Bussolano, la Ricetta Originale Mantovana

Il Bussolano è uno dei dolci tipici di Mantova. Pronto in pochi minuti, con pochi ingredienti è un dolce facile da preparare, dal sapore rustico e ottimo per la colazione.

Ricetta Bussolano
Difficoltà Media
Preparazione 45 minuti
Cottura 15 minuti
Dosi Per 14 ciambelle
Costo Molto basso

Il Bussolano di Mantova è un dolce tipico della tradizione culinaria lombarda. Si prepara tradizionalmente con pochi ingredienti: farina, zucchero, burro e uova. Nella sua versione originaria era una ciambella molto dura, data l’assenza del lievito, il che ne permetteva una lunga conservazione e ne agevolava la consumazione ad “inzuppo”.

La tradizione vuole che il Bussolano sia consumato dagli adulti inzuppandolo nel vino mentre per i più piccini accompagnato con un bel bicchiere di latte. Nella versione attuale il Bussolano risulta essere molto più morbido e ben si presta ad essere consumato per la colazione o per la merenda.

Se siete alla ricerca di altre Ricette Tipiche di Mantova, non perdetevi anche la Torta di Tagliatelle Mantovana, la Torta Sbrisolona e gli Agnolini. E ora eccovi la ricetta del Bussolano!

– Ingredienti per 14 ciambelle

– Come Fare le Bussolano, la Ricetta Originale Mantovana?

  1. Per preparare le Ciambelle cominciate mischiando in una ciotola il latte intiepidito, il lievito e lo zucchero. Coprite la ciotola con la pellicola alimentare e ponetela in forno spento a lievitare per circa 30 minuti.
  2. Nella ciotola della planetaria munita di gancio, mischiate la farina setacciata, i tuorli, la vanillina, la scorza di limone e il rum e impastate. Infine unite la base lievitante preparata in precedenza.
  3. In ultimo aggiungete il burro ammorbidito a pezzetti e il sale e continuate ad impastare per circa 10 minuti, fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Ponete l'impasto in una ciotola che avrete unto con olio e lasciatela lievitare, coperta con un canovaccio, per 2 ore.
  4. Dopo questa seconda lievitazione, dividete l'impasto in 14 porzioni da circa 60 gr l'una. Bucate ogni porzione al centro e lavoratela circolarmente, ruotandola tra le mani fino ad allargarla in maniera uniforme: dovrete ottenere delle Ciambelle con un buco molto largo, che le successive lievitazioni ridurranno.
  5. Lasciate lievitare per 1 ora le Ciambelle sul piano da lavoro infarinato, coprendole con della pellicola alimentare.
  6. Scaldate abbondante olio in una pentola (a circa 160º) e friggete 2-3 Ciambelle per volta, rigirandole spesso. In linea di massima dovranno cuocere per circa 2 minuti e mezzo a lato.
  7. Una volta dorate, scolate le Ciambelle e fatele riposare per qualche minuto sulla carta per fritti, in modo che perdano l'olio in eccesso, poi passatele nello zucchero semolato e servite!

– Varianti e Alternative

Se volete delle Ciambelle ancora più soffici mixate metà farina 00 e metà farina Manitoba; a questo impasto è possibile aggiungere anche delle patate (che dovranno essere piuttosto asciutte) sottraendone il peso alla quantità totale di farina. Per dare un tocco più invernale alle Ciambelle, una volta intiepidite passatele in un mix di zucchero semolato e cannella: vedrete che sapore!

– Consigli

Anche se le Ciambelle verranno consumate dai più piccoli non omettete il rum perché durante la cottura evaporerà non lasciando un retrogusto alcoolico, e nel frattempo servirà a fare in modo che le Ciambelle non assorbano troppo olio durante la frittura.

– Come Conservare le Bussolano, la Ricetta Originale Mantovana

Le Ciambelle sono ottime appena fatte, ma se dovessero avanzarvi conservatele all'interno di un contenitore ermetico o in un sacchetto per alimenti sigillato, fino a 2 giorni. In alternativa potrete surgelarle da crude, prima dell'ultima lievitazione, ponendole ben distanziate su una teglia foderata con carta forno. In questo modo si conserveranno fino a 2 mesi. Al momento del consumo lasciatele scongelare a temperatura ambiente e fatele lievitare per 1 ora, poi friggetele in abbondante olio.