Come Pulire le Cozze

Scopriamo insieme come scegliere, pulire, aprire, conservare e cucinare le Cozze in modo facile e veloce.

Come Pulire Le Cozze

Le Cozze sono uno dei Frutti di Mare più amati: gustosissime da consumare sia crude che cotte, si utilizzano in davvero tantissime ricette. Eppure non tutti sanno come si lavano le Cozze, anzi molti pensano che la pulitura delle Cozze sia particolarmente lunga e difficile.

In realtà pulire le Cozze senza fatica è molto più semplice di quanto possiate immaginare, basta solo sapere come fare! Per questo, dopo aver visto Come Pulire le Ostriche, oggi vedremo insieme come pulire velocemente le Cozze e risparmiare tempo!

Oltre a come pulire in fretta le Cozze vedremo anche come sceglierle, come conservarle e tutte le migliori ricette per cucinarle. Da come lavare le Cozze a come eseguire una vera e propria pulizia completa, scopriamo subito insieme Come Pulire le Cozze!

Come Scegliere le Cozze

Come Pulire Le Cozze Scegliere

Prima di procedere alla pulizia delle Cozze, è bene sapere innanzitutto come sceglierle quando ci troviamo al supermercato oppure in pescheria. Ma come controllare che le Cozze siano fresche?

Innanzitutto devono avere la conchiglia ben chiusa, priva di parti rotte e ammaccature. Inoltre il guscio, se sottoposto a pressione, non deve aprirsi facilmente. Il colore dev’essere nero lucente e l’odore dev’essere quello leggero e piacevole del mare, non di pesce andato a male.

Un ulteriore trucco da tenere a mente è quello di prendere le Cozze in mano: se sembrano pesare troppo rispetto alla loro grandezza e in relazione alle altre Cozze vicine, allora meglio non acquistarle.

Ma è bene controllare la freschezza delle Cozze anche dopo averle aperte: se all’interno risultano troppo asciutte è meglio evitare di consumarle.

Come Conservare le Cozze Prima di Pulirle

Come Pulire Le Cozze Conservare Prima

Dopo aver acquistato le Cozze l’ideale sarebbe procedere immediatamente alla pulizia e alla cottura, o comunque alla preparazione della ricetta che le prevede. Ma questo non è sempre possibile, per cui è bene sapere come conservare le Cozze appena acquistate.

Innanzitutto per conservare le Cozze non ancora pulite queste devono essere rigorosamente freschissime, inoltre è necessario ricordare che meno tempo vengono conservate e meglio è.

Disponete le cozze in una bacinella, copritele con un panno umido e riponetele nella parte meno fredda del frigorifero, in questo modo si conserveranno fino ad un massimo di due giorni. Se invece riuscite a procurarvi dell’acqua di mare, potete lasciare le Cozze in ammollo per un paio di giorni prima di procedere alla pulizia.

Un altro metodo, che si tramanda di generazione in generazione da secoli, è quello di prendere un canovaccio robusto, bagnarlo e utilizzarlo per avvolgere le Cozze (ma anche gli altri Frutti di Mare) in modo che siano ben strette. Posizionate il fagotto ottenuto in frigorifero e conservate per al massimo un paio di giorni.

Come Si Puliscono le Cozze

Come Pulire Le Cozze Pulizia

Come Si Pulisce il Guscio delle Cozze

Una volta controllato che le Cozze che avete acquistato sono fresche e perfettamente integre, potete procedere alla pulizia: per prima cosa lavate le Cozze sotto l’acqua corrente fredda.

Utilizzando il dorso di un coltello eliminate dal guscio della Cozza tutte le incrostazioni e i cirripedi, ovvero i parassiti di colore bianco-grigio che si formano sulla conchiglia. Con un movimento deciso delle mani rimuovete il bisso, ovvero la barbetta che fuoriesce dalle valve. Se temete che possa scivolarvi dalle mani potete far più presa utilizzando un canovaccio per agguantare il bisso.

Strofinate energicamente ad una ad una le Cozze sotto l’acqua corrente fredda, aiutandovi con una paglietta d’acciaio oppure con una spazzola rigida, in modo da eliminare ogni eventuale impurità rimasta sul guscio.

A questo punto è possibile pulire le Cozze senza aprirle, ovvero lasciandole spurgare, oppure proseguire con l’apertura delle Cozze, procedimento che può avvenire sia a crudo che tramite il calore del fuoco.

Come Pulire le Cozze Senza Aprirle

Se preferite pulire le Cozze senza aprirle potete semplicemente, dopo aver pulito perfettamente il guscio, lasciarle in ammollo in una ciotola colma di acqua fredda leggermente salata per circa mezz’ora. Passato questo tempo è necessario semplicemente eliminare l’acqua e le Cozze sono pronte per essere cucinate.

Come Aprire le Cozze a Crudo

Per aprire le Cozze a crudo iniziate schiacciando leggermente la conchiglia con le dita in modo che le valve inizino leggermente ad aprirsi. Infilate la punta del coltellino dal lato della conchiglia che presenta la sporgenza e incidete il muscolo. Successivamente percorrete tutto il bordo della conchiglia in modo da tagliare il mollusco, avendo cura di tenere sempre la lama del coltello verso il basso. Infine aprite la cozza e staccate il mollusco dalla valva facendo attenzione a non romperlo.

Come Aprire le Cozze con la Cottura a Vapore

Per aprire le Cozze con il calore del vapore disponete le Cozze in un’ampia padella, coprite con un coperchio e cuocete a fuoco vivo per circa 5 minuti, in modo che le Cozze si aprano da sole. Passato questo tempo alcune delle Cozze potrebbero non essersi ancora aperte: in questo caso vi consigliamo di buttarle.

Come Conservare le Cozze Pulite

Come Pulire Le Cozze Conservarle Pulite

Una volta pulite le Cozze sarebbe meglio consumarle o cucinarle immediatamente, ma se questo non è possibile potete lasciare in una bacinella colma di acqua fresca per al massimo 8 ore.

Dopo averle cotte invece potete tranquillamente procedere alla conservazione in frigorifero come indicato nella ricetta che avete preparato oppure potete semplicemente congelarle dopo aver eliminato i gusci.

Ricette con le Cozze

impepata-cozze

Di ricette con le Cozze ce ne sono davvero tantissime e molte sono veri e propri capisaldi della tradizione culinaria italiana, come ad esempio l’Impepata di Cozze e gli Spaghetti con le Cozze. Famosissime sono anche le Cozze Gratinate così come le Cozze al Pomodoro e gli Spaghetti con Cozze e Vongole, assolutamente da provare!