Strangolapreti, la Ricetta Originale

Gli Strangolapreti sono gustosi Gnocchi di Pane con gli Spinaci, tipici della tradizione culinaria del Trentino che si preparano moto facilmente e che conquisteranno sicuramente voi ed i vostri ospiti fin dal primo assaggio.
×

Pubblicità

Vai alla Ricetta
Ricetta Strangolapreti, la Ricetta Originale

Pubblicità

  • Difficoltà Media
  • Preparazione 15 minuti
  • Cottura 10 minuti
  • Dosi per 4 persone

Gli Strangolapreti sono gustosi gnocchi di pane e spinaci tipici della tradizione culinaria trentina, un primo piatto nato dalla cultura contadina che vede sposarsi perfettamente ingredienti poveri ma che combinati tra loro vi stupiranno.

La Ricetta degli Strangolapreti è una ricetta facile e potremmo dire anche veloce che, partendo da una lavorazione simile a quella dei Canederli, vi permetterà di portare in tavola un primo bello sostanzioso che potrete accompagnare al condimento che più preferite, anche se la tradizione vorrebbe fossero serviti con il cosiddetto “burro versato” ovvero burro fuso con la salvia.

Esistono numerose varianti degli Strangolapreti Trentini, quella che vi proponiamo noi è la ricetta della tradizione che si tramanda in moltissime famiglie e, come dicevamo prima, si base sullo sfruttare al pieno ingredienti poveri, facili da recuperare e, nel caso del pane, anche di riciclo.

Questi Gnocchi di Pane della tradizione vi conquisteranno davvero per il loro gusto tipicamente rustico che vi riporterà subito ai profumi ed agli aromi tipici della montagna.

Altre Ricette per Primi Piatti:

Pubblicità

Ingredienti per 4 persone

Copia Lista Ingredienti

Pubblicità

Procedimento

  1. Per preparare gli Strangolapreti iniziate tritando finemente mezza cipolla, mettetela in una padella con un po’ di burro e fate rosolare leggermente.

  2. Aggiungete ora gli spinaci surgelati, aggiungete un goccio di acqua, coprite con un coperchio e fate cuocere fino a quando gli spinaci non si saranno scongelati ed insaporiti.

  3. Mentre gli spiaci cuociono mettete in una zuppiera il pane raffermo fatto a pezzetti ed il latte che dovrete far intiepidire. Mescolate per bene e mettete da parte.

  4. Una volta scongelati salate, pepate e terminate la cottura a fiamma medio alta così che si possano asciugare il più possibile.

  5. Quando saranno pronti fateli intiepidire, strizzateli per bene avendo cura di tenere il sughetto e tritateli finemente con un coltello da cucina ben affilato.

  6. Aggiungete alla zuppiera con il pane raffermo bagnato nel latte gli spinaci tritati, il Grana Padano grattugiato, le uova, un po’ di sale, una grattugiata di pepe e un pizzico di noce moscata.

  7. Amalgamate con cura tutti gli ingredienti mescolando per bene con le mani fino ad ottenere un composto uniforme. Risultasse troppo secco usate un po’ del sughetto che si è creato nella cottura degli spinaci.

  8. Una volta pronto l’impasto procedete con la creazione degli Strangolapreti prendendo un po’ di impasto e lavorandolo con le mani. Dovrete fare prima delle sfere di impasto e poi dargli una forma affusolata, tipica di questi squisiti gnocchi di pane e spiaci.

  9. Una volta che avrete preparato tutti i vostri Strangolapreti preparate il sugo di accompagnamento mettendo in una padella un po’ di burro, qualche foglia di salvia, un pizzico di sale e fate rosolare.

  10. Cuocete ora gli Strangolapreti in abbondante acqua salata e, quando saranno venuti a galla, scolateli con una schiumarola e ripassateli per qualche secondo in padella con il sugo al burro fuso.

  11. Servite gli Strangolapreti Trentini con una bella spolverata di Grana Padano o Trentingrana grattugiati.

Varianti e Alternative

Se volete potete arricchire i vostri Strangolapreti con dei bastoncini di speck da unire all’impasto o al sugo. Se preferite potete altresì aggiungere un po’ di farina all’impasto (circa 40g).

Pubblicità

Consigli

Se l’impasto dovesse risultare troppo molle potete aggiungere senza problemi altro pane grattugiato o un po’ di farina 00.

Conservazione

Gli Strangolapreti una volta cotti si conservano in frigorifero per 1-2 giorni senza problema. C’è chi li congela appena fatti prima di cuocerli ma noi lo sconsigliamo. La preparazione di questi sfiziosi gnocchi trentini e così facile e veloce che gustarli freschi è la cosa migliore.

Altre Ricette da Provare

Pubblicità

Commenti