Bussolano, la Ricetta Originale Mantovana

Il Bussolano è uno dei dolci tipici di Mantova. Pronto in pochi minuti, con pochi ingredienti è un dolce facile da preparare, dal sapore rustico e ottimo per la colazione.

Ricetta Bussolano
Difficoltà Facile
Preparazione 5 minuti
Cottura 20 minuti
Dosi Per 4 persone
Costo Nella media

Il Bussolano di Mantova è un dolce tipico della tradizione culinaria lombarda. Si prepara tradizionalmente con pochi ingredienti: farina, zucchero, burro e uova. Nella sua versione originaria era una ciambella molto dura, data l’assenza del lievito, il che ne permetteva una lunga conservazione e ne agevolava la consumazione ad “inzuppo”.

La tradizione vuole che il Bussolano sia consumato dagli adulti inzuppandolo nel vino mentre per i più piccini accompagnato con un bel bicchiere di latte. Nella versione attuale il Bussolano risulta essere molto più morbido e ben si presta ad essere consumato per la colazione o per la merenda.

Se siete alla ricerca di altre Ricette Tipiche di Mantova, non perdetevi anche la Torta di Tagliatelle Mantovana, la Torta Sbrisolona e gli Agnolini. E ora eccovi la ricetta del Bussolano!

– Ingredienti per 4 persone

– Come Fare il Bussolano, la Ricetta Originale Mantovana?

  1. Per preparare il Risotto alla Crescenza cominciate tritando finemente la cipolla (è molto importante che i pezzettini di cipolla siano più piccoli dei chicchi di riso) e rosolatela in un tegame con 2-3 cucchiai di olio.
  2. Fate appassire la cipolla e una volta tenera unite il riso, alzando la fiamma e tostandolo per un paio di minuti.
  3. Sempre a fiamma alta, sfumate con il vino bianco e quando non sentirete più odore di alcool sollevarsi dalla padella, iniziate la cottura del riso con il brodo. Questo andrà aggiunto bollente, un mestolo alla volta in modo che il riso sia sempre coperto a filo.
  4. Cuocete il riso per circa 20 minuti o per il tempo indicato sulla confezione. A cottura ultimata, spegnete e fuori dal fuoco aggiungete la crescenza tagliata a tocchetti, mescolando bene per farla sciogliere.
  5. Servite il Risotto alla Crescenza caldo e appena fatto, completando a piacere con una macinata di pepe nero.

– Varianti e Alternative

Per personalizzare il Risotto alla Crescenza potete aggiungere delle erbe aromatiche fresche, come il timo. In alternativa, la crescenza può essere sostituita con dello stracchino: il risultato sarà comunque strepitoso.

– Consigli

Vi consigliamo di preparare e servire il Risotto alla Crescenza appena fatto. Solo così potrete gustarlo cremoso e ben mantecato.

– Come Conservare il Bussolano, la Ricetta Originale Mantovana

Il Risotto alla Crescenza si conserva in frigorifero in un contenitore ermetico per 2-3 giorni. Vi consigliamo di riscaldarlo in padella aggiungendo un filo di olio o qualche cucchiaio di latte per renderlo nuovamente cremoso come appena fatto.