Panpepato

Un dolce tipico del periodo natalizio, dal sapore speziato e che riporta alla mente antiche tradizioni: il Panpepato.

panpepato-pampepato
Difficoltà Media
Preparazione 25 minuti
Cottura 35 minuti
Dosi Per 4 persone
Costo Nella media

Il Panpepato è un antico dolce della tradizione che contiene al suo interno gustosi ingredienti quali il cioccolato, la frutta secca, la cannella, i canditi e la noce moscata. Prende il suo nome proprio dalle spezie che contiene al suo interno che gli conferiscono il tipico sapore ‘pepato‘ e la tradizione vuole che venga cotto all’interno del forno a legna, in grado di sprigionare tutte le note aromatiche delle spezie.

Ad oggi questo dolce natalizio è più che altro un prodotto artigianale, ma molte famiglie tramandandosi la ricetta di generazione in generazione, preferiscono ancora riunirsi per prepararlo a casa insieme. Il profumo delizioso che sprigiona il Panpepato mentre cuoce e il calore di ritrovarsi in famiglia per preparare un dolce della tradizione, riescono a ricreare la giusta atmosfera natalizia e a dare vita a indimenticabili ricordi.

Il Panpepato è molto simile al Panforte, di cui è “figlio”: l’origine del Panpepato viene contesa tra le città di Terni e la città di Ferrara, ma in realtà ci sono diverse ricette con alcune variazioni (soprattutto dovute alla lievitazione) in ogni angolo d’Italia. La tradizione lo vede risalire al XV secolo, più precisamente la gente di Ferrara dice che risalga al 1465, quando nel periodo natalizio il Duca di Ferrara era solito servire il Panpepato ai suoi commensali con all’interno un pezzo d’oro: il fortunato che avesse trovato l’oro all’interno della sua fetta, avrebbe avuto buona sorte per tutto l’anno. Ma anche per la gente comune del tempo preparare il Panpepato, così ricco di ingredienti che di solito non venivano consumati durante l’anno, significava festeggiare il Natale con un dolce sontuoso e l’augurio di un anno più propizio. Ecco perché oggi il Panpepato realizzato in famiglia, dovrebbe essere preparato in abbondanza: per rispetto della tradizione è di buon auspicio nel periodo natalizio, scambiarselo con amici e vicini di casa insieme a un rametto di vischio e a sinceri auguri di prosperità.

Vedrete che preparare il Panpepato in casa non è affatto difficile e darà un tocco in più alla vostra tavola, perché è un dolce delizioso e ricco di tradizione: assolutamente immancabile nel vostro menù delle feste!

Se volete che il vostro Natale sia tradizionale, non fatevi sfuggire le nostre 20 Ricette della Tradizione per un Natale Indimenticabile e se amate i dolci non perdetevi le Cartellate Pugliese, gli Struffoli e i Ricciarelli.

– Ingredienti per 4 persone

– Come Fare il Panpepato?

  1. Per preparare il Panpepato iniziante riponendo all'interno di una bacinella contenente dell'acqua tiepida l'uvetta per circa 20 minuti facendo in modo che si ammorbidisca. All'interno di un frullatore tritate grossolanamente le nocciole, le mandorle e le noci, poi versate il trito all'interno di una ciotola e aggiungeteci i canditi, le spezie e l'uvetta strizzata.
  2. Aggiungete infine il cioccolato fondente precedentemente fatto fondere a bagnomaria, il miele e la farina. Mescolate il contenuto della bacinella fino a quando non avrete ottenuto un composto omogeneo e compatto. A questo punto dividete l'impasto in due panetti della forma rotonda.
  3. Foderate una teglia di carta forno e riponetevi sopra le due sfere di composto ottenute. Cuocete in forno statico preriscaldato a 170°C per mezz'ora circa e abbiate cura di lasciar intiepidire il Panpepato prima di servirlo!

– Varianti e Alternative

Se volete rendere il vostro Panpepato più croccante potete tostare precedentemente la Frutta Secca. Se volete addolcire leggermente il gusto del Panpepato potete spolverizzarlo con dello Zucchero a Velo prima di servirlo.

– Consigli

Per evitare che il Panpepato si sbricioli tagliandolo vi consiglio di metterlo in frigorifero a solidificare per un paio di ore, poi potete tagliarlo con un coltello affilato.

– Come Conservare il Panpepato

Potete conservare il Panpepato in una tortiera, in una scatola di latta o avvolgerlo nella carta stagnola per un paio di giorni, avendo cura di riporre il contenitore in un luogo fresco ed asciutto.

Lascia un commento