Ziti al Ragù al Forno

Non c'è niente di meglio per aprire un gustoso pranzo che un ricco piatto di Ziti al Ragù al Forno: con il loro sapore tradizionale e saporiti sono ottimi anche per il pranzo della domenica.

Ricetta Candele Ragu Al Forno
Difficoltà Media
Preparazione 30 minuti
Cottura 60 minuti
Dosi Per 6 persone
Costo Nella media

Se cercate un primo piatto ideale per un ricco pranzo della domenica, vi consigliamo la ricetta per una ricca pasta gratinata: gli Ziti al Ragù al Forno. Alla base di questo piatto ci sono gli ziti, un particolare formato di pasta secca di grano duro, di origine partenopea, dalla superficie liscia e dalla forma tubolare e vuota. Data la lunghezza, questa pasta viene solitamente spezzata prima della cottura ed è perfetta per realizzare frittate di pasta e timballi. In Italia si trovano numerose ricette di paste gratinate, basti pensare alle lasagne, e gli Ziti al Ragù al Forno sono una di queste corroboranti e golose preparazioni, che accontentano tutti.

Per realizzare questo primo piatto, oltre agli ziti, vi servirà preparare un corposo ragù con un misto di carne macinata di bovino e suino. Prima di infornare i vostri ziti dovrete spolverarli generosamente di Parmigiano Reggiano grattugiato, per creare una croccante gratinatura sulla superficie. Vi suggeriamo, per gustare al massimo questo piatto, una volta tolto dal forno, di farlo intiepidire un attimo prima di servirlo.

Un vantaggio di questo Timballo di Ziti al Forno è quello di essere molto più semplice e veloce da preparare delle lasagne. Inoltre, come tutte le paste al forno, sono quasi più buoni riscaldati il giorno dopo. Una versione vegetariana alternativa e di stagione a questa ricetta con ragù di carne è la Pasta al Forno con Broccoli e Cavolfiori; oppure una ricetta più originale può essere quella dei Conchiglioni al Forno con Zucca, Salsiccia e Ricotta.

– Ingredienti per 6 persone

– Come Fare gli Ziti al Ragù al Forno?

  1. Per preparare gli Ziti al Ragù al Forno cominciate dalla preparazione del ragù. Iniziate con il tritare finemente sedano, carota e cipolla per il soffritto. Fate andare in padella con l'olio il soffritto e quando sarà ammorbidito unite la carne macinata di bovino e suino sgranata. Rosolate la carne a fuoco vivace, quindi sfumate con il vino bianco.
  2. Solo quando non sentirete più odore di alcool alzarsi dalla pentola, unite la salsa di pomodoro, il concentrato sciolto in un mezzo bicchiere di brodo vegetale, un pizzico generoso di sale e iniziate la cottura del ragù. Aggiungete un mestolo di brodo e proseguite la cottura, che dovrà durare almeno un'ora a fiamma bassa. Se vedete che il ragù asciuga troppo aggiungete del brodo.
  3. Quando il ragù sarà pronto e raffreddato mettete a cuocere gli ziti per il tempo indicato sulla confezione. Tenete la pasta al dente e non prolungate eccessivamente la cottura o tenderà a rompersi. Una volta cotta, scolate la pasta e raffreddatela sotto l'acqua corrente fredda.
  4. Ora è giunto il momento di mescolare in una ciotola (o bacinella) capiente il ragù con gli ziti. Abbiate cura di conservare un po' di ragù (vi servirà da stendere sul fondo della pirofila e sopra alla pasta).
  5. Preparate una pirofila da forno, nella quale stendete uno strato di ragù sul fondo. Versate la pasta che avete mescolato con il ragù nella pirofila e concludete con un ultimo abbondante strato di ragù; infine cospargete con il Parmigiano grattugiato.
  6. Infornate gli Ziti al Ragù al Forno a 200°C per 20 minuti, quindi sfornateli e lasciateli intiepidire una decina di minuti prima di serviteli.

– Varianti e Alternative

In alternativa al classico ragù potete utilizzare delle verdure in modo da creare una versione adatta ai vegetariani.

– Consigli

Potete preparare gli Ziti al Ragù al Forno anche il giorno prima e infornarli all'arrivo dei vostri ospiti.

– Come Conservare gli Ziti al Ragù al Forno

Gli Ziti al Ragù al Forno si conservano in frigorifero per un paio di giorni. Riscaldateli in forno al momento di consumarli.