×

Idromele Fatto in Casa, la Ricetta Originale

L'Idromele è un antica bevanda alcolica e fermentata a base di miele, acqua e lievito enologico, caratterizzato da un forte sapore aromatico e zuccherino.
Ricetta Idromele
  • Difficoltà Media
  • Preparazione 1 ora
  • Cottura 10 minuti
  • Dosi per 5 l di idromele

L’Idromele è un Alcolico Fermentato a Base di Miele che quindi non prevede l’aggiunta di alcool, ma si basa sui processi di fermentazione che avvengono tra il lievito enologico e gli zuccheri del miele. La Ricetta Originale Idromele è piuttosto antica e risale addirittura all’epoca egizia, amata e consumata largamente anche dai romani e dai greci, tanto da paragonarla all’ambrosia, il celebre nettare degli dei.

Dunque la Ricetta dell’Idromele si tramanda fin dai tempi antichi e giunge fino ai nostri giorni per preparare in casa questa gustosa Bevanda al Miele, ideale per essere gustata in occasione di un fine pasto in compagnia. Ottima idea anche per un cadeaux fatto in casa da regalare ad amici o parenti dopo un invito a cena, l’Idromele si caratterizza per un sapore gradevolmente dolce e aromatico, dalle diverse sfumature a seconda dei tipi di miele che vorrete utilizzare.

Se siete alla ricerca di altre golose Ricette con il Miele vi consigliamo di provare il Risotto al Miele, Salvia e Rosmarino, le Frittelle al Miele e il Prosciutto Glassato al Miele. Se invece volete provare altre Ricette per Bevande Alcoliche fatte in casa provate il Sidro di Mele, il Vin Brulé e il Punch all’Arancia.

E ora non perdiamo altro tempo e trasferiamoci in cucina: oggi prepariamo il delizioso Idromele, seguendo l’antica Ricetta Originale!

Ingredienti per 5 l di idromele

Come Fare l'Idromele Fatto in Casa

  1. Per preparare l’Idromele innanzitutto ponete l’acqua a scaldare portandola a una temperatura tra i 38° e i 45° (utilizzate un Termometro da Cucina). Prelevatene un mestolo e tenetela da parte e nel frattempo versate dentro l’acqua il miele, mescolando con energia e cercando di incorporare ossigeno all’interno del mosto.

  2. Prelevate un mestolo di mosto e unitelo all’acqua che avevate tenuto da parte. Misuratene la temperatura e controllate che sia quella consigliata sulla confezione del lievito, altrimenti scaldate leggermente il composto. Unite il lievito e mescolate delicatamente. Sigillate la ciotola con della pellicola alimentare e lasciate riposare per circa 30 minuti, al riparo dalla luce diretta.

  3. Dopo il tempo di riposo e dopo che il lievito si sarà attivato producendo una leggera schiuma sulla superficie del composto, unitelo al mosto e mescolate. A questo punto potete travasare il mosto all’interno di una damigiana da 5 l, aiutandovi con un imbuto. Sigillatela con un tappo con gorgogliatore e ponetela al riparo da luce e calore ad una temperatura tra i 18° e i 20° per almeno 30 giorni (e un massimo di 60 giorni). Nella prima settimana di fermentazione, roteate la damigiana almeno un paio di volte al giorno per mescolarne il contenuto.

  4. Trascorso il primo periodo di fermentazione, travasate l’Idromele in una damigiana pulita avendo cura di tralasciarne il fondo con il sedimento. Sigillate nuovamente e lasciate riposare la damigiana per altre 2 settimane, sempre rispettando le stesse condizioni.

  5. Finalmente potete imbottigliare il vostro idromele nelle bottiglie, utilizzando sempre un imbuto per facilitare il lavoro. Sigillate con cura le bottiglie e lasciatele raffinare in luogo fresco e asciutto per almeno 3 mesi fino a un massimo di 12 e il vostro Idromele sarà pronto per essere gustato!

Varianti e Alternative

A piacere potrete utilizzare altre varietà di miele come quello di rododendro o il millefiori per creare nuove combinazioni di sapori. Inoltre potrete sostituire una piccola parte dell’acqua complessiva con del succo di frutta senza polpa, come quello di mele che regalerà una nota acidula oppure quello di uva, molto aromatico.

Consigli

Se non disponete di un tappo con gorgogliatore, utilizzate un palloncino precedentemente lavato per sigillare l’apertura della bottiglia in fase di fermentazione e ricordatevi di sgonfiarlo di tanto in tanto. Inoltre vi consigliamo di imbottigliare l’idromele in bottiglie di vetro con tappo a chiusura meccanica ermetica.

Come Conservare l'Idromele Fatto in Casa, la Ricetta Originale

L’idromele si può conservare in luogo fresco e asciutto, fino a 12 mesi.

Tutto ciò che accade tra i fornelli è pura magia! Sono un'instancabile sperimentatrice, alla ricerca di nuovi modi per interpretare la cucina nostrana e non solo. Tra ricette della tradizione e innovative fusion di sapori, percorriamo insieme un viaggio in grado di stuzzicare i palati e non solo...