Bollito Misto, la Ricetta Originale della Tradizione

Il Bollito Misto, conosciuto anche come Bollito Misto alla Piemontese, è un secondo piatto dal sapore casereccio e dal gusto unico. Scopriamo insieme come farlo

Ricetta Bollito Misto
Difficoltà Facile
Preparazione 15 minuti
Cottura 210 minuti
Dosi Per 8 persone
Costo Nella media

Il Bollito Misto, chiamato anche Bollito Misto alla Piemontese, è un secondo piatto a base di carne davvero ricco e sostanzioso: rappresenta una variante assolutamente valida ed interessante del più comune e conosciuto Bollito ed è perfetto da servire per cena durante una fredda serata invernale in compagnia della vostra famiglia.

Sebbene esistano svariate interpretazioni di questo piatto unico la ricetta che vi proporremo oggi è quella che più si avvicina all’originale: gallina, cotechino, lingua di vitello, biancostato e cappello del prete sono i tagli delle carni che vi serviranno per portare in tavola un piatto saporito, dal gusto unico e antico.

Vi consigliamo di accompagnare il Bollito Misto con delle salse come la Maionese o la Salsa Verde, delle verdure lessate, degli Spinaci oppure del Purè. Qualsiasi contorno o salsa d’accompagnamento scegliate il risultato finale vi assicurerà un successone fra tutti i vostri ospiti: eccovi ora la ricetta per realizzare un perfetto Bollito Misto nella vostra cucina!

– Ingredienti per 8 persone

– Come Fare il Bollito Misto, la Ricetta Originale della Tradizione?

  1. Per realizzare il Bollito Misto iniziate riempiendo una pentola piuttosto grande con cinque litri di acqua salata, proseguite quindi con il pulire e pelare la cipolla e le carote, quindi lavate e spuntate il sedano e aggiungete anche le verdure all'interno del tegame.    
  2. Portate a bollore il tutto e, una volta giunti a questo punto, aggiungete il cappello del prete legato con dello spago da cucina portando al minimo la fiamma in maniera tale da cuocere perfettamente tutte le carni.
  3. Trascorsa mezz'ora aggiungete anche la lingua privata da eventuali residui presenti sulla superficie e lavata, la gallina e il biancostato cuocendo per altre due ore circa sempre a fiamma bassa: ricordatevi di infilzare di tanto in tanto le carni per controllarne la consistenza.
  4. Mentre attendete la cottura delle carni immerse nell'acqua insaporita con le verdure dedicatevi al cotechino: dopo averlo punzecchiato con uno stuzzicadenti, avvolgetelo in un canovaccio e fatelo bollire a fiamma moderata all'interno di una pentola colma d'acqua per circa due ore. Una volta pronto fatelo riposare nella propria acqua di cottura per dieci minuti e scolatelo accuratamente.
  5. Private dal brodo tutti i pezzi di carne scolandoli e riunendoli su un tagliere: eliminate lo strato più esterno e gommoso della lingua tagliandola quindi a fette, riducete in polpa la gallina e ottenete dal cotechino delle fette spesse qualche centimetro l'una.
  6. Impiattate il tutto su un grande piatto da portata accompagnato con delle salse oppure da del purè e servite finalmente il vostro Bollito Misto ancora ben caldo in maniera tale da poterne gustare a pieno il sapore.

– Consigli

Accompagnate il Bollito Misto con della Salsa Verde, della Maionese, dello squisito Purè di Patate, della Salsa all'Aglio oppure con delle verdure miste bollite per rendere ancora più gustoso e invitante questo piatto.

– Come Conservare il Bollito Misto, la Ricetta Originale della Tradizione

Potete conservare il Bollito Misto all'interno di un contenitore di plastica con chiusura ermetica riposto all'interno del vostro frigorifero per un massimo di un paio di giorni lasciando un filo di brodo (a parte che per il cotechino) a immergere le carni.

Lascia un commento