Salsa Veloutè

Come preparare la salsa Veloutè: tutti i passaggi per ottenere una salsa di accompagnamento ricca e vellutata, per piatti a base di carne o a base di pesce.

Ricetta Salsa Veloute
Difficoltà Facile
Preparazione 5 minuti
Cottura 20 minuti
Dosi Per 4 persone
Costo Molto basso

La salsa Veloutè è una preparazione che arriva dalla cucina francese, una sorta di Besciamella che sostituisce il latte con del brodo chiaro a base di carne (Brodo di Pollo o vitello) oppure di pesce (Fumetto). Questa salsa viene usata come accompagnamento a secondi piatti e in genere realizzata con il brodo derivante dalla cottura di questi.

Molto semplice da preparare la Veloutè necessita comunque di qualche accortezza: prima fra tutte una preparazione del Roux a regola d’arte, che vi garantirà di ottenere una salsa priva di grumi. Gli ingredienti di questa ricetta sono pochi, vi basteranno del burro, della farina e del brodo, ma la parte principale per non fare errori è rispettare tutte le fasi di preparazione e seguire con cura la cottura, in modo che la salsa non si bruci o non diventi troppo densa.

Grazie all’assenza di latte questa salsa è ideale per chi soffre di intolleranza al lattosio e sostituendo la farina 00 con una farina priva di glutine o con dell’amido di mais, è adatta anche per chi segue un regime alimentare per la celiachia. Se state cercando altre salse prive di glutine provate a preparare anche la Besciamella Senza Glutine.

La salsa Veloutè fa parte del quintetto delle Salse Madri insieme alla Besciamella, alla Salsa Spagnola, alla Salsa Olandese e alla Salsa di Pomodoro. La conoscenza delle ricette di queste cinque salse, è considerata indispensabile nella cucina internazionale e queste rappresentano la base per la preparazione di moltissimi piatti.

 

– Ingredienti per 4 persone

– Come Fare la Salsa Veloutè?

  1. Per preparare la salsa Voloutè cominciate con il Roux: in un tegame fate sciogliere a fuoco dolce il burro, poi aggiungete la farina setacciata in un colpo solo e mescolate con una frusta per amalgamare gli ingredienti. Fate cuocere il Roux per circa 10 minuti, fino a quando prenderà un bel colore dorato (Roux biondo).
  2. Togliete il Roux dal fuoco e versateci in una volta sola i 500 ml di brodo a temperatura ambiente e mescolate energicamente con una frusta, facendo attenzione a prelevare anche il Roux che eventualmente è rimasto attaccato alle pareti del tegame.
  3. Rimettete il tegame sul fuoco e a fiamma moderata, lasciate che la salsa raggiunga il bollore mescolando spesso. Fate bollire per qualche minuto mescolando, fino a raggiungere la densità desiderata.
  4. Togliete la vostra salsa dal fuoco e aggiustate di sale e pepe. La vostra salsa Veloutè è pronta per essere servita.

– Varianti e Alternative

  • La salsa Veloutè si può realizzare con un brodo chiaro a base di carne (ideale è il brodo di pollo) o di pesce (fumetto), in modo da accompagnarsi ai piatti realizzati.
  • Per arricchire il sapore della salsa a fine cottura potete aggiungere due cucchiai di panna e una spruzzata di succo di limone.

– Consigli

  • Usate la farina 00 per fare il vostro Roux, essendo più raffinata sarà più semplice incorporarla al burro.
  • Se la salsa dovesse avere dei grumi, passatela con un colino e poi fatela nuovamente bollire per renderla liscia.
  • Se la salsa risulterà troppo densa potete aggiungere qualche cucchiaio di brodo e mescolando con una frusta, farla di nuovo bollire per un minuto per incorporare i liquidi aggiunti.
  • Se la salsa fosse troppo liquida invece, prolungate la cottura per altri 5 minuti in modo che si rapprenda.

– Come Conservare la Salsa Veloutè

La salsa Veloutè andrebbe consumata appena pronta, ma se ve ne avanza o avete la necessità di prepararla in precedenza, trasferitela in una ciotola e ricoprite con della pellicola per alimenti a contatto con la superficie della salsa, in questo modo non verrà a crearsi quella fastidiosa patina di raffreddamento. Se non volete usare la pellicola, passate sulla superficie della salsa bollente un tocchetto di burro. Una volta intiepidita trasferitela in frigo, dove si conserverà per circa 2 giorni. Al momento di servirla mescolatela a freddo con le fruste, poi mettetela sul fuoco e portatela nuovamente a ebollizione. Se necessario aggiungete qualche cucchiaio di brodo per renderla più liscia.

Lascia un commento