Come Cucinare i Funghi Secchi

Scopriamo insieme come far rinvenire i Funghi Secchi, quanto tempo devono stare in ammollo e come sostituirli nelle ricette che prevedono l’uso di Funghi Freschi.

Come Cucinare I Funghi Secchi

I Funghi sono uno degli ingredienti autunnali per eccellenza eppure ci sono casi in cui non è possibile reperirli freschi: a volte non li abbiamo in casa oppure semplicemente non sono di stagione. Per questo se amate i Funghi è bene tenere sempre in dispensa un sacchettino di Funghi Secchi!

I Funghi Essiccati sono la soluzione ideale per quando abbiamo voglia di Funghi, ma non ne abbiamo di freschi a disposizione. Sebbene utilizzarli sia davvero semplice, molte persone sono frenate dall’acquisto dei Funghi Secchi perché non sanno come farli rinvenire e come utilizzarli.

Per questo oggi abbiamo deciso di spiegarvi come si cucinano i Funghi Secchi: da come ammollarli a come utilizzarli per le vostre ricette, da oggi i Funghi Essiccati non avranno più segreti per voi! Ecco quindi Come Cucinare i Funghi Secchi!

Come Scegliere i Funghi Secchi

Come Cucinare I Funghi Secchi Sceglierli

I Funghi Essiccati possono sembrare tutti uguali, eppure anche tra i Funghi Secchi confezionati che possiamo trovare al supermercato o dal fruttivendolo ci sono delle differenze.

Ovviamente non parliamo delle varie tipologie di Funghi, che danno un sapore finale diverso alla ricetta, ma proprio delle qualità diverse di Funghi Secchi. In commercio possiamo infatti trovare diverse qualità, soprattutto per quello che riguarda i Porcini, anche se le più diffuse sono tre: extra, speciale e commerciale.

Per essere sicuri di acquistare dei Funghi Secchi di ottima qualità vi consigliamo di scegliere quelli con la dicitura “extra” sulla confezione, che denota che i Funghi acquistati sono più compatti, maggiormente integri e più saporiti rispetto a quelli con le altre diciture.

Come Far Rinvenire i Funghi Secchi

Come Cucinare I Funghi Secchi Farli Rinvenire

Il processo di reidratazione dei Funghi Secchi è necessario per poi poter utilizzare questo ingrediente nelle nostre ricette: i Funghi Essiccati, così come sono, sono immangiabili.

Prima di scoprire come ammollare i Funghi Secchi e per quanto tempo bisogna lasciarli in ammollo, vi ricordiamo che i Funghi Essiccati vanno sempre puliti prima di essere utilizzati.

Questo significa che prima di mettere in ammollo i Funghi Secchi è necessario passarli velocemente sotto l’acqua corrente per eliminare ogni eventuale residuo di polvere che può essersi depositato sul Fungo durante l’essiccazione.

Dopo questo passaggio si può procedere alla vera e propria operazione di ammollo: tutto quello che dovete fare è riempire una bacinella con dell’abbondante acqua tiepida e tuffarci i Funghi Secchi. È importante che ci sia acqua a sufficienza: per regolarsi è bene tenere a mente che per circa 30 grammi di Funghi è necessario utilizzare un litro di acqua.

A questo punto vi starete sicuramente chiedendo per quanto tempo lasciare in ammollo i Funghi Secchi. Il tempo ideale sarebbe una ventina di minuti, ma vi consigliamo di non stare sotto i dieci minuti e di non superare l’ora.

Passato il tempo di ammollo tutto quello che dovete fare è strizzare delicatamente i Funghi in modo da far cadere l’acqua in eccesso nella stessa ciotola dove avete lasciato i Funghi Essiccati in ammollo.

Trucchi e Consigli per Utilizzare i Funghi Secchi

Come Cucinare I Funghi Secchi Trucchi Consigli

Prima di scoprire le Ricette che si possono preparare con i Funghi Essiccati, vi diamo alcuni semplici consigli per utilizzare al meglio i vostri Funghi Secchi:

  • Se i vostri Funghi Secchi sono di buona qualità, prima di metterli in ammollo è sufficiente passarli velocemente sotto l’acqua corrente. Se invece sono Funghi fatti seccare in casa oppure non sapete bene di che qualità siano, è consigliabile lavarli bene sotto l’acqua pezzo per pezzo, in modo da eliminare non solo la polvere, ma anche eventuali animaletti rimasti sul Fungo.
  • L’ammollo dei Funghi deve sempre avvenire in acqua tiepida, ma bisogna far attenzione che non sia troppo calda: l’acqua bollente infatti tende a far perdere ai Funghi consistenza e sapore.
  • Il liquido dell’ammollo può essere riutilizzato per le vostre ricette! Basta semplicemente filtrarlo con un colino a trama fine (meglio ancora se con i filtri per caffè) e successivamente utilizzarlo per insaporire ancora di più le ricette con i Funghi Secchi.
  • Se volete ottenere un sapore ancora più delizioso vi sveliamo un trucco davvero speciale, che solitamente utilizziamo sia per il Risotto ai Funghi che per la Carne con i Funghi: lasciate i Funghi Secchi in ammollo in acqua tiepida per circa 15 minuti, poi scolateli e rimetteteli in ammollo per lo stesso tempo nel latte. Otterrete dei Funghi molto più morbidi e ancora più saporiti!

Come Usare i Funghi Secchi nelle Ricette

Ricetta Risotto Con Funghi

Una volta fatti rinvenire, i Funghi Secchi si possono utilizzare in qualsiasi ricetta sia previsto l’utilizzo di Funghi freschi: tutto quello che dovete fare è semplicemente seguire le indicazioni fornite dalla ricetta.

Siccome i Funghi Secchi sono meno saporiti dei Funghi Freschi, se è possibile vi consigliamo di utilizzare anche il liquido di ammollo dei Funghi, in modo da ottenere un sapore più deciso.

Se poi non sapete che ricette realizzare, vi consigliamo di partire dai grandi classici: il Risotto ai Funghi, le Farfalle alla Panna e Funghi, i Funghi Trifolati e lo Spezzatino con i Funghi. Se invece volete provare alcune ricette particolari con i Funghi non perdetevi l’Orzo Risottato con Zucca e Funghi, le Patate Ripiene al Forno con Formaggio e Funghi, gli Spatzle ai Funghi e Crema di Asiago e la Torta Salata ai Funghi e Formaggi!

Commenti