi o un delizioso dolce al cucchiaio come la Panna Cotta al Kiwi.

E se proprio volete gustarne il sapore tutto l’anno, allora preparate la Marmellata di Kiwi, gradevolmente dolce e leggermente acidula, sarà perfetta per arricchire le vostre colazioni invernali.

Limoni

I limoni sono un piccolo concentrato di proprietà e benefici. Poverissimi di calorie e con un basso indice glicemico, i limoni hanno un’alta concentrazione di vitamina C e di antiossidanti, favoriscono la digestione, depurano l’organismo, sono antibatterici e aiutano a diminuire i livelli di colesterolo cattivo e acido urico presenti nel sangue.

Dunque non possono proprio mancare sulle tavole di gennaio, per contrastare gli effetti delle abbuffate natalizie!

In cucina i limoni hanno un utilizzo variegato che li vede protagonisti di ricette dolci e salate. Spesso il loro sapore acidulo e agrumato viene associato alle carni bianche per un mix di gusto leggero e fresco preparando piatti come i Petti di Pollo al Limone al Forno, oppure abbinandoli al pesce per preparare deliziose ricette come la Trota Salmonata al Limone e Gin o primi piatti come i Tagliolini al Limone e Gamberi.

Se invece siete tentati dal dessert, allora vi consigliamo di dare un’occhiata alla nostra raccolta con le nostre Imperdibili Ricette per Golosi Dolci al Limone: vi verrà l’acquolina in bocca!

Mele

È proprio vero il detto “una mela al giorno toglie il medico di torno” perché in effetti questi frutti dolci e croccanti, risultano essere proprio un mix perfetto di sostanze essenziali per il buon funzionamento dell’organismo.

Le mele infatti controllano la glicemia e prevengono l’insorgenza del diabete di tipo II, riducono il colesterolo, sono ricche di antiossidanti dunque ideali per la lotta contro gli effetti dei radicali liberi e favoriscono anche la perdita di peso grazie al loro alto potere saziante e al basso apporto di calorie. Sono dunque indispensabili da consumare con regolarità durante tutto l’autunno e l’inverno.

In cucina le mele sono da sempre regine dei dolci invernali regalando sapore e consistenza a torte lievitate come la celebre Torta di Mele in tutte le sue varianti o mini dessert dal cuore fruttato come i Fagottini alle Mele. Per qualche ricetta sfiziosa consultate la nostra raccolta con i Migliori Dolci con le Mele: siamo certi che vi faremo venire l’acquolina in bocca!

Ma se siete anche dei grandi amanti dei sapori agrodolci, non potrete rinunciare ad usare le mele anche in associazione a carni o pesce, creando piatti dai sapori interessanti ed equilibrati come lo Strudel Salato di Mele Verdi e Salmone o l’Arrosto alle Mele, succulenti secondi piatti che vi faranno di certo guadagnare l’applauso dei commensali.

Pere

Le pere sono frutti dall’alto potere energizzante dovuto alla presenza di zuccheri e alla presenza di vitamine del gruppo B, che favoriscono il recupero delle energie.

Grazie alla buona dose di fibre contenute nella loro polpa (e nella loro buccia!) le pere favoriscono il benessere intestinale, inoltre sono ricche di vitamina A, che aiuta a prevenire e contrastare l’invecchiamento cellulare della pelle e a proteggere la salute degli occhi.

La polpa dolce e consistente delle pere ha svariati utilizzi in cucina e oltre alla realizzazione di golosi dolci come la Crostata alle Pere con Crema o alla classica Torta Pere e Cioccolato, questo frutto viene spesso usato in associazione a formaggi dal sapore intenso perché in grado di smorzarne i toni, preparando sfiziosi antipasti come le Pere con Mousse di Caprino o le Pere al Gorgonzola e Prosciutto Crudo, dei veri e propri peccati di gola in grado di conquistare anche i palati più esigenti.

Pompelmi

Tra tutti gli agrumi il pompelmo è quello con il minor apporto di zuccheri e calorie. Il suo sapore amarognolo denota la ricchezza di flavonoidi con la loro eccezionale azione antiossidante e sono inoltre un concentrato di vitamine e sali minerali importanti, tra cui potassio, calcio e fosforo.

Tra le sue proprietà terapeutiche troviamo una riduzione del senso dell’appetito, agisce come antiacido durante la digestione ed è un ottimo rimedio contro la stanchezza (grazie alla buona concentrazione di potassio). Inoltre aiuta a tenere sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue, dunque è uno dei frutti consigliati nella dieta per il diabete mellito di tipo II.

I pompelmi possono essere consumati in spremuta da soli, magari dolcificando la bevanda con dello sciroppo d’agave, oppure in associazione ad altri frutti per creare un delizioso Succo di Frutta Tropicale.

Con la scorza invece si possono aromatizzare gli impasti dei dolci lievitati oppure utilizzarla per fare lo Zucchero Aromatizzato, ideale poi per dolcificare tè e tisane. Inoltre con il pompelmo rosa è possibile preparare dolci deliziosi come la nostra irresistibile Crostata Meringata al Pompelmo Rosa.

Aromi di Gennaio

Diamo un’occhiata anche agli aromi che possono essere colti in questo mese, per profumare zuppe e minestre.

Per quanto le piante aromatiche abbiano un ciclo annuo che le vede sempre verdi, ci sono determinati periodi (di fioritura) in cui è sconsigliabile la raccolta e altri periodi in cui sono maggiormente aromatiche e profumate.

Vediamo insieme quali aromi raccogliere e usare a gennaio.

Prezzemolo

Altro valido alleato della dieta invernale è il prezzemolo, una pianta aromatica dal sapore delicato e fresco, utilizzata principalmente per arricchire i piatti appena prima di servirli.

Ricchissimo di vitamina A, C e K il prezzemolo aiuta a depurare l’organismo, a tenere sotto controllo la glicemia e a regolare la pressione arteriosa. Inoltre è un ottimo diuretico e vanta un’importante proprietà antiossidante.

Gli usi in cucina sono i più svariati, può essere aggiunto alle Insalate di Pasta o di Riso per rinfrescarne il sapore, oppure come condimento nell’Insalata di Patate, o ancora utilizzarne un bel mazzetto per preparare una gustosa Salsa Verde da accompagnamento alle carni.

Rosmarino

Il rosmarino è una pianta aromatica con un olio essenziale molto forte e ricco di eucaliptolo che lo rende balsamico e antimicrobico. Svolge inoltre una potente azione antiossidante preservando l’organismo dai danni dei radicali liberi ed è un alleato per il trattamento dei disturbi causati dai reumatismi o dai problemi del microcircolo.

Aromatico e saporito il rosmarino in cucina è perfetto per insaporire un Arrosto con le Patate oppure per donare carattere a un cremoso risotto come nel caso del Risotto al Limone e Rosmarino o del Risotto al Miele, Salvia e Rosmarino.

Inoltre i suoi oli aromatici sono perfetti per creare dei condimenti saporiti come il Burro al Rosmarino, ideale da spalmare sul pane o da usare come base per insaporire carne o pesce alla griglia.

Salvia

La salvia è una pianta aromatica molto apprezzata anche dai bambini, grazie al sapore tenue e dalle leggere note amarognole.

Le sue foglie sono un vero concentrato di flavonoidi dall’azione antiossidante e dalle interessanti proprietà terapeutiche per il trattamento dei disturbi gastro-intestinali o per le sintomatologie dolorose. Inoltre risulta essere un eccellente antibatterico, antifungino, astringente e antisudorifero.

Nella cucina italiana la salvia può essere trovata in qualsiasi portata, dall’antipasto al contorno, sia in accompagnamento ad altri ingredienti esaltandone il sapore come negli Involtini di Maiale con Speck, Salvia e Birra o nel Risotto Zucca e Salvia, sia come vera e propria protagonista di un piatto come nel caso della Salvia Fritta o ancora per creare dei gustosi condimenti come il Burro alla Salvia.

Tutto ciò che accade tra i fornelli è pura magia! Sono un'instancabile sperimentatrice, alla ricerca di nuovi modi per interpretare la cucina nostrana e non solo. Tra ricette della tradizione e innovative fusion di sapori, percorriamo insieme un viaggio in grado di stuzzicare i palati e non solo...