Pinsa Romana Fatta in Casa

La Pinsa Romana Fatta in Casa è una ricetta tipica del Lazio. Simile alla pizza, l'impasto della pinsa romana è composto da un mix di farine, acqua e lievito.

Ricetta Pinsa Fatta In Casa
Difficoltà Media
Preparazione 30 minuti
Cottura 10 minuti
Dosi Per 4 pinse
Costo Nella media

La Pinsa Romana Fatta in Casa è una Ricetta Tipica del Lazio. La ricetta nasce proprio fuori dalle mura della città e risale a quando i contadini erano soliti macinare da sé i vari cereali e impastarli con acqua ed erbe aromatiche. La Pinsa Romana può essere considerata una sorta di antenata della Pizza dalla quale si differenzia principalmente per la forma (la pinsa è ovale o rettangolare).

Gli ingredienti, pur essendo quelli tradizionali degli impasti lievitati, sono presenti in proporzioni differenti. La Pinsa Romana Fatta in Casa si prepara con una miscela di Farina di Grano Tenero, Farina di Riso e Farina di Soia, le cui proporzioni sono segrete. I lunghi tempi di lievitazione, che vanno dalle 24 alle 150 ore, restituiscono un prodotto molto più digeribile e fragrante rispetto ai classici lievitati da forno.

La Pinsa Romana, proprio come la Pizza, può essere farcita con ingredienti a piacere. Lasciatevi guidare dalla vostra fantasia e scegliete la combinazione di ingredienti che preferite oppure provate una classica Pinsa Romana Pomodoro e Mozzarella realizzata con la nostra ricette. Se invece amate la Pizza e volete provare qualche ricetta particolare ecco la Piadipizza, la Pizza di Polenta e i Fusilli di Pizza.

– Ingredienti per 4 pinse

– Come Fare la Pinsa Romana Fatta in Casa?

  1. Per preparare la Pinsa Romana Fatta in Casa cominciate dall'impasto. Mettete nella ciotola della planetaria le tre tipologie di farina, il lievito e 400 ml di acqua. Iniziate a impastare a bassa velocità per un minuto, quindi aumentatela e proseguite per altri 7-8 minuti. Unite il sale, l'olio e l'acqua restante e lasciate lavorare la macchina per altri 5-7 minuti. L'impasto risulterà molto morbido per via dell'elevata idratazione (80%) ma non dovete preoccuparvene.
  2. Lasciatelo nella ciotola, con ancora il gancio abbassato per 30 minuti. Durante questo lasso di tempo azionate la macchina ogni 10 minuti facendole fare 3-4 giri. Questo procedimento si chiama ventilazione e serve a inglobare aria e rendere il composto più lavorabile. Noterete che al termine della mezz'ora l'impasto riuscirà a incordarsi (attorcigliarsi) al gancio.
  3. Lasciate l'impasto nella ciotola, copritelo e trasferitelo a lievitare in frigorifero per almeno 24 ore. Potete prolungare la lievitazione fino a un massimo di 150 ore.
  4. Dividete l'impasto in quattro parti uguali, formate dei panetti e poneteli in quattro piccole ciotole ben oliate. Teneteli a temperatura ambiente per 3-4 ore prima di procedere con la preparazione della Pinsa Romana Fatta in Casa. L'impasto infatti dovrà raddoppiare di volume.
  5. Infarinate il piano di lavoro con la farina di riso e con le mani allargate l'impasto in modo da conferirgli la caratteristica forma ovale e ottenere uno spessore di circa mezzo centimetro.
  6. Conditelo con la salsa di pomodoro e infornatelo nel ripiano più basso del forno a 250°C per 5 minuti. Completate poi con la mozzarella a cubetti e infornate nuovamente nel ripiano centrale per altri 5-6 minuti. A cottura ultimata la Pinsa Fatta in Casa dovrà risultare dorata e croccante.

– Varianti e Alternative

La variante più famosa di questa ricetta è data dalla Pinsa Romana con la Mortadella. Conditela prima della cottura solo con della mozzarella a cubetti e completate, appena sfornata, con delle fette di Mortadella. Sentirete che delizia!

– Consigli

Per un impasto ancora più digeribile potete utilizzare al posto del classico lievito secco il lievito madre (ecco Come Fare il Lievito Madre). In tal caso ne occorrono 90 gr appena rinfrescati.

– Come Conservare la Pinsa Romana Fatta in Casa

La Pinsa Romana Fatta in Casa è buona gustata appena sfornata ma anche a temperatura ambiente, magari tagliata in tranci e servita per aperitivo.