Pizza Fritta

La Pizza Fritta, come dirle di no? Che sia per un aperitivo, una merenda, un pic nic o una cena alternativa, è difficile non mangiarla!

Ricetta Pizza Fritta
Difficoltà Facile
Preparazione 20 minuti
Cottura 5 minuti
Dosi Per 4 persone
Costo Molto basso

La Pizza Fritta è una variante tutta particolare della più comune Pizza Tonda la cui pasta, fritta nello strutto o nell’olio d’oliva, viene farcita dentro o fuori con gli ingredienti più disparati: Sugo, Parmigiano e Basilico, ma anche Mozzarella e Prosciutto, e ancora con una semplice spolverata di Zucchero o con una bella spennellata di Nutella per una inedita versione dolce. Eh già, perché proprio come la pizza cotta in forno, anche la Pizza Fritta si presta ad essere una tela bianca da colorare con qualsiasi ingrediente si voglia.

Anche se questa ricetta a base di pizza è abbastanza diffusa in tutta Italia (soprattutto nelle regioni meridionali) è però a Napoli che la Pizza Fritta risplende di tutto il suo splendore. A partire almeno dalla Seconda Guerra Mondiale divenne costume consumare la pizza non più nella forma e con l’impasto tradizionale della Pizza Napoletana seduti al ristorante, ma quando è ancora calda camminando per i pittoreschi vicoli della città partenopea. A tale proposito, come non ricordare la bellissima Sophia Loren che vendeva la sua Pizza Fritta nel film L’oro di Napoli (1954) diretta dal geniale Vittorio de Sica?

Di seguito vi proponiamo una versione molto veloce per preparare l’impasto della Pizza Fritta, che poi potrete farcire con il Sugo, con la Mozzarella, con le Verdure, con semplice Sale o Zucchero.

– Ingredienti per 4 persone

– Come Fare la Pizza Fritta?

  1. Per preparare la Pizza Fritta bisogna mettere in una ciotola l'acqua, il lievito di birra sbriciolato, due cucchiai di olio di semi e lo zucchero. A mano a mano iniziate ad aggiungere la farina e lavorate il composto finché non inizierà a solidificare.
  2. Trasferite l'impasto sul piano di lavoro e amalgamatelo con la restante farina fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.
  3. Infarinate una ciotola diversa e poggiatevi la pasta della pizza. Con un coltello incidete l'impasto a forma di x, poi sigillate tutto con la pellicola trasparente e coprite con una vecchia coperta di lana. Lasciate riposare per almeno due ore o fino al raddoppio del volume.
  4. Quando il processo di lievitazione sarà concluso rimuovete l'impasto dalla ciotola. Lavoratelo appena fino a formare una lunga coda e tagliatela in dodici porzioni (considerando tre pizzette ciascuno).
  5. In una teglia rivestita di carta forno adagiatevi le dodici porzioni di pizza dopo aver dato loro una forma rotonda e lasciatele a lievitare nuovamente per circa mezz'ora.
  6. In una padella pesante (tipo di ghisa) mettete a scaldare l'olio e attendete che raggiunga la temperatura ideale. Ve ne accorgerete perché provando ad infilare uno stecchino nell'olio saranno visibili tante piccole bollicine vicine allo stuzzicadenti.
  7. Una volta che l'olio sarà pronto prendete una pallina di pasta, schiacciatela fra le mani e adagiatela nella padella. Fate cuocere circa un minuto per lato, facendo attenzione a girare la pizzetta molto spesso.
  8. Scolate la pizzetta e adagiatela per qualche minuto su un piatto rivestito di carta paglia per farle perdere l'olio in eccesso.
  9. Spolverate con qualche granello di sale o zucchero a seconda che vogliate farle dolci o salate. Mangiate la Pizza Fritta ancora ben calda.

I Nostri Prodotti Preferiti

Scopri Tutte Le offerte del Giorno ›

– Varianti e Alternative

La Pizza Fritta si presta a tantissime preparazioni alternative: potete, facendo le porzioni di pasta un po' più grandi, farcirla all'interno con formaggi e salumi vari; se la schiacciate basta un po' di sugo e una spolverata di Parmigiano ed è perfetta. Fate attenzione se in un eventuale ripieno volete integrare i pomodori freschi: in cottura potrebbero rilasciare troppa acqua e rovinare la riuscita della vostra Pizza Fritta.

– Consigli

Per verificare se la pasta abbia terminato la lievitazione provate a scoprirne un pezzo, premete appena un dito sull'impasto e aspettate qualche minuto. Se l'impronta sarà pressoché intatta rispetto a come l'avete lasciata vuol dire che il processo è terminato e potrete passare agli step successivi.

– Come Conservare la Pizza Fritta

Una volta lasciata freddare completamente, la Pizza Fritta può essere conservata in frigo per un paio di giorni.

- Note alla Ricetta