Come Sostituire la Farina Manitoba

Tutte le possibilità per sostituire la farina Manitoba con altre farine di grano tenero ad alto contenuto di glutine, oppure con farine gluten free.

Impasto Pane Farina 0 Manitoba

La farina Manitoba è una farina molto apprezzata in cucina, proprio per la sua capacita di rendere gli impasti incredibilmente soffici e alveolati, soprattutto per la realizzazione di dolci ricchi e a lunga lievitazione come il Panettone o il Pandoro.

Ma molti non sanno che sostituendo la farina Manitoba con altre farine, anche gluten free, è possibile ottenere dei risultati simili all’originale e anche più salutari.

Se volete conoscere tutte le caratteristiche dei diversi tipi di farina utilizzati in cucina date un’occhiata alla nostra guida sui Tipi di Farina: Quali Sono e Come Scegliere Quella Giusta.

Cos’è la Farina Manitoba

La farina Manitoba (o Farina Americana) è una farina raffinata di grano tenero, conosciuta per essere una farina ‘forte’ ovvero ad alto contenuto proteico, dovuto alla alta percentuale di glutine (W superiore ai 350).

Questo rende la farina Manitoba molto ricca e con un’alta resistenza, quindi ideale per sopportare lunghe lievitazioni, donando elasticità all’impasto e permettendone una lievitazione ottimale.

Quando si Usa la Farina Manitoba

La farina Manitoba si utilizza per tutti quegli impasti che necessitino di una lunga lievitazione fino anche a 24 ore, data la sua resistenza. Può essere usata quindi per la preparazione di brioches, pane, ma anche per gli impasti della Pizza e della Focaccia.

L’ideale sarebbe lavorare l’impasto a partire dal Lievito Madre, in modo che sopporti il lungo periodo di lievitazione senza inacidire la pasta, come potrebbe invece succedere con il Lievito di Birra.

Farina A Pioggia Su Impasto

Perché Sostituire la Farina Manitoba

La farina Manitoba essendo una farina ‘forte’ ad alto contenuto di glutine, è ovviamente sconsigliata a tutti i soggetti celiaci. Ma anche per chi non è affetto da intolleranze al glutine, il consumo smodato di una farina così raffinata e ad alto indice glicemico, crea appunto dei picchi glicemici che nel tempo possono essere dannosi per la salute.

Il consiglio è quello di consumare la farina Manitoba con moderazione e alternare il suo impiego prediligendo farine semi-integrali o integrali e farine senza glutine, in modo che il corpo non si sovraccarichi di questa proteina.

Come Sostituire la Farina Manitoba

Ora che conosciamo la farina Manitoba, le sue caratteristiche e per cosa si usa all’interno degli impasti, possiamo facilmente ricavare dei sostituti che ne simulino la resa all’interno dei lievitati, anche valutando delle scelte gluten free.

Farina Manitoba

Come Sostituire la Farina Manitoba: le Farine Tradizionali

Qualora vogliate sostituire la farina Manitoba con farine che abbiate già in casa e con un uguale contenuto di glutine, potrete utilizzate farine forti di grano tenero che abbiano un W di almeno 300/350, come la farina “0”, la farina “00”, la farina di tipo “1” o la farina di tipo “2”.

Le dosi per la sostituzione all’interno della ricetta rimangono invariate.

Sostituire la Farina Manitoba con la Farina di Tipo “0”

La farina di tipo “0” è una delle più utilizzate in cucina. Ricca di glutine è utile per le preparazioni lievitate complesse come potrebbero essere quelle del Pane a lunga lievitazione.

La farina di tipo “00” è ulteriormente raffinata, anch’essa ricca di glutine ed è ideale per la preparazione di dolci lievitati, soprattutto per le brioches, perché in grado si rendere l’impasto molto morbido ed elastico, favorendone la lievitazione.

Sostituire la Farina Manitoba con la Farina di Tipo “1” e “2”

Le farine di tipo “1” e “2” sono farine semi-integrali, che quindi contengono una maggior quantità di crusca al loro interno. Sono adatte a preparare pane e pizza dal sapore più rustico, ma comunque ben lievitate.

Sostituire la Farina Manitoba con le Farine Gluten Free

Qualora decidiate di sostituire la farina Manitoba nei vostri impasti perché intolleranti al glutine, vi abbiamo elencato tutte le farine gluten free con cui ottenere degli impasti simili a quelli realizzati con la farina Manitoba.

Le dosi all’interno della ricetta rimangono invariate.

Sostituire la Farina Manitoba con la Farina di Riso

Potete sostituire la farina Manitoba con uguale dose di farina di riso. Questa si presenta come una farina a grana più o meno fina, a seconda della lavorazione e può essere bianca o integrale.

La farina di riso è perfetta sia per impasti di prodotti da forno lievitati dolci, sia per fare la pasta, il pane o la pizza.

In commercio è possibile trovarla sia da sola, che in aggiunta ad altri tipi di farina gluten free.

Sostituire la Farina Manitoba con la Farina di Mais

La farina di mais, usata principalmente per la preparazione della Polenta, è una farina a grana grossolana e rustica dal sapore dolciastro, che aggiunge consistenza agli impasti, donando una particolare friabilità.

In commercio è possibile acquistare la farina di mais bianca (più raffinata e a grana più fina) e la farina di mais giallo.

Sostituire la Farina Manitoba con la Farina di Gran Saraceno

La farina di grano saraceno, contrariamente a quanto suggerisce il nome, non deriva dalla lavorazione del grano bensì viene ricavata da una pianta simile al rabarbaro. Dal colore tendente al grigio e con un gusto leggermente amarognolo, questa farina è gluten free ed è perfetta per preparare sia impasti lievitati che l’impasto per la Pasta Fresca.

Sostituire la Farina Manitoba con la Farina di Amaranto

La farina di amaranto deriva dalla macinazione dei semi di questa pianta, facendo ottenere una farina a grana fine, dal sapore intenso e deciso, con note tostate, ideale da unire a mix di farine senza glutine per preparare prodotti lievitati da forno come pane e pizza.

Sostituire la Farina Manitoba con la Farina di Quinoa

La farina di quinoa è una farina ad alto contenuto proteico, dal sapore deciso e ideale da usare nella panificazione. Risulta molto leggera e rende gli impasti soffici e compatti, quindi è perfetta anche per preparare i dolci.

Lascia un commento