Come Cucinare il Polpo

Dopo aver scoperto come scegliere e pulire il Polpo, vediamo insieme come cuocerlo e come conservarlo.

Come Cucinare Il Polpo

Abbiamo già scoperto tutti i trucchi per scegliere e pulire il Polpo in modo facile e veloce, ora vedremo insieme come cucinare il polpo sia fresco che congelato e tutti i segreti su come bollire il polpo per farlo diventare tenero!

In questa guida vedremo come si cucina il polpo per realizzare tutte le ricette che prevedono l’utilizzo di questo ingrediente, ma se oltre a come cuocere il polpo volete anche sapere alcune idee per servirlo, alla fine della guida troverete tutte le migliori ricette con il polpo che potete preparare!

Se vi siete sempre chiesti come lessare il polpo, dopo aver letto questa guida potrete vantarvi di sapere tutti i segreti per una cottura del polpo davvero perfetta! Siete pronti? Allora scopriamo insieme Come Cucinare il Polpo!

Scelta e Pulizia del Polpo

Come Pulire Il Polpo Lavare

Prima di cucinare il Polpo in modo da renderlo tenerissimo, è necessario ovviamente acquistare un Polpo di ottima qualità e procedere alla sua pulizia. Se non sapete come scegliere e come pulire perfettamente il Polpo, vi consigliamo di dare un’occhiata alla nostra guida su Come Pulire il Polpo.

Come Cuocere il Polpo

Come Cucinare Il Polpo Cuocere

Dopo aver pulito bene il Polpo possiamo procedere alla sua cottura: scopriremo non solo come bollire il Polpo, ma anche come far arricciare i tentacoli e i segreti per renderlo morbido.

Come Far Arricciare i Tentacoli del Polpo

Prendete un’ampia pentola con i bordi alti, riempitela di acqua e portate ad ebollizione. Quando l’acqua sta bollendo prendete il Polpo per la testa e immergete i tentacoli nella acqua per qualche secondo, poi fateli riemergere. Eseguite questa operazione per 4-5 volte, in modo che i tentacoli si arriccino perfettamente.

Modi e Tempi di Cottura del Polpo

Immergete ora tutto il Polpo nell’acqua e procedete alla cottura, tenendo conto che serviranno circa 20-25 minuti di cottura ogni 500 grammi di polpo. Durante la cottura del Polpo noterete che sulla superficie dell’acqua inizieranno a formarsi dei residui e della schiuma: rimuoveteli aiutandovi con una schiumarola.

Alla termine del tempo di cottura del Polpo, infilzatelo con i rebbi di una forchetta per avere la certezza che sia perfettamente cotto. Se non dovesse esserlo, proseguite con la cottura. Quando è pronto, rimuovetelo dalla pentola con una schiumarola e lasciatelo intiepidire.

Trucchi e Segreti per un Polpo Morbido

Come abbiamo già raccontato nella guida su Come si fa la Pulizia del Polpo, per renderlo più morbido è necessario frollare la carne in modo da romperne le fibre.

Se avete molto tempo a disposizione potete rompere le fibre del Polpo semplicemente congelandolo nel freezer per almeno una settimana, ovviamente chiuso in un sacchetto per il gelo. Al momento di utilizzarlo, dovrete solamente scongelarlo e procedere con la cottura.

Secondo l’antica tradizione barese il Polpo, per diventare davvero morbido, andrebbe bollito insieme a qualche tappo di sughero pulito. Sebbene alcuni affermino che questo procedimento non funziona, ci sentiamo di segnalarvelo lo stesso perché solitamente i trucchetti della nonna sono i più efficaci.

Un altro trucchetto della nonna consiste nel far bollire il Polpo in acqua fredda per almeno un’ora, per poi lasciarlo raffreddare direttamente in acqua. Secondo la tradizione questo tipo di raffreddamento più lento renderebbe le carni dei Polpo molto più morbide.

Come Tagliare e Spellare il Polpo

Come Cucinare Il Polpo Tagliare E Spellare

Quando il Polpo è ancora tiepido potete procedere con il taglio in pezzi. Iniziate dividendo il tentacoli dalla testa e tenete quest’ultima da parte.

Prendete i tentacoli e tagliateli via dalla parte centrale: a questo punto potete decidere se spellarli oppure no. Tagliateli ora a pezzetti della dimensione che preferite.

Riprendete la testa e, se lo preferite e se l’avete fatto anche con i tentacoli, procedete spellandola. A questo punto apritela a metà e riducetela in striscioline della dimensione che volete.

Come Conservare il Polpo Cotto

Come Cucinare Il Polpo Conservare Polpo Cotto

Dopo aver pulito, cotto e tagliato il Polpo potete procedere alla sua conservazione. Tutto quello che dovete fare è posizionare i vari pezzi di Polpo su un vassoio foderato di carta forno, avendo cura che i pezzi non si sovrappongano tra loro. Trasferite il tutto in freezer e lasciate congelare.

Quando tutti i pezzi sono perfettamente congelati potete rimuovere il vassoio dal freezer e trasferire i pezzetti di Polpo in uno o più sacchetti per il gelo, a seconda delle vostre necessità. Riponete il tutto in freezer e conservate per al massimo un paio di mesi.

Questo procedimento può sembrare più lungo, ma è necessario per congelare il Polpo in pezzetti singoli: in questo modo riuscirete a ricavare le porzioni che desiderate senza ottenere un blocco unico congelato.

Ricette con il Polpo

Ora che avete scoperto come cuocere il Polpo, è ora di scegliere la ricetta da realizzare! Oltre alle classiche Insalata di Polpo e Polpo con le Patate, vi consigliamo di provare anche il Polpo in Umido, il Carpaccio di Polpo e le Penne con Pesto e Polpo!