Come Cucinare il Cotechino

Scopriamo insieme tutti i modi possibili per cuocere il Cotechino, ma anche come prepararlo in anticipo, come conservarlo e tutte le ricette per servirlo.

Come Cucinare Il Cotechino

Il Cotechino è l’alimento per eccellenza delle Feste, in particolar modo dell’Ultimo dell’Anno. Gustosissimo e perfetto da servire come piatto unico, nel Nord Italia è spesso preparato anche per il pranzo della domenica in famiglia.

Sapere come cucinare il Cotechino non è cosa da tutti, eppure la preparazione di questo piatto è davvero semplicissima ed è proprio per questo che oggi scopriremo insieme come cuocere il Cotechino in tantissimi modi differenti!

Dalla classica pentola alla cottura in pentola a pressione e nel Bimby, scopriremo non solo come si fa il Cotechino, ma anche come si serve, come si conserva e in che ricette si può utilizzare. Siete pronti? E allora scopriamo insieme Come Cucinare il Cotechino!

Che Cos’è il Cotechino?

Come Cucinare Il Cotechino Cosa E

Il Cotechino è un tipo di insaccato di maiale tipico del Nord Italia, probabilmente originario del Friuli-Venezia Giulia. Da consumare rigorosamente cotto, il Cotechino si prepara solitamente per il Cenone di Capodanno (che sarebbe in realtà la Cena dell’Ultimo dell’Anno) e si serve accompagnato da Lenticchie perché, secondo la tradizione, pare che porti fortuna.

Come Cucinare il Cotechino

Tutti I Modi Per Cucinare Il Cotechino

La preparazione tradizionale del Cotechino prevede una cottura lunga, ma ci sono tanti modi diversi per cuocere il Cotechino (anche in modo facile e veloce).

Come Cucinare il Cotechino Fresco, Fatto in Casa e/o Nostrano

Il metodo tradizionale di cottura del Cotechino prevede che questo alimento venga acquistato fresco e successivamente lessato. Per cucinare il Cotechino Lesso è necessario innanzitutto bucherellare l’insaccato con una forchetta: date tre forchettate formando una fila in lunghezza, girate il cotechino di 90°C e ripetete l’operazione. Fate la stessa cosa per altre due volte, in modo da ottenere un totale di 12 forchettate, quindi 4 file di buchi.

A questo punto potete decidere di cuocere il Cotechino con la stagnola oppure senza. Nel primo caso procedete avvolgendo l’insaccato con la pellicola d’alluminio e chiudete le due estremità con dello spago alimentare.

Riempite una pentola capiente con dell’abbondante acqua, immergete il Cotechino e fatelo cuocere a fiamma bassa per circa un’ora e mezza. Poco prima di terminare questa prima cottura riempite un’altra pentola capiente di acqua e portatela a bollore. Passato il tempo di cottura trasferite il Cotechino nella nuova pentola e proseguite la cottura per altre 2 ore.

Una volta terminata la cottura, rimuovete il Cotechino dalla pentola, eliminate la carta d’alluminio e trasferite su un tagliere. A questo punto dovete decidere se rimuovere il budello esterno oppure lasciarlo. Infine tagliate il Cotechino a fette, facendo attenzione a non romperlo, e servitelo con il contorno che preferite.

Come Cucinare il Cotechino Precotto e Sottovuoto

Il Cotechino Precotto è un’ottima soluzione se avete poco tempo a disposizione. Aprendo la confezione esterna troverete un sacchetto con il Cotechino Sottovuoto: lasciatelo chiuso e controllate che sia perfettamente integro.

Prendete una pentola capiente, riempitela di acqua e immergeteci il sacchetto contenente il Cotechino. Coprite con un coperchio e cuocete a fiamma bassa seguendo le indicazioni riportate sulla confezione del prodotto.

Terminato il tempo di cottura rimuovete il Cotechino dalla pentola, aprite il sacchetto in modo da eliminare il grasso formatosi al suo interno, posizionate il Cotechino su un tagliere ed eliminate i nodini presenti alle estremità dell’insaccato. Anche in questo caso dovete decidere se eliminare la pelle oppure decidere di tenerla. A questo punto il Cotechino è pronto per essere tagliato a fette e servito con il contorno che avete scelto.

Come Cucinare il Cotechino nella Pentola a Pressione

Il Cotechino Bollito si può preparare tranquillamente anche nella pentola a pressione: se non l’avete mai utilizzata, vi consigliamo di dare prima un’occhiata alla nostra guida su Come Usare la Pentola a Pressione.

Per cucinare il Cotechino nella Pentola a Pressione dovete innanzitutto bucherellarlo abbondantemente con i rebbi di una forchetta, poi dovete infilzarlo con 2-3 stuzzicadenti, in modo che non si rompa durante la cottura.

Posizionate nella pentola a pressione l’apposita griglia per la cottura al vapore e riempite la parte sottostante di acqua, facendo attenzione a non superare la soglia. Posizionate il Cotechino sulla griglia, chiudete la pentola e mandatela in pressione a fiamma alta.

A questo punto abbassate la fiamma e proseguite la cottura per circa 35 minuti dal fischio. Passato questo tempo rimuovete il Cotechino dalla pentola, posizionatelo su un tagliere, valutate se eliminare la pelle oppure no e tagliatelo a fette.

Come Cucinare il Cotechino con il Bimby

Il Cotechino si può facilmente cucinare anche con il Bimby. Versate 800 ml di acqua nel boccale, posizionate il Varoma e appoggiateci il Cotechino, ovviamente dopo averlo punzecchiato con i rebbi di una forchetta.

Impostate il Varoma a Vel 1 per circa 35 minuti, poi rimuovete il Cotechino e valutate se preferite eliminare la pelle oppure tenerla. A questo punto tagliate a fette e servite il Cotechino con il contorno che preferite.

Come Preparare il Cotechino in Anticipo

Se volete servire il Cotechino in una giornata in cui sapete di aver poco tempo a disposizione potete anche precuocerlo un paio di giorni prima.

Per prima cosa dovete seguire le stesse indicazioni riportate nel paragrafo riguardante la cottura del Cotechino fresco: foratelo con i rebbi di una forchetta, avvolgetelo se volete nella stagnola e cuocetelo a fiamma bassa in abbondante acqua per un paio di ore.

Passato questo tempo spegnete il fuoco e fatelo completamente raffreddare nella sua acqua. A questo punto conservate la pentola con il Cotechino in frigorifero fino al giorno in cui volete servirlo.

Togliete la pentola con Cotechino dal frigorifero e cuocete nuovamente a fiamma bassa per un’altra ora, o comunque fino a quando è ben morbido. A questo punto potete spegnere il fuoco, decidete se volete rimuovere la pelle del Cotechino e successivamente tagliate a fette per servire.

Come Servire il Cotechino e con Cosa Abbinarlo

cotechino-con-lenticchie

Solitamente il Cotechino si serve in abbinamento alle Lenticchie, ma è perfetto anche con gli Spinaci in Padella e con qualsiasi Verdura Lessata. Due grandi classici prevedono di servire il Cotechino anche con il Purè di Patate oppure con la Polenta.

Come Conservare il Cotechino

Come Cucinare Il Cotechino Conservare

Una volta cotto, il Cotechino si conserva in frigorifero per un paio di giorni, chiuso in un contenitore ermetico. Al momento di gustarlo, vi basterà semplicemente tagliarlo a fette e farlo riscaldare in padella oppure al forno.

Se volete potete anche decidere di congelare il Cotechino, ma questa operazione va sempre fatta dopo averlo cotto e lasciato completamente raffreddare. Quando vorrete gustarlo nuovamente dovrete toglierlo dal freezer, immergerlo in acqua fredda e portare il tutto a bollore per almeno 20 minuti, o comunque fino a quando il Cotechino è ben tenero e perfettamente scongelato.

Ricette con il Cotechino

Di Ricette con il Cotechino ce ne sono davvero tantissime: la più famosa è sicuramente il Cotechino con Lenticchie, ma noi vi consigliamo di provare anche lo scenografico Cotechino in Crosta, le sfiziosissime Tartine di Polenta con Lenticchie e Cotechino e l’irresistibile Ragù di Cotechino.

Lascia un commento