Crema Fritta

La Crema Fritta è una ricetta tipica di varie regioni d'Italia che si può servire sia in versione dolce che salata e che solitamente si prepara per Carnevale.

Vota:
Stampa
Difficoltà Facile
Preparazione 20 minuti
Cottura 20 minuti
Raffreddamento 120 minuti
Dosi per 8 persone
Costo Nella media

Quella della Crema Fritta è una ricetta tipica della tradizione culinaria italiana davvero particolare! Si prepara in diverse regioni d’Italia, ma in alcune zone la Crema Fritta è considerata un dolce, mentre in altre è una ricetta salata.

La Crema Fritta, che si trova anche con il nome di Cremini o Gnocchetti di Crema, viene ad esempio servita salata in Emilia, dove fa parte degli antipasti e dei contorni! È comune infatti servire la Crema Fritta alla Bolognese o Marchigiana all’interno del Fritto Misto, insieme alle Olive Ascolane, alle Verdure Fritte e alla Carne Fritta. Nella zona di Venezia invece la Crema Pasticciera Fritta è considerata un dessert, nello specifico è un Dolce di Carnevale.

Prima di scoprire Come si Fa la Crema Fritta Dolce e Salata vi consigliamo di dare un’occhiata anche alle Bombe alla Crema, le Frittelle di Carnevale alla Crema e i Bomboloni alla Crema! E ora vi lasciamo alla ricetta della Crema Fritta!

– Ingredienti per 8 persone

– Come Fare la Crema Fritta

  1. Per preparare la Crema Fritta iniziate dalla realizzazione della crema pasticciera. Tagliate il baccello di vaniglia per lungo, separate i semi e tenete il tutto da parte.
  2. Versate il latte in un ampio tegame dal fondo spesso, aggiungete il baccello di vaniglia svuotato, la scorza di limone e portate a bollore.
  3. Nel frattempo in una ciotola sbattete velocemente i tuorli con i semi della bacca di vaniglia e lo zucchero, lavorando fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungete l'amido di mais e la farina precedentemente setacciati, mescolando per amalgamare.
  4. Rimuovete dal tegame il baccello di vaniglia, prelevate un mestolo di latte, aggiungetelo al composto a base di tuorli e mescolate per amalgamare.
  5. Versate il composto ottenuto nella pentola con il latte, regolate la fiamma al minimo e mescolate continuamente fino ad ottenere una crema abbastanza densa ed omogenea.
  6. Foderate una teglia quadrata da 22 centimetri con la pellicola trasparente, versate velocemente la crema e distribuitela in modo omogeneo livellandone la superficie.
  7. Dopo aver ottenuto uno strato di crema alto circa 2 centimetri, lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente in un luogo fresco ed asciutto per circa 2 ore.
  8. Quando la crema è diventata compatta trasferitela su un tagliere e, aiutandovi con un coltello ben affilato, ricavatene tanti quadrati (o rombi) della stessa dimensione.
  9. Prendete due ciotole medie: in una versate il pangrattato e nell'altra sbattete le uova. Passate i cubetti di crema nel pangrattato, poi nell'uovo sbattuto e successivamente di nuovo nel pane grattugiato.
  10. Fate scaldare dell'olio di semi d'arachidi in una pentola dai bordi alti e, quando è ben caldo, cuocete un po' alla volta i cubetti di crema, girandoli per farli dorare in modo omogeneo.
  11. Quando i cubetti di crema sono dorati, rimuoveteli dalla pentola con una schiumarola e posizionateli su un piatto foderato di carta assorbente da cucina per eliminare l'olio in eccesso.
  12. Proseguite fino a terminare la cottura di tutti i pezzi di crema, spolverizzate con dello zucchero semolato e servite la Crema Fritta ancora calda!

– Consigli

Durante il raffreddamento della Crema Pasticciera non copritela né trasferitela in frigorifero, altrimenti diventerà troppo umida.

– Come conservare la Crema Fritta

La Crema Fritta è deliziosa anche fredda, per cui potete conservarla in un contenitore ermetico per qualche giorno.

– Varianti e Alternative

In Emilia Romagna la Crema Fritta viene servita come antipasto oppure come contorno: per preparare la Crema Fritta in versione salata vi basterà semplicemente spolverizzarla con il Sale invece che con lo Zucchero.

Note alla Ricetta

o per aggiungere la tua Nota.

Avocado Fries

Sformato di Carciofi e Parmigiano