Zenzero: Proprietà, Benefici e Come Usarlo

Ecco come mangiare lo zenzero e come utilizzare lo zenzero nelle ricette: che si tratti di zenzero fresco, zenzero in polvere e zenzero candito oggi scopriremo insieme i suoi numerosi impieghi in cucina. In questa guida vi forniremo tutte le informazioni su questa radice dalle molteplici proprietà e il modo migliore per pulirla, tagliarla e conservarla.

Zenzero E Polvere Di Zenzero

Lo zenzero è una radice che negli ultimi dieci anni ha spopolato nelle cucine italiane. Legata a ricette della cucina asiatica, grazie ai suoi numerosi benefici, il suo utilizzo è stato reinventato in numerose ricette italiane, facendone apprezzare il sapore fresco e pungente.

Spezia comunemente versatile, lo zenzero si sposa bene in numerose preparazioni sia dolci che salate, esaltando il sapore degli ingredienti, ma se disidratato o candito è ottimo anche consumato come snack.

Che cos’è lo Zenzero?

Radici Zenzero Terra Raccolto

Lo zenzero, il cui nome scientifico è Zingiber Officinale, è una pianta erbacea che proviene dall’Estremo Oriente.

La particolarità sono i fusti sotterranei bitorzoluti, detti rizomi, di forma irregolare, molto ramificati e dalla buccia coriacea che può essere bianca, gialla o rossa.

La buccia ha delle piccole chiazze brune, mentre la sua polpa è fibrosa e molto succosa.

Che Sapore ha lo Zenzero?

L’originalità dello zenzero sta proprio nel suo sapore, caratterizzato da un inteso gusto piccante e pepato aromatizzato da note di limone e legno.

La piccantezza dello zenzero dipenderà molto dalla zona di coltivazione e dalla sua maturazione. In genere le radici più giovani e tenere sono meno piccanti, mentre in quelle più vecchie e coriacee, la piccantezza prevale maggiormente.

Proprietà Nutrizionali dello Zenzero

Ricco di vitamine come la A, la B6 e la C, lo zenzero ha anche un ottimo apporto di sali minerali importanti tra cui il potassio, il magnesio, il calcio e il ferro.

Questa radice ha un bassissimo apporto calorico viste le sue 80 Kcal ogni 100 gr di prodotto pulito.

Inoltre contenendo composti fenolici come i gingeroli, gli shogaoli e lo zingerone, vanta un’importante azione antiossidante che previene l’invecchiamento cellulare ad opera dei radicali liberi.

Benefici dello Zenzero

Come accennato i benefici dello zenzero sono molteplici e all’occasione possono aiutarci a superare fastidi e anche malanni stagionali. Vediamoli nel dettaglio:

  • Effetto antinfiammatorio nel caso di traumi muscolari o di irritazione delle mucose respiratorie grazie ai composti fenolici.
  • Effetto antinausea (compresa quella gravidica) se consumata in piccole dosi grazie al sapore pungente e di limone.
  • Effetto termoregolatore, agisce sulla circolazione aiutando a distendere i muscoli e accelerando il metabolismo.
  • Effetto digestivo, come per l’effetto antinausea masticare piccoli pezzi di zenzero fresco in caso di indigestione, può aiutare a sentirsi meglio.
  • Aiuta a ridurre la glicemia perché incrementa l’assorbimento di glucosio a livello cellulare, indipendentemente dall’azione dell’insulina.
  • Effetto antidolorifico naturale, aiuta a rilassare la muscolatura liscia del tratto gastro-intestinale, prevenendone anche le contrazioni.
  • Aiuta a rinforzare il sistema immunitario e aiuta a combattere i malanni stagionali, favorendo lo scioglimento del muco e alleviando le irritazioni della gola.
  • Effetto dissetante e rinfrescante, grazie ai molti sali minerali e vitamine contenuti nella sua polpa, lo zenzero è in grado di reintegrare le eventuali carenze di questi, dovuti ad una importante sudorazione (per esempio durante attività sportive o nella stagione calda).
Benefici Zenzero

Lo Zenzero Control il Mal di Gola

Con i malanni stagionali il mal di gola è proprio uno dei primi sintomi e spesso si ricorre a pastiglie e caramelle balsamiche acquistate. Ma grazie all’azione termoregolatrice e antinfiammatoria dello zenzero è possibile realizzare delle caramelle casalinghe in grado di alleviare i disturbi dovuti al mal di gola e alla tosse secca. Procuratevi miele, zenzero e chiodi di garofano e seguite la nostra ricetta per preparare le Caramelle per il Mal di Gola Fatte in Casa.

Tisana Miele Zenzero Limone

Controindicazioni dello Zenzero

Le controindicazioni dello zenzero non sono molto e sono legate principalmente alla quantità consumata.

  • Irritazioni della mucosa gastro-intestinale, dovuta alla sua piccantezza.
  • Dolore addominale e aerofagia, soprattutto con un abbondante consumo di zenzero in polvere.
  • Stimola il rilascio di bile, quindi è del tutto sconsigliato il consumo per tutte le persone che soffrono di calcoli biliari.
  • Può incrementare l’effetto di farmaci come gli anticoagulanti, gli antiaggreganti piastrinici e gli antinfiammatori.

Come Scegliere lo Zenzero

Per scegliere lo zenzero affidatevi ai vostri sensi: le radici più fresche e buone non presentano scalfiture nella buccia o porzioni di polpa esposta che si sia seccata; la polpa deve essere soda e la buccia non deve essere raggrinzita; inoltre valutate attentamente che non ci siano segni di muffa nelle zone più bitorzolute.

Come Pulire lo Zenzero?

Per sbucciare lo zenzero ci sono due tecniche:

  • La prima prevede di utilizzare un pelapatate per togliere la maggior parte della buccia e un coltello affilato per raggiungere le zone più bitorzolute.
  • Per la seconda tecnica tagliate il pezzo di radice di zenzero che vi serve per la vostra ricetta e procedete grattando via la buccia usando il bordo di un cucchiaio da minestra.

Con il primo metodo ci sarà un maggior spreco di polpa che rimarrà attaccata alla buccia e che volendo potreste riutilizzare preparando tisane o decotti. Il secondo metodo invece sminuzza la buccia rendendola inutilizzabile, ma evita di sprecare la polpa dello zenzero.

Come si Taglia lo Zenzero?

Vi consigliamo di tagliare la radice di zenzero appena prima dell’uso per mantenerne integro l’aroma. A seconda dell’utilizzo che ne andrete a fare potete tagliare lo zenzero a rondelle sottili con una mandolina, a fettine, a bastoncini oppure sminuzzarlo. Nell’ultimo caso vi consigliamo di non usare utensili metallici per sminuzzare lo zenzero, ma di prediligere pestelli in ceramica o legno per conservarne al meglio le note aromatiche.

Come si Mangia lo Zenzero

Appurato cos’è lo zenzero e come prepararlo per usarlo in cucina, ora ci dedicheremo a tutti i suoi impieghi culinari e alle ricette che lo vedono protagonista.

Zenzero Fresco

Tisana Zenzero

Lo zenzero fresco, sbucciato e tagliato a tocchetti, è ideale da usare nella preparazione di tisane, decotti o brodi. Per quanto riguarda le tisane e i decotti è possibile usare lo zenzero da solo o in abbinamento ad altri ingredienti.

Una tisana molto conosciuta, soprattutto per le sue proprietà lenitive nei confronti del mal di gola, è quella a base di tè bancha, radice di zenzero e stecca di cannella. Vi basterà portare a ebollizione l’acqua con gli ingredienti in infusione, poi spegnete il fuoco e lasciate riposare il tutto per una decina di minuti prima di filtrare e bere. Se lo gradite potete dolcificare con mezzo cucchiaino di miele.

Noi personalmente abbiamo una ricetta preferita per la Tisana allo Zenzero che è assolutamente immancabile nelle giornate autunnali e invernali: con zenzero, limone e miele è un vero toccasana per i mal di gola e ottima come digestivo!

Zenzero Fresco Grattugiato

Lo zenzero fresco grattugiato può essere usato in svariate ricette, dai primi piatti fino alle seconde portate. Ottimo è l’abbinamento con la panna che ne smorza la piccantezza per condire un piatto di spaghetti, oppure per un piatto dal sapore orientale cuocete del Riso Pilaf con curcuma e zenzero.

Un altro connubio interessante è quello con la zucca per preparare una ricca Vellutata autunnale.

Inoltre visto che la radice di zenzero è molto coriacea e si presta bene alle lunghe cotture provate ad aggiungerlo allo Spezzatino di Manzo con Cipolle e Cannella, un’alternativa dal sapore più fresco.

Lo zenzero fresco grattugiato può essere usato anche per preparare una fresca salsa per condire insalate oppure da usare al posto della maionese. Per realizzarla vi basterà grattugiare finemente circa 1 cm di radice di zenzero, aggiungere un cucchiaio di succo di limone e due cucchiai di salsa di soia, in ultimo aggiungete della panna vegetale o della maionese vegana ed eventualmente aggiustate di sale e pepe a piacere.

Zenzero in Agrodolce

Zenzero Agrodolce

Una preparazione semplice che più volte vi sarete trovati ad assaporare in qualche sushi bar: è lo Zenzero in Agrodolce. Nella cucina asiatica solitamente viene messo a lato del piatto e serve a ripulirsi la bocca tra una portata e l’altra grazie al suo sapore fresco e alla presenza di aceto.

Lo zenzero in agrodolce è di facile realizzazione, vi basterà tagliare sottilmente (meglio se con una mandolina) le radici e farle sbollentare in acqua bollente. Scolate le fettine di zenzero e disponetele nei barattoli. In una pentola portate a ebollizione acqua, zucchero e aceto e riempite i vasetti con la soluzione bollente avendo cura di ricoprire tutto lo zenzero.

Lo zenzero in agrodolce potrà essere consumato già due o tre giorni dopo la preparazione, ma più lo lascerete riposare più ne aumenterà la dolcezza.

Zenzero Candito

Un modo sfizioso e sano per gustare uno snack anche fuori casa: lo zenzero candito. Ma fate attenzione a quello già imbustato, venduto in negozio, potrebbe contenere molti zuccheri aggiunti non necessari alla sua preparazione e che lo rendono sicuramente meno sano e più calorico.

La cosa più interessante è che potete anche preparare lo Zenzero Candito Fatto in Casa.

Zenzero in Cucina

Zenzero Fettine Tavolo

Come usare lo Zenzero con Pesce e Molluschi

Abbinare lo zenzero al lime può dare la marcia in più ai condimenti per il pesce, donando subito un sapore più estivo ad ogni piatto. Potrebbe essere un ottima alternativa al classico condimento per il Carpaccio di Tonno, oppure un intingolo da servire in accompagnamento a una Grigliata Mista di Pesce e Crostacei. Lo zenzero si presta bene anche per Marinare il Pesce prima della cottura.

Come usare lo Zenzero con la Carne Bianca

Il gusto più delicato della carne bianca viene ben esaltato dalla nota piccante e agrumata dello zenzero, infatti questo connubio viene largamente utilizzato nella tradizione culinaria del Sud-Est Asiatico, culla di questa radice.

Per una cena sfiziosa provate a cucinare il Pollo Fritto allo Zenzero, vi basterà unire la radice alla marinatura del pollo per aromatizzarlo, poi la frittura lo renderà irresistibile.

Anche il Pollo Thai ormai è diventato un piatto amatissimo in occidente. Perfetto da gustare per una cena a tema orientale, o anche come piatto unico se servito su un letto di Riso Pilaf.

Come usare lo Zenzero con la Carne Rossa e la Selvaggina

Abbinato a carne rossa o addirittura alla selvaggina, lo zenzero ha il potere di sgrassarne il sapore, rendendolo più fresco. Potete usarlo direttamente in cottura, oppure realizzare una salsa di accompagnamento al piatto. Provate anche a utilizzare lo zenzero nella marinatura, in questo modo il sapore sarà più delicato.

Se non sapete come marinare la carne seguite la nostra guida su Come Preparare una Marinata.

Come usare le Bucce di Zenzero nel Brodo

Se avete deciso di sbucciare lo zenzero con il pelapatate e il coltello, non buttate le bucce: sono ricche di sostanze nutritive e possono essere utilizzate per insaporire brodi di carne e verdure oppure per farne decotti. Vi basterà lasciarle bollire nel brodo o nell’acqua fino a quando i liquidi si saranno ridotti della metà. Scolate gli ingredienti solidi e filtrate il brodo che potrete utilizzare per la cottura di risotti, di arrosti oppure come base per un ottimo Ramen Giapponese.

Come usare lo Zenzero nei Dolci

Ingrediente molto amato nei dolci, soprattutto anglosassoni, lo zenzero va a braccetto con moltissime preparazioni dolciarie, in accostamento ad altre spezie (ad esempio cannella, curcuma, chiodi di garofano, ecc…) come nella ricetta dei Biscotti di Pan di Zenzero, oppure come protagonista della ricetta come nei Cupcake Pan di Zenzero.

È ideale per aromatizzare Pan di Spagna semplici, oppure per arricchire preparazioni come la Crème brûlée. Fresco o in polvere, lo zenzero può essere adattato davvero a infinite ricette dolci.

Provate ad aromatizzare la Crema Pasticcera con questa radice, vi basterà lasciarne la buccia o qualche pezzetto nel latte, fino a quando raggiunge il bollore; oppure provate l’abbinamento con il cioccolato fondente, ne rimarrete conquistati!

Come usare lo Zenzero nei Centrifugati, negli Smoothie e nei Cocktail

Uno dei centrifugati più amati è sicuramente quello a base di carote, mele e zenzero, ma la radice si sposa bene in moltissimi centrifugati oppure smoothie a base di frutta e verdura. Provate i mix a base di kiwi, mele, arance e zenzero, oppure provatelo in associazione a barbabietole e carote; o ancora provate ad unire lo zenzero in un smoothie ai frutti rossi, vedrete che non vi deluderà.

Anche nei cocktail lo zenzero è particolarmente amato: da unire ad un Punch caldo in inverno, oppure ad un fresco Cocktail fruttato in estate, vi basterà sminuzzarlo appena prima di unirlo agli alcolici, in modo che sprigioni tutti i suoi oli essenziali.

Come Conservare lo Zenzero

Lo zenzero fresco si conserva in frigorifero per 2 o 3 settimane, meglio se riposto dentro a un sacchetto di carta per proteggerlo dall’umidità. Vi consigliamo di sbucciarlo solo al momento dell’utilizzo per evitare che la polpa si secchi. Per lo zenzero in agrodolce o candito, se correttamente conservato al riparo da luce e umidità, i tempi di conservazione si allungano anche fino a un paio d’anni.

Commenti