Come Tagliare e Conservare l’Avocado

Da cos’è a come si conserva, passando per come sceglierlo e come tagliarlo, ecco tutto quello che c’è da sapere sull’Avocado.

Come Tagliare E Conservare Avocado

L’Avocado è un ingrediente amatissimo: diventato super famoso grazie alla diffusione dell’Avocado Toast, si può utilizzare sia per realizzare ricette dolci che salate. Sempre più acquistato anche in Italia, l’Avocado è uno di quegli ingredienti che possono rendere speciale anche la più semplice delle ricette, inoltre è anche ricco di grassi buoni che fanno bene alla circolazione, riducono i livelli di colesterolo nel sangue e supportano il lavoro del cuore.

Eppure prima di consumare l’Avocado oppure di utilizzarlo nelle nostre ricette è bene sapere come sceglierlo, quando è di stagione, come conservarlo e come tagliarlo.

Per questo abbiamo raccolto per voi tutto quello che c’è da sapere sull’Avocado, a partire da cos’è precisamente questo ingrediente! Scopriamo quindi subito insieme Come Tagliare e Conservare l’Avocado!

Cos’è l’Avocado

Come Tagliare E Conservare Avocado Cosa E

La domanda più ricorrente quando si parla di questo alimento è “l’Avocado è un frutto?“. La risposta a questa domanda è sì, l’Avocado è un frutto originario del Centro America di cui esistono più di 20 varietà differenti.

Dalla forma simile a quella di una pera, si presenta con una buccia esterna che ricopre la polpa di colore verde. Al centro della polpa, nella zona più ampia dell’Avocado, si trova un nocciolo marrone che ricorda una pallina di legno.

La Stagionalità dell’Avocado

Come Tagliare E Conservare Avocado Stagionalita

L’Avocado, essendo un frutto che viene esportato da molti Paesi, è disponibile tutto l’anno. Non esistono periodi dell’anno migliori per acquistare un Avocado, basta semplicemente saperlo scegliere di buona qualità e al grado giusto di maturazione.

Come Scegliere un Avocado

Come Tagliare E Conservare Avocado Come Scegliere

Nel momento in cui dovete scegliere un Avocado, la prima cosa da fare è controllare che abbia il picciolo ancora attaccato: questa parte infatti permette che la polpa venga protetta dagli agenti esterni. La buccia dell’Avocado dev’essere liscia ed uniforme, senza presentare ammaccature o parti danneggiate.

Se state acquistando l’Avocado per consumarlo in breve tempo il frutto deve risultare abbastanza morbido, ma non troppo molliccio. Se invece volete conservare l’Avocado e consumarlo dopo qualche giorno è meglio sceglierne uno dalla consistenza soda e compatta.

Per essere certi che l’Avocado non sia troppo maturo vi basta maneggiarlo per qualche secondo: se la parte centrale e la parte superiore sono morbide uguali o se l’Avocado produce un suono vuoto, significa che è troppo maturo.

Come Tagliare l’Avocado

Come Tagliare E Conservare Avocado Tagliare

Tagliare l’Avocado potrebbe sembrare difficile, eppure è molto più semplice di quello che possiate pensare. Come prima cosa bisogna lavare la buccia dell’Avocado, in modo che tagliandolo nessuna delle impurità presenti all’esterno possa contaminare l’interno.

Eliminate il picciolo, poi con un coltello affilato tagliate l’Avocado a metà verticalmente, sempre ricordando che al centro è presente il nocciolo. Con le mani ruotate le due metà di Avocado in due direzioni differenti fino a quando sentirete che una delle due metà si è staccata dal nocciolo.

Per rimuovere facilmente il nocciolo dell’Avocado vi basta semplicemente infilzarlo delicatamente con la lama del coltello, muoverlo leggermente e poi estrarlo dalla polpa. Se doveste aver difficoltà, potete anche utilizzare un cucchiaio come leva.

Sempre con il coltello incidete la polpa verticalmente in modo da ottenere delle fette, senza però tagliare la buccia. Se preferite ottenere dei cubetti effettuate anche dei tagli orizzontali. Una volta tagliato l’Avocado della forma che preferite, passate delicatamente un cucchiaio tra la polpa e la buccia, in modo da staccare i pezzi che avete tagliato senza rovinarli.

Per tagliare l’Avocado in modo davvero facile e veloce esistono sul mercato degli appositi attrezzi che vi permettono di eseguire tutte le operazioni indicate qui sopra con facilità e senza il rischio di rovinare il frutto o, peggio ancora, di tagliarvi.

Questo strumento permette di tagliare l’Avocado e rimuovere il nocciolo con un utensile solo, inoltre nella confezione è incluso un comodo porta Avocado da utilizzare in frigorifero.

Come Conservare l’Avocado

Come Tagliare E Conservare Avocado Conservazione

Come Conservare un Avocado Acerbo e Farlo Maturare Prima

La conservazione dell’Avocado dipende dallo stato dell’Avocado al momento dell’acquisto. Se l’Avocado non è ancora completamente maturo (per cui al tatto risulta sodo) vi consigliamo di riporlo in un sacchetto di carta e lasciarlo a temperatura ambiente, maturerà nel giro di 3-5 giorni e potrete conservarlo fino a 7 giorni. Se volete farlo maturare prima, vi basta semplicemente aggiungere nel sacchetto un paio di mele.

Come Conservare un Avocado Maturo

Se l’Avocado è già maturo (per cui risulta morbido al tatto) è meglio conservarlo in frigorifero per al massimo 3-4 giorni. Questa soluzione si può adottare anche dopo che avete fatto maturare l’Avocado a temperatura ambiente.

Come Conservare un Avocado Tagliato

Una volta tagliato, l’Avocado deperisce molto più velocemente. Se ne avete utilizzato solo metà vi consigliamo di non togliere il nocciolo alla metà che volete conservare, in modo che si mantenga più a lungo.

Ovviamente l’Avocado già tagliato va conservato in frigorifero, ma ci sono alcuni trucchi per farlo durare di più. Innanzitutto spruzzate la polpa con un alimento acido come il succo di limone, quello di lime oppure l’aceto di mele: in questo modo la polpa diventerà scura più lentamente. Successivamente avvolgetelo bene con della pellicola alimentare trasparente in modo da coprirlo completamente, poi riponetelo in frigorifero nella zona più fredda. Vi consigliamo di consumare la parte avanzata dell’Avocado nel giro di un paio di giorni.

Come Congelare l’Avocado

L’Avocado si può tranquillamente anche conservare in freezer, soprattutto se sapete che non riuscirete a consumarlo e temete che possa andare a male. Per farlo dovete semplicemente frullare la polpa con una spruzzata di succo di limone, trasferire la crema ottenuta in un contenitore ermetico e riporlo nel congelatore: la Crema di Avocado si conserverà per 6 mesi.

Cosa Fare Se l’Avocado è Troppo Morbido

Come Tagliare E Conservare Avocado Troppo Maturo

Se l’Avocado è molto morbido significa solamente due cose: o dovete consumarlo immediatamente oppure è andato a male. Per averne la certezza vi basta controllare la polpa: se è di colore verde-giallo potete utilizzare l’Avocado per preparare creme, frullati e smoothies, se invece si presenta di colore verde scuro significa che l’Avocado va purtroppo buttato.

Ricette con l’Avocado

L’Avocado è un frutto perfetto per realizzare sia ricette dolci che salate. La più famosa è sicuramente la ricetta del Guacamole, anche se tra le ricette salate con l’Avocado non possiamo dimenticare anche l’Insalata di Salmone e Avocado, la Pasta con Crema di Avocado, Pomodorini e Pinoli e l’Avocado con Uovo al Forno. Se invece volete provare delle ricette dolci con l’Avocado eccovi la Mousse Cioccolato e Avocado, la Cheesecake all’Avocado e il Gelato all’Avocado.