Come Sfilettare il Pesce

Tutti i segreti per pulire e sfilettare il pesce in modo facile e veloce, ma anche come conservare e come cucinare i Filetti di Pesce.

Come Sfilettare Il Pesce

Sfilettare il pesce può sembrare un’azione complicata, eppure una volta capito come si fa è davvero semplice! Per questo oggi abbiamo deciso di spiegarvi come si sfiletta il pesce in modo davvero facile e veloce!

Oltre ai segreti su come pulire e come sfilettare il pesce in modo semplice, oggi scopriremo anche come conservarlo al meglio e le migliori ricette per cucinare i Filetti di Pesce. E non è tutto, vedremo insieme anche come riutilizzare in cucina gli scarti del pesce!

E adesso procuratevi il vostro pesce fresco preferito e scoprite con noi Come Sfilettare il Pesce in modo facile e veloce!

Cosa Vuol Dire Sfilettare il Pesce

Come Sfilettare Il Pesce Cosa Vuol Dire

Sfilettare il pesce significa semplicemente tagliare un pesce intero in modo da ricavarne dei filetti dalla polpa. Questa operazione ci permette di cucinare il pesce in modo che sia non solo più bello da vedere, ma anche più semplice da mangiare.

Come Scegliere il Pesce da Sfilettare

Scegliere un pesce da sfilettare è semplice: dev’essere tendenzialmente un pesce lungo e di grandezza media, come ad esempio il branzino, l’orata, la sogliola oppure il salmone. Potete sfilettare il pesce che preferite, ma dovete assicurarvi che sia fresco e appena pescato. Se non sapete come fare o avete paura di sbagliare, vi consigliamo di dare un’occhiata alla nostra guida su Come Riconoscere il Pesce Fresco.

Come Pulire il Pesce per Sfilettarlo

Come Pulire Il Pesce

Dopo aver scelto quale pesce sfilettare ed esservi assicurati che sia ben fresco, dovete procedere alla pulizia del pesce in questione eliminando le pinne, le squame e le interiora. Se non avete idea di come si pulisce il pesce, vi spieghiamo come farlo in modo facile e veloce nella nostra guida su Come Pulire il Pesce.

Come Si Sfiletta il Pesce

Come Sfilettare Il Pesce Come Si Sfiletta

Dopo aver pulito il pesce disponetelo sul tagliere in modo che sia parallelo al bordo del tavolo. Infilate un coltello ben affilato subito sotto alla testa ed effettuate un primo taglio in senso verticale con movimenti rapidi e decisi, scendendo fino alla pinna pettorale ed evitando la pinna ventrale con una sorta di movimento ad esse.

Eseguite ora un secondo taglio orizzontale che parte dalla testa e arrivando fino alla coda, facendo scorrere la lama lungo il dorso in modo da sfiorare la lisca centrale.

Infine praticate un terzo taglio nuovamente in verticale sopra alla coda, in modo da incidere a circa un centimetro da essa.

A questo punto girate il pesce dal lato opposto ed eseguite la stessa procedura. Dopo aver tagliato il pesce anche dall’altro lato, aiutandovi con la punta del coltello rimuovete la lisca centrale.

Staccate con decisione anche le lische della gabbia toracica, poi con le apposite pinzette procedete con la spinatura, ovvero la rimozione di tutte le lische rimaste nella polpa del pesce.

A questo punto dovete valutare se togliere la pelle del pesce oppure no, ovviamente in base alla ricetta che volete realizzare. Per eliminare la pelle dal pesce vi basta semplicemente infilare la punta del coltello tra la pelle e la polpa del pesce nella zona della coda, per poi procedere tirando via la pelle fino alla testa.

A questo punto avrete ricavato i vostri filetti: nel caso di pesci tondi (come ad esempio il merluzzo o la triglia) ne avrete due, mentre dai pesci piatti ne potrete ricavare quattro. I pesci di grandi dimensioni, come ad esempio il salmone o il tonno, si tagliano invece solitamente in tranci.

Come Utilizzare gli Scarti del Pesce

ricetta-fumetto-di-pesce

Gli scarti derivati dalla pulizia e dallo sfilettare il pesce non vanno assolutamente buttati! Si possono infatti utilizzare per preparare il Fumetto di Pesce, un brodo di pesce concentrato che si usa per preparare risotti, zuppe e tanti altri piatti di mare.

Come Conservare il Pesce Sfilettato

Come Sfilettare Il Pesce Conservare Pesce Sfilettato

Se volete consumare i filetti di pesce crudi dovete assolutamente prima abbatterli per evitare intossicazioni alimentari. Per farlo vi basta semplicemente congelare il pesce a -18°C per almeno 4-5 giorni e poi lasciarlo scongelare in frigorifero.

Se preferite cuocere i filetti di pesce potete chiuderli in un contenitore ermetico e conservarli in frigorifero fino ad un massimo di 24 ore. Altrimenti è possibile congelarli: per farlo dovete appoggiarli in un contenitore in modo che siano distanziati gli uni dagli altri tramite un foglio di carta forno o della pellicola alimentare trasparente. Riponeteli ora in freezer e conservateli fino ad un massimo di 6 mesi.

Ricette con il Pesce Sfilettato

Ricetta Filetti Di Trota Salmonata Con Pomodorini E Olive

Di Ricette con il Pesce Sfilettato ce ne sono davvero tantissime, anzi possiamo dire che si tratta di buona parte delle ricette di secondi piatti con il pesce. Noi vi consigliamo di non perdervi il Carpaccio di Tonno, i Filetti di Trota Salmonata con Pomodorini e Olive, il Salmone in Salsa Teriyaki e il Filetto di Merluzzo alla Griglia.