Le Differenze tra la Panna da Cucina e la Panna Fresca

Scopriamo insieme cosa scegliere tra la Panna da Cucina UHT e la Panna Fresca Liquida, le differenze, come si usano, in che ricette e tutti gli altri tipi di Panna che esistono.

Le Differenze Tra La Panna Da Cucina E La Panna Fresca

La Panna è un ingrediente davvero particolare: anche se spesso si tende a pensare che una Panna sia uguale all’altra, in realtà ogni tipo di Panna ha una caratteristica specifica che la rende perfetta in alcune ricette e meno indicata in altre.

Spesso però nelle ricette che troviamo c’è solo l’indicazione “Panna” ed è difficile capire quale utilizzare. Altre volte nelle ricette troviamo delle indicazioni e quando siamo al supermercato notiamo che nessuna delle Panne che ci sono riporta quella dicitura. E allora come scegliere la Panna da usare nelle ricette?

Semplice, leggendo la nostra guida qui di seguito! Scopriremo insieme non solo cosa scegliere tra la Panna da Cucina UHT e la Panna Fresca Liquida, ma anche come si usano, in che ricette sono più adatte e tutti gli altri tipi di Panna che esistono! E se ancora non dovesse essere abbastanza, potete dare un’occhiata anche alla nostra guida su Come Fare la Panna in Casa! Ma ora bando alle ciance, ecco a voi tutto quello che c’è da sapere sulla Panna!

Panna da Cucina: Caratteristiche e Utilizzi

Le Differenze Tra La Panna Da Cucina E La Panna Fresca Per Cucinare

La Panna da Cucina, chiamata spesso anche Panna per Cucinare o Panna UHT, è una crema di latte che ha subito un processo di lavorazione ad alta temperatura che ne assicura la sterilizzazione e la lunga conservazione.

Durante questa lavorazione, la quantità lipidica della Panna si abbassa al 21%-22%: questo significa che la Panna da cucina ha una consistenza più densa rispetto agli altri tipi di Panna e non può essere montata.

La Panna da Cucina UHT ancora confezionata si può conservare per un periodo abbastanza lungo a temperatura ambiente, mentre una volta aperta va conservata in frigorifero e consumata nel giro di breve tempo. Al supermercato si trova solitamente nello stesso reparto del Latte.

Che Sapore Ha la Panna da Cucina?

La Panna per Cucinare ha lo stesso sapore degli altri tipi di Panna, soprattutto se la si utilizza in abbinamento ad altri ingredienti. Quando invece viene cotta al naturale (per esempio per realizzare la Panna Cotta), può assumere un leggero sapore di latte cotto.

Come si Usa la Panna da Cucina?

La Panna da Cucina si può usare sia nelle preparazioni dolci che in quelle salate, anche se viene solitamente utilizzata nelle ricette salate. Ecco quali sono i suoi principali utilizzi:

  • Per armonizzare i sapori di primi e secondi piatti
  • Per rendere più cremose le pietanze
  • Per rendere meno speziate e/o salate le preparazioni
  • Per donare un tocco di morbidezza ai ripieni di quiche e torte salate
  • Per creare fondi di cottura e salse
  • Per mantecare i risotti
  • Per arricchire vellutate e creme di verdura

Ricette con la Panna da Cucina

Sono davvero tantissime le Ricette che si realizzano con la Panna da Cucina. Tra le Ricette Salate con la Panna da Cucina non possiamo non citare le Trofie con Panna, Rucola e Speck, il Pollo con Panna e Funghi, il Tortino di Patate in Padella, la Salsa al Caffè per Arrosti e la Torta Salata con Porri, Patate e Taleggio.

Tra le Ricette Dolci con la Panna da Cucina vi consigliamo di provare la Ciambella di Pan Brioche Glassata e la Torta alla Menta con Crema al Cioccolato Bianco.

Panna Fresca: Caratteristiche e Utilizzi

Le Differenze Tra La Panna Da Cucina E La Panna Fresca Montata

La Panna Fresca, chiamata spesso anche Panna Liquida o Panna da Montare, è una crema di latte che contiene una quantità di grassi pari al 35%. Così come la Panna da Cucina, anche la Panna Fresca subisce una lavorazione che ne assicura la sterilizzazione, ma le basse temperature attuate durante questo processo di pastorizzazione fanno sì che la Panna Fresca mantenga una quantità lipidica alta.

Proprio per la sua quota lipidica elevata, la Panna Fresca appare più liquida rispetto alla Panna da Cucina. Sempre per lo stesso motivo, questo tipo di Panna è perfetto da montare: quando viene lavorata con le fruste incorpora aria diventando densa, spumosa e più voluminosa.

La Panna Fresca, che si trova solitamente nel banco frigo del supermercato, è un prodotto a breve conservazione: va rigorosamente conservata in frigorifero e consumata entro massimo una settimana.

Che Sapore Ha la Panna Fresca?

Sebbene il sapore della Panna Fresca sia uguale a quello della Panna da Cucina, in realtà il suo gusto risulta più pieno e deciso.

Come si Usa la Panna Fresca?

La Panna Fresca si può utilizzare sia nelle preparazioni dolci che in quelle salate, sia in versione naturale che montata. In particolare si utilizza:

  • Per rendere più cremosi i primi piatti
  • Per creare creme e mousse sia dolci che salate
  • Come addensante e insaporitore di sughi, vellutate e condimenti
  • Quando è montata spesso si utilizza come decorazione e farcitura di dolci e torte
  • Quando è montata si utilizza per arricchire gelati, cioccolata calda, caffè e frutta fresca

Ricette con la Panna Fresca

Anche con la Panna Fresca ci sono davvero tantissime ricette da poter realizzare, che spaziano dal salato al dolce. Se siete alla ricerca di alcune Ricette Salate con la Panna Fresca vi consigliamo di dare un’occhiata alla Vellutata di Piselli, all’Orzo Risottato con Zucca e Salsiccia, alla Quiche Pere e Caprino, alle Tartine con Mousse di Salmone e al Pollo Tikka Masala.

Se invece preferite le Ricette Dolci con la Panna Fresca non perdetevi la Ciambella alle Noci e Caramello Salato, la Mousse ai Tre Cioccolati, la Panna Cotta alle Pesche, la Crema al Caffè e le Mini Pavlova ai Lamponi.

Che Differenza c’è tra la Panna Fresca e la Panna Fresca per Dolci?

La Panna Fresca e la Panna Fresca per Dolci (che spesso viene chiamata anche Panna Fresca per Pasticceria) sono due tipi di Panna differenti, anche se molto simili.

La Panna Fresca per Dolci è semplicemente una Panna Fresca a cui viene aggiunto dello Zucchero: questo significa che per realizzare la Panna Montata non è necessario aggiungerne altro. Se siete curiosi di scoprire come si fa, eccovi la nostra guida su Come Montare la Panna Perfettamente.

Per essere certi di fare l’acquisto giusto vi consigliamo di controllare sempre gli ingredienti della Panna Fresca, in modo da non comprare la Panna sbagliata.

Panna da Cucina e la Panna Fresca: Quale Scegliere?

Le Differenze Tra La Panna Da Cucina E La Panna Fresca Quale Scegliere

A questa domanda non c’è una vera e propria risposta, dipende sempre da che ricetta volete preparare. In linea di massima però se volete andare sul sicuro vi consigliamo di scegliere la Panna Fresca Liquida: aggiungendo un po’ di zucchero a velo e lavorandola con le fruste si trasforma facilmente in Panna Montata, al naturale o leggermente diluita con il latte è perfetta per arricchire piatti salati di ogni genere.

Vi consigliamo però, al momento di scegliere la Panna da acquistare, di controllare bene la lista ingredienti: la maggior parte dei tipi di Panna presenti in commercio contengono Carragenina, una sostanza che viene aggiunta per stabilizzare il composto. Se preferite consumare prodotti senza additivi, controllate che tra gli ingredienti non ci sia la Carragenina.

Quanti Tipi di Panna Esistono in Commercio?

Le Differenze Tra La Panna Da Cucina E La Panna Fresca Tipi Di Panna

Oltre alle già citate Panna da Cucina, Panna Fresca Liquida e Panna Fresca per Dolci, esistono anche altre qualità di Panna. Alcune sono più diffuse, mentre altre sono più difficilmente reperibili, ma è bene conoscerle per fare la scelta corretta al momento dell’acquisto.

  • Panna Cruda: proprio come il Latte Crudo, anche la Panna Cruda è un prodotto fresco non pastorizzato. In Italia è difficilmente reperibile, ma è possibile a volte trovarla nei distributori di Latte Fresco e presso gli allevatori che rivendono prodotti caseari.
  • Panna Doppia: chiamata anche Crème de Gruyère, è un tipo di Panna che ha una percentuale di grassi che si aggira intorno al 48%. È difficilmente reperibile in Italia, ma è quella maggiormente indicata per la cottura.
  • Panna Rappresa: chiamata anche Clotted Cream, è una Panna poco diffusa in Italia, ma molto utilizzata nel Regno Unito. Con una presenza di grassi intorno al 55%, è una vera e propria via di mezzo tra Burro e Panna Montata ed è per questo che viene utilizzata per farcire dolci, focacce e frutta fresca.
  • Panna Acida: conosciuta anche con il nome di Crème Fraîche, è un tipo di Panna fermentata che viene molto utilizzata nei Paesi esteri e che piano piano si sta diffondendo sempre di più anche in Italia.
  • Panna da Caffetteria: chiamata anche Panna per il Caffè, proprio come dice il nome viene solitamente aggiunta al Caffè per arricchirlo. Con un contenuto di grassi tra il 10% e il 18% di grassi, si presenta molto liquida e viene solitamente venduta in monoporzione.
  • Panna Spray: una versione della Panna Fresca Zuccherata che si presenta all’interno di una bomboletta dotata di beccuccio e che permette di ottenere la Panna Montata in pochi secondi.
  • Panna Vegetale: essendo un composto che non contiene Latte è improprio chiamare questo ingrediente in questo modo, non per niente sulle confezioni di questo prodotto non troverete mai la dicitura “Panna”. Utilizzata sia dagli intolleranti al lattosio che da chi segue un regime alimentare vegano, la Panna Vegetale è un composto a base di grassi vegetali che si può trovare sia in versione naturale che già zuccherata.

Commenti