Come Cucinare gli Asparagi

Gli asparagi sono dei germogli ricchi di proprietà benefiche e molto versatili in cucina. Vediamo insieme come scegliere gli asparagi più freschi, come pulirli e tagliarli a seconda della ricetta e quali sono i metodi di cottura principali per cucinarli.

Asparagi Su Tagliere

Gli asparagi sono uno tra gli ortaggi più amati della primavera e sono davvero versatili in cucina, date le diverse varietà che ben si adattano a differenti preparazioni.

In questa guida conosceremo meglio gli asparagi, come sceglierli, pulirli e tagliarli. Inoltre vedremo tutti i principali metodi di cottura e le tempistiche necessarie a cucinarli.

E ovviamente non ci faremo mancare tanti spunti interessanti e ricette sfiziose per reinventare gli asparagi ogni giorno in cucina, dalle prime portate, ai secondi e contorni. Pronti? Allora cominciamo!

Caratteristiche degli Asparagi

Gli asparagi sono germogli lunghi e affusolati, che vengono chiamati turioni, di cui in genere si usano le punte, più tenere e saporite. Appartiene alla famiglia delle Liliaceae, come l’aglio e la cipolla. La parte iniziale degli asparagi, più dura e legnosa, una volta ripulita spazzolandola sotto l’acqua corrente per rimuovere i residui di terra, può essere aggiunta alle verdure di un Brodo Vegetale per arricchirne il sapore.

Raccolta Asparagi

In negozio o al mercato potete trovare gli asparagi verdi, quelli più conosciuti, oppure gli asparagi bianchi, dal sapore più delicato e dalla polpa tenera, perfetti per essere consumati crudi, in un’insalata oppure in carpaccio. Ma ci sono anche gli asparagi violetti, che hanno le medesime proprietà nutritive delle altre varietà, ma un sapore più deciso.

Asparagi Selvatici

C’è un’ultima varietà che cresce in natura: gli Asparagi Selvatici. Ottimi in molte preparazioni, gli asparagi selvatici sono molto più piccoli rispetto alle varietà acquistate. La loro pianta è spinosa e cresce durante la primavera ai lati di strade poco trafficate o terreni incolti e parzialmente in ombra.

Che Sapore Hanno gli Asparagi?

Il sapore degli asparagi si diversifica a seconda della varietà: quelli verdi hanno un gusto marcato e un sapore dolciastro; gli asparagi violetti ricordano nel gusto quelli verdi, ma hanno una nota più amarognola; quelli bianchi ricordano delicatamente il gusto classico degli asparagi verdi, ma risultano molto più dolci.

Che differenza c’è tra Asparagi Verdi e Asparagi Bianchi?

Asparagi Verdi Asparagi Bianchi Nel Piatto

La differenza tra asparago verde e asparago bianco sta nel modo in cui gli asparagi vengono coltivati.

L’asparago bianco viene coltivato sottoterra e viene raccolto immediatamente quando la pianta emerge dal sottosuolo, in questo modo i raggi solari non la colpiscono e le punte restano bianche.

L’asparago verde cresce invece sopra il suolo e, quando i raggi solari lo colpiscono, per effetto della clorofilla, si colora di verde. Ovviamente, se coltivassimo gli asparagi bianchi non coperti dalla terra, anche questi diventerebbero verdi.

Proprietà Nutrizionali degli Asparagi

Gli asparagi sono costituiti principalmente da acqua e hanno un bassissimo apporto calorico: 100gr di germogli puliti hanno 24 Kcal. Ricchi di fibre e antiossidanti, hanno un basso indice glicemico che li rende perfetti da integrare in una dieta diabetica e a basso contenuto calorico. Inoltre sono privi di colesterolo e poveri di sodio.

Benefici degli Asparagi

Gli asparagi, grazie ai minerali e alle proprietà nutritive che contengono, sono un vero toccasana per riprendersi dai mesi invernali con una nuova carica. Ecco i principali benefici:

  • Diuretici e depurativi. Grazie alla asparagina e alla presenza di potassio, questi germogli aiutano a eliminare il ristagno di liquidi, incrementando la funzione renale e aiutando a espellere le tossine.
  • Riducono la pressione arteriosa. Grazie all’effetto diuretico e all’eliminazione dei liquidi in eccesso, concorrono ad abbassare la pressione. Inoltre migliorano il microcircolo grazie all’azione della rutina in essi contenuta, rafforzando i capillari.
  • Sono ipocalorici e aiutano a tenere sotto controllo i livelli di glucosio.
  • Antiossidanti. Grazie all’azione del glutatione in grado di eliminare gli effetti dannosi dei radicali liberi.
  • Fanno bene al sistema nervoso. Sono ricchi di acido folico e vitamina B6, entrambi indispensabili per il buon funzionamento nervoso e necessari soprattutto in gravidanza per un corretto sviluppo fetale.
  • Antinfiammatori naturali. Grazie alla rutina e alla quercetina che svolgono questa azione sul nostro organismo.
  • Aiutano il transito intestinale. Questa azione è dovuta soprattutto alla grande presenza di fibre che stimola la regolarità intestinale.
  • Aiutano il buon umore. Grazie alla presenza di triptofano che è un precursore della serotonina, l’ormone responsabile del buon umore.

Controindicazioni degli Asparagi

Gli asparagi presentano pochissime controindicazioni, di cui però tenere sempre conto:

  • A causa della loro azione diuretica, il consumo di asparagi potrebbe incrementare l’effetto di farmaci diuretici o assunti per ridurre la pressione arteriosa.
  • Gli asparagi contengono acido urico e purine, dunque ne è sconsigliata l’assunzione in caso di calcoli renali causati da acido urico.
  • Grazie al loro effetto energizzante è bene consumarli con moderazione la sera, soprattutto se si soffre di insonnia.

Come Scegliere gli Asparagi

In commercio gli asparagi più acquistati sono quelli verdi e bianchi. Quando li acquistate prestate attenzione che la punta dei germoglia sia ancora chiusa e non presenti parti marroncine o secche. Il gambo del germoglio deve essere turgido e flessibile e di un bel colore brillante, non deve presentare grinze e i gambi devono essere tutti circa della stessa grandezza.

Come Pulire gli Asparagi

Pulire Asparagi

Per pulire gli asparagi, iniziate lavandoli sotto un getto d’acqua fresca eliminando l’eventuale presenza di terra dai germogli.

Disponeteli su un tagliere pareggiando le punte in modo da tagliare in un’unica volta la parte bianca più dura e legnosa: questo vi permetterà di avere una lunghezza omogenea degli asparagi, in modo da cuocerli uniformemente.

Con un pelapatate rimuovete la pellicina verde filamentosa che ricopre il fusto degli asparagi procedendo verticalmente, dalle punte dei germogli fino alla base.

Come Tagliare gli Asparagi

Se intendete usare gli asparagi per preparare piatti di pasta o risotto, vi consigliamo di tagliare a crudo le punte degli asparagi (potete lasciarle intere o se troppo grosse, dividerle al massimo a metà), mentre il gambo va tagliato a rondelle.

Se usate gli asparagi come contorno potete procedere lessandoli interi in acqua bollente e poi tagliandoli a seconda della ricetta che volete seguire. Se invece volete unirli a preparazioni con altri ingredienti, come una Spadellata di Verdure, potete tagliarli a crudo in tocchetti e farli cuocere in padella.

Come Tagliare Asparagi

Come Cuocere gli Asparagi

Gli asparagi essendo dei germogli, hanno una polpa molto soda che tiene bene qualunque tipo di cottura. Vediamo insieme come cuocere gli asparagi seguendo i principali metodi di cottura e vedendo le differenze tra quelli freschi e quelli surgelati.

Come Cuocere gli Asparagi Freschi

Come accennato gli asparagi freschi si prestano bene a qualunque tipo di cottura e se particolarmente freschi e teneri (e di piccole dimensioni), non c’è bisogno di sbollentarli prima di procedere alle diverse preparazioni. Una volta puliti e tagliati sono pronti per essere cucinati secondo la vostra ricetta.

Come Cuocere gli Asparagi Surgelati

Gli asparagi surgelati, essendo interi e in genere di grosse dimensioni, necessitano sempre di essere bolliti prima di procedere a qualunque preparazione.

Portate a ebollizione dell’acqua salata e immergetevi gli asparagi ancora surgelati. Una volta ripreso il bollore lasciate cuocere per 5-6 minuti, o comunque fino a quando gli asparagi risultino teneri. Scolateli, lasciateli intiepidire qualche minuto e procedete al taglio e alla preparazione della ricetta.

Come Lessare gli Asparagi

Asparagi Lessi In Padella Con Acqua Bollente

Se avete una asparagera per bollire gli asparagi, una volta puliti e rimossa la pellicola verde fibrosa, legateli insieme (circa a metà altezza) con un spago da cucina. Portate a ebollizione dell’acqua salata nell’asparagera riempita per circa 2/3. Immergete gli asparagi in verticale lasciando le punte al di fuori dell’acqua: basterà il vapore a cuocerle. Lasciate cuocere fino a quando i fusti risulteranno teneri ma ancora compatti. Scolate e lasciate intiepidire gli asparagi prima di procedere con la vostra ricetta.

Se non possedete un’asparagera, potete bollire gli asparagi in una padella capiente. Riempite la padella con dell’acqua salata e portatela a sobbollire appena. Abbassate la fiamma e immergete orizzontalmente gli asparagi in modo che vengano interamente coperti dall’acqua calda. Fate attenzione che il bollore non aumenti altrimenti le punte potrebbero disfarsi. Scolateli quando saranno ancora croccanti.

Gli asparagi bolliti sono perfetti per essere serviti con la Salsa Olandese.

Come Cuocere gli Asparagi al Vapore

Per cuocere gli asparagi al vapore dovrete disporre di una vaporiera oppure di un cestello per la cottura al vapore che si adatti alla pentola che deciderete di utilizzare.

Dopo aver pulito gli asparagi, potete decidere di lasciarli interi oppure di tagliarli a tocchetti. Portate a ebollizione l’acqua, disponete gli asparagi nel cestello per la cottura a vapore e lasciate cuocere per circa 10 minuti, quando gli asparagi saranno ancora compatti e di un bel colore brillante.

La Cottura a Vapore è la più indicata per conservare gran parte dei nutrienti e dei sali minerali degli ingredienti.

Come Cuocere gli Asparagi in Padella

Per cuocere gli asparagi in padella, senza prima bollirli, acquistateli con fusti più sottili, in caso contrario lessateli prima di ultimare la cottura in padella.

Se volete realizzare il condimento di una pasta, tagliate a tocchetti o a rondelle il fusto ed uniteli in padella a un soffritto di cipolla o scalogno e ad altri eventuali ingredienti della ricetta. Ricordatevi di unire le punte solo gli ultimi minuti di cottura per non sfaldarle.

Per il Risotto agli Asparagi, potete decidere di tagliare a rondelle oppure di tritare gli asparagi. Essendo la cottura del risotto molto lenta, se gli asparagi hanno un fusto sottile, possono cuocere direttamente insieme al riso, senza bisogno di sbollentarli preventivamente.

Invece per realizzare un contorno saporito, lessate gli asparagi, sciogliete una noce di burro in padella e fateci insaporire gli asparagi qualche minuto. Una volta spento il fuoco, cospargeteli con abbondante Parmigiano e serviteli caldi.

In padella potete realizzare anche una gustosissima Frittata di Asparagi, visto il connubio perfetto di sapori tra gli asparagi e le uova.

Come Cuocere gli Asparagi Fritti

Dopo averli lessati, un ottimo modo per cucinare gli asparagi è friggerli. Un modo veloce e sfizioso per farli mangiare anche ai bambini grazie alla pastella croccante e leggera che li rende irresistibili. Seguite la nostra ricetta degli Asparagi Fritti vedrete che non ne farete più a meno.

Come Cuocere gli Asparagi al Forno

Asparagi Al Forno Con Limone Su Teglia

Anche per cuocere gli asparagi in forno, prima è necessario lessarli, altrimenti in forno tenderebbero a seccarsi senza cuocersi. Gli asparagi al forno possono essere cucinati come piatto unico, ad esempio preparando degli sfiziosi Involtini di Asparagi e Pancetta, oppure possono essere cotti in aggiunta ad altre verdure per un salutare e colorato contorno, o a carne e pesce per completare il piatto. Provate a seguire la nostra ricetta del Salmone al Forno con Asparagi, un piatto sano e saporito, perfetto per una cena leggera.

Come Cuocere gli Asparagi alla Griglia

Asparagi Sulla Griglia

Per gli asparagi grigliati sarà necessario lessarli preventivamente, lasciandoli croccanti. Una volta intiepiditi, disponeteli sulla griglia calda e lasciateli cuocere circa 5 minuti per lato. Servite con un’emulsione di olio Evo, succo di limone, sale e se lo gradite del pepe nero.

Come Cuocere gli Asparagi al Microonde

Gli asparagi possono essere cotti comodamente anche nel microonde con due tecniche, a seconda che vogliate degli asparagi ancora croccanti, oppure ben cotti.

  • Asparagi al vapore croccanti: prendete 4 fogli di carta assorbente e inumiditeli spruzzandovi sopra dell’acqua. Uniteli in una sola striscia sovrapponendoli di un paio di centimetri e disponete gli asparagi, in modo che non si accavallino, a capo della striscia. Arrotolate la carta assorbente su se stessa creando un pacchetto con all’interno gli asparagi. Fate attenzione che le basi e le punte degli asparagi non fuoriescano dalla carta assorbente. Cuocete il pacchetto in microonde su di un piatto per 3-4 minuti alla massima potenza. Srotolate gli asparagi con una pinza per non scottarvi e procedete con la vostra ricetta, oppure serviteli dopo aver aggiustato di sale e pepe.
  • Asparagi lessi ben cotti: questo tipo di tecnica funge un po’ come la lessatura in padella. Prendete un piatto fondo o una teglia da microonde e disponetevi gli asparagi in modo che non si sovrappongano. Vi consigliamo l’utilizzo di una teglia rotonda e di disporre gli asparagi con la punta verso il centro: il microonde scalda dall’esterno verso l’interno, in questo modo le punte saranno la parte meno cotta ed eviteranno di sfaldarsi. A questo punto aggiungete 60ml di acqua e coprite gli asparagi con un coperchio adatto alla cottura in microonde aprendo i fori di ventilazione (eventualmente è possibile usare la pellicola per alimenti adatta al microonde, praticando dei fori di sfiato per il vapore). Cuocete alla massima potenza per 4-7 minuti fino a quando risulteranno teneri. Per insaporire gli asparagi al posto dell’acqua potete usare del succo di arancia o del vino bianco. Servite appena pronti.

Se volete portare in tavola un contorno sfizioso e saporito da preparare in pochi minuti al microonde, vi consigliamo la nostra ricetta degli Asparagi Gratinati al Microonde, il risultato vi conquisterà.

Ricette con Asparagi

Asparagi Con Bacon

Le Ricette con gli Asparagi possono davvero essere tantissime. Vediamo insieme qualche spunto per assaporare questi gustosi germogli in tante varianti.

Come Conservare gli Asparagi

Gli asparagi crudi possono essere conservati a temperatura ambiente, con il gambo immerso in acqua, per circa 2 giorni. In frigorifero se avvolti in un panno umido, prolungano la loro conservazione fino a 4 o 5 giorni. Gli asparagi crudi si possono anche surgelare, basterà riporli, già puliti, in un sacchetto gelo e riporli in freezer. In questo modo si conserveranno per circa 2 mesi.

Gli asparagi cotti, invece, si possono conservare (qualunque sia la loro preparazione) in frigorifero, all’interno di un contenitore con chiusura ermetica, per 2 giorni. Se desiderate surgelarli, dopo che si sono raffreddati a temperatura ambiente, disponeteli su una teglia rivestita con carta forno in modo che non si accavallino e poneteli in freezer. Una volta surgelati potete conservarli all’interno dei sacchetti gelo e potrete consumarli fino a 2 mesi dalla preparazione.

Lascia un commento