Torta Esterhazy, la Ricetta Orignale

La Torta Esterhazy con la Ricetta Orignale è un dolce di origine ungherese composto da strati di daquoise alle nocciole alternati con crema al burro e poi ricoperti da glassa.
×

Pubblicità

Vai alla Ricetta
Ricetta Torta Esterhazy, la Ricetta Orignale

Pubblicità

  • Difficoltà Media
  • Preparazione 1 ora
  • Cottura 20 minuti
  • Dosi per 8 persone

La Torta Esterhazy è un dolce ungherese preparato sul finire del XIX secolo dai pasticceri di Budapest in onore dell’omonima casata, in particolare del principe Paolo III Antonio Esterházy di Galantha, uno degli eredi di questa prestigiosa dinastia. Si tratta di una torta sontuosa da preparare per le grandi occasioni. La Torta Esterhazy con la Ricetta Originale si prepara alternando cinque strati di Daquoise (una una base biscotto dalla consistenza leggera, classica della pasticceria Francese) ad altrettanti di Crema al Burro. Si procede poi con la copertura e la decorazione con le Mandorle a Lamelle e il Cioccolato Fondente.

C’è da dire che non esiste un’unica Ricetta della Torta Esterhazy. Alcune versioni infatti, anziché preparare la Daquoise alla Nocciola, utilizzano altra frutta secco come Mandorle o Noci, oppure una miscela delle due. Anche l’aroma della crema al burro può scostarsi dalla versione classica al rum e spaziare a gusti più delicati come quello della vaniglia oppure ad altri pur sempre liquorosi come brandi e kirsch. A rendere così particolare questa Torta Farcita però è la decorazione a ragnatela ottenuta con il cioccolato fondente: senza di lei il dolce non sarebbe lo stesso.

Prima di scoprire la Ricetta della Torta Esterhazy, sappiate che se la preparate rettangolare anziché rotonda, dovrete chiamarla Esterházy Schnitten. 

Altre Ricette per Torte Farcite:

Pubblicità

Ingredienti per 8 persone

Copia Lista Ingredienti

Pubblicità

Procedimento

  1. Per preparare la Torta Esterhazy con la Ricetta Orignale cominciate con la daquoise alle nocciole. Dividete gli albumi dai tuorli e montate i primi a neve ben ferma con lo zucchero e la scorza del limone. Potete utilizzare le fruste elettriche o la planetaria munita di frusta a filo.

  2. Incorporate poi la farina di nocciole con dei movimenti delicati dal basso verso l’alto. Per questo passaggio utilizzate una spatola da cucina. Trasferite il composto in una tasca da pasticcere con bocchetta liscia da 1 cm.

  3. Rivestite una teglia con della carta da forno e dressate la daquoise formando dei cerchi partendo dal centro e proseguendo verso l’esterno con un movimento a spirale. Dovrete ottenere 5 dischi da 18 cm di diametro ciascuno quindi potrebbe essere necessario fare due diverse infornate. Cuocete poi a 180°C per 10 minuti e lasciateli raffreddare prima di utilizzarli.

  4. Nel frattempo preparate la crema al burro montando in un pentolino i tuorli, lo zucchero e il burro a temperatura ambiente tagliato a tocchetti. Anche per questo passaggio vanno ugualmente bene le fruste elettriche e la planetaria.

  5. Con le fruste in azione incorporate prima il latte e poi la farina setacciata e infine il rum. Trasferite la crema sul fuoco e lasciatela cuocere fino a che non si sarà addensata. Ci vorranno all’incirca una decina di minuti. Trasferitela poi in una ciotola e copritela con pellicola a contatto. Potrete utilizzarla una volta fredda.

  6. Ora non resta che assemblare il dolce ma per prima cosa trasferite la crema al burro in una tasca da pasticcere con bocchetta liscia. Mettete giusto una punta di crema su un piatto da portata e copritelo con il primo disco di daquoise: in questo modo eviterete che la torta si sposti nel piatto mentre la farcite. Cominciate poi a formare gli strati alternando la crema alla daquoise fino all’ultimo che dovrà essere proprio di daquoise.

  7. Preparate la glassa mescolando in una ciotola albumi, limone e zucchero a velo poi versatela sulla superficie del dolce. Ricopritelo esternamente con la crema al burro avanzata, aiutandovi con una spatola, quindi fate aderire le mandorle a lamelle lungo tutto il bordo. Ora non resta che sciogliere il cioccolato fondente, trasferirlo in una penna per dolci (o in un piccolo cono di carta forno) e procedere con la decorazione: fate dei cerchi concentrici quindi passate con uno stecchino dal centro verso l’esterno e il gioco è fatto.

  8. Vi consigliamo di lasciar riposare il dolce in frigorifero per un paio di ore prima di servirlo.

    Ricetta Torta Esterhazy

Varianti e Alternative

Come accennato nell’introduzione è possibile utilizzare anche farina di mandorle o di noci per preparare la daquoise. Per quanto riguarda la crema al burro invece, utilizzare un cucchiaino di estratto di vaniglia al posto del rum la renderà perfetta anche per i più piccoli.

Pubblicità

Consigli

Preparare la Torta Esterhazy non è poi così difficile ma richiede tempo e attenzione quindi il nostro consiglio è di prendervi il giusto tempo per prepararla, ne sarete pienamente ricompensati.

Conservazione

La Torta Esterhazy si conserva in frigorifero per 2-3 giorni. Si consiglia di riportarla a temperatura ambiente per un’ora prima di servirla.

Altre Ricette da Provare

Pubblicità

Commenti