Acquacotta

L'Acquacotta è un piatto povero tipico della cucina toscana: si tratta di una Zuppa Maremmana preparata con Verdure di Stagione, Uova e Pane Casereccio!

Please wait...
Stampa
Difficoltà Difficile
Preparazione 10 minuti
Cottura 30 minuti
Dosi Per 4 persone
Costo Nella media

L’Acquacotta, chiamata spesso anche Acqua Cotta, è un piatto tipico della tradizione culinaria toscana che si prepara con pochi e semplici ingredienti di origine povera e che varia leggermente a seconda dei luoghi della Maremma dove viene preparata. L’origine della Zuppa Acquacotta arriva dai butteri, i pastori toscani che si muovevano a cavallo per seguire le mandrie nelle campagne maremmane. I butteri avevano a disposizione solamente ingredienti che trovavano sul loro cammino, ma avevano bisogno di un piatto corroborante e sostanzioso: proprio da qui nasce l’Acquacotta Maremmana!

L’Acquacotta Toscana è quindi una Zuppa che si realizza con Verdure di Stagione, come Pomodori Perini, Cipolle Bianche, Sedano e Bietole. Ad arricchire la Minestra Acquacotta ci sono poi Uova e Pane Casereccio. Ovviamente essendo un piatto così antico, non esiste una Ricetta Originale dell’Acquacotta, ma ogni zona e ogni famiglia ha la propria “ricetta della nonna” che si tramanda da generazioni!

Se cercate altre Ricette Tradizionali di Zuppe e Minestre, non perdetevi anche la famosissima Pappa al Pomodoro, la Stracciatella Romana, la Zuppa Imperiale e la Panada! E ora eccovi la nostra ricetta dell’Acquacotta!

– Ingredienti per 4 persone

– Come Fare l'Acquacotta?

  1. Per preparare l'Acquacotta lavate e mondate tutte le verdure, poi procedete prendendo i pomodori e incidendoli a croce. Fateli cuocere in acqua calda fino a quando la pelle non si sarà leggermente sollevata, poi scolateli e metteteli direttamente in una ciotola colma di acqua fredda. Riprendete poi i pomodori e rimuovete la pelle utilizzando uno spelucchino, poi tagliateli in quattro parti e successivamente a cubetti.
  2. Prendete il sedano e tagliatelo a rondelle sottili, poi prendete la cipolla e tagliatela a fettine molto sottili. Infine tagliate a pezzettini anche le bietole. Prendete una casseruola e bagnatela con un filo di olio, poi fateci cuocere le cipolle a fiamma bassa. Aggiungete ora anche un mestolo di brodo vegetale ben caldo e continuate la cottura fino a quando la cipolla non sarà perfettamente ammorbidita. Aggiungete anche il sedano e un mestolo di brodo, poi cuocete fino a far ammorbidire anche il sedano. A questo punto aggiungete anche i pomodori e coprite con il brodo. Successivamente aggiungete nella pentola anche le bietole, il timo, il sale, il pepe e aggiungete del brodo fino a quando le verdure non ne saranno completamente ricoperte. Coprite con un coperchio e cuocete per circa 20 minuti.
  3. Trascorsi i 20 minuti, togliete il coperchio dalla casseruola e continuate la cottura per altri 10 minuti. Nel frattempo prendete il pane e tagliatelo a fette, poi disponete tutte le fette su una teglia da forno. Bagnatele con un filo di olio, salate e aggiungete anche il rosmarino, poi cuocete in forno preriscaldato a 200°C per circa 10 minuti o comunque fino a quando il pane diventerà dorato. Nel frattempo che il pane e la zuppa cuociono, prendete una grattugia con i fori larghi e grattugiate il pecorino.
  4. Quando la minestra è pronta e ben calda, spegnete il fuoco e rompeteci dentro le uova, poi aspettate fino a quando non saranno cotte. A questo punto mettete un paio di mestoli di zuppa in ogni piatto con un uovo, condite con un filo di olio, il pepe, il pecorino e aggiungete il pane casereccio, poi servite l'Acquacotta!

– Varianti e Alternative

Se volete potete arricchire l'Acquacotta con delle Verdure di Stagione come ad esempio Spinaci, Verza, Broccoli, Funghi oppure con quelle che avete a disposizione.

– Consigli

Per preparare l'Acquacotta vi consigliamo di utilizzare del Brodo Vegetale Fatto in Casa. Ovviamente se durante la cottura la zuppa dovesse asciugarsi troppo, potete aggiungerci dell'altro brodo.

– Come Conservare l'Acquacotta

L'Acquacotta va rigorosamente consumata al momento, ma se volete potete anche conservarla: prima di aggiungere l'Uovo potete tenerla in frigorifero per un paio di giorni oppure potete decidere di congelarla. In entrambi i casi, al momento di gustarla potete riscaldarla e solamente in quel momento aggiungere le Uova e il Pane.

Mousse al Cioccolato con Banane

Cannelloni di Crespelle con Ragù alla Bolognese