Come Pulire il Polpo

Scopriamo insieme come si esegue la pulizia del Polpo in modo facile e veloce, ma anche come sceglierlo in pescheria e come conservarlo al meglio.

Come Pulire Il Polpo

Il Polpo, chiamato spesso erroneamente anche Polipo, è uno degli ingredienti di mare più amati. Gustoso, ma con pochissime calorie, il Polpo viene spesso acquistato già pulito perché si pensa che la pulizia di questo ingrediente sia difficile. Oggi però vogliamo spiegarvi come si pulisce il Polpo in modo davvero facile e veloce!

Come di consueto vi spiegheremo innanzitutto come scegliere il Polpo in pescheria, come si fa la pulizia vera e propria e ovviamente come conservare il Polpo pulito al meglio, sia in frigorifero che in congelandolo. Ovviamente queste indicazioni si possono utilizzare per qualsiasi tipo di Piovra (ovvero sia per pulire il Polpo Verace che per la pulizia del Polpo di Sabbia), ma anche per la pulizia dei Moscardini.

Grande o piccolo che sia, con questa guida scoprirete Come Pulire il Polpo in modo davvero facile e veloce!

Come Distinguere i Tipi di Polpo

Come Pulire Il Polpo Distinguere Varieta

Forse non tutti sanno che esistono due specie differenti di Polpo: il Polpo Verace e il Polpo di Sabbia.

Il Polpo Verace è quello che vive in prossimità degli scogli ed è facilmente riconoscibile perché presenta una doppia fila di ventose sui tentacoli, rendendoli più corti e larghi. È il tipo di Polpo più pregiato perché la sua carne risulta più saporita e prelibata.

Il Polpo di Sabbia è invece quello che, proprio come dice il nome, vive nei fondali sabbiosi. I suoi tentacoli presentano una sola fila di ventose, per cui risultano più lunghi e sottili. La sua polpa è meno pregiata perché è meno saporita rispetto a quella del Polpo Verace, ma ha anche un costo minore.

Come Scegliere il Polpo

Come Pulire Il Polpo Scegliere

Dopo aver scelto il tipo di Polpo che preferite cucinare, è bene capire come riconoscerne la freschezza sul banco della pescheria. Un Polpo fresco è facilmente riconoscibile dalla sua colorazione brillante e dall’intenso profumo di mare. Se volete avere la certezza che il Polpo sia fresco vi basta toccarlo: le sue carni devono apparire ben sode.

Se temete di non riuscire a valutare il grado di freschezza del Polpo vi consigliamo di dare un’occhiata alla nostra guida su Come Riconoscere il Pesce Fresco.

Come si fa la Pulizia del Polpo

Come Pulire Il Polpo Lavare

Per pulire il Polpo iniziate sciacquandolo sotto l’acqua corrente fredda, avendo cura di strofinare bene con le mani la testa e i tentacoli sia dentro che fuori. Coprite il piano di lavoro con un canovaccio asciutto e pulito, appoggiateci sopra il Polpo e asciugatelo tamponando con della carta assorbente da cucina.

Trasferite il Polpo su un tagliere ampio e incidete con un coltellino la sacca all’altezza degli occhi, in modo da eliminarli. Con lo stesso coltellino incidete anche intorno alla bocca per eliminare il becco, scavando verso l’interno per facilitarne la fuoriuscita.

Una volta eliminate queste parti del Polpo potete procedere alla frollatura delle carni: utilizzando l’apposito martelletto (che eventualmente potete sostituire con il classico batticarne) battete la carne per circa 10 minuti in modo da rompere le fibre e renderla più tenera.

Successivamente sciacquate di nuovo il Polpo sotto l’acqua corrente fredda. Dopo averlo fatto rimuovete le interiora dalla sacca e lavate la parte interna di quest’ultima sempre con dell’acqua corrente fredda. Lavate nuovamente sia la testa che in tentacoli, strofinando bene in modo da eliminare il più possibile la sostanza viscida che li ricopre. Con i polpastrelli passate ad una ad una le ventose in modo da rimuovere ogni eventuale residuo di sabbia.

A questo punto il Polpo è perfettamente pulito per cui potete decidere se conservarlo oppure procedere con la cottura.

Come Conservare il Polpo

Come Pulire Il Polpo Conservare

Per conservare il Polpo pulito, ma non ancora cotto, è sufficiente riporlo in un contenitore (di plastica oppure di vetro) dotato di chiusura ermetica e lasciarlo in frigorifero per un massimo di 24 ore.

Se preferite potete anche decidere di congelare il Polpo pulito, ma questa operazione è possibile solamente se avete utilizzato del Polpo fresco e non decongelato. Per congelare il Polpo dovete semplicemente riporlo in un sacchetto per il gelo e trasferirlo in freezer: in questo modo potete conservarlo per al massimo due mesi. Una volta tolto dal freezer va lasciato in frigorifero a scongelare prima di poterlo cuocere, ma questa operazione non può assolutamente durare più di 24 ore.

Ricette con il Polpo

Tra le più famose ricette con il Polpo ci sono sicuramente l’Insalata di Polpo e il Polpo con le Patate, ma se volete provare qualcosa di un po’ più particolare vi consigliamo di non perdervi il Polpo in Umido, il Carpaccio di Polpo e le Penne con Pesto e Polpo!

Lascia un commento