Cornetti Fatti in Casa

Cosa c'è di meglio che iniziare la giornata con il profumo di cornetti caldi fatti in casa appena sfornati e caffè nell'aria? Ecco come preparare dei Croissant morbidi e soffici come quelli del bar!

Ricetta Cornetti Fatti In Casa
Difficoltà Media
Preparazione 30 minuti
Cottura 15 minuti
Dosi Per 10 persone
Costo Nella media

Cosa c’è meglio di un Croissant caldo, croccante e profumato da gustare a colazione con una tazza di tè o una spremuta? Nulla, eccetto l’idea di preparare i Cornetti Fatti in Casa! E non stiamo parlando delle solite preparazioni surgelate che si trovano al supermercato, ma di veri e propri Croissant fatti in casa come quelli del bar!

Vi basteranno Farina, Burro, Zucchero e pochi altri gli ingredienti per preparare i vostri Cornetti Dolci: gli ingredienti sono pochi e semplici, ma dovrete avere un occhio di riguardo soprattutto nella scelta del Burro, principale responsabile del sapore del dolce (meglio quindi prendere uno di altissima qualità!). Per il resto, armatevi giusto di un po’ di pazienza: la Ricetta dei Cornetti Sfogliati Fatti in Casa è semplice ma richiede un po’ di tempo.

Nella ricetta scoprirete che ad un certo punto ci riferiremo all’impasto ottenuto con il nome di “Poolish”. Il Poolish è un preimpasto che si una in panificazione al fine di ottenere un panificato dal volume aumentato, morbido, soffice e alveolato utilizzando al contempo meno lievito. Il poolish è simile alla biga ma si differenzia da quest’ultima essendo un impasto liquido (la biga è invece un impasto solido.)

Se desiderate preparare altri Dolci per la Colazione per la vostra famiglia non lasciatevi sfuggire i Biscotti da Colazione e la Ciambella della Colazione, oppure provate una delle nostre 30 Ricette per Torte Soffici e Golose per la Colazione.

– Ingredienti per 10 persone

– Come Fare i Cornetti Fatti in Casa?

  1. Per preparare i Cornetti Fatti in Casa cominciate mettendo nella ciotola della planetaria l'acqua con il lievito sbriciolato. Fate sciogliere a media velocità con il gancio impastatore montato, quindi iniziate ad aggiungere 150 grammi di farina presa dal totale.
  2. L'impasto così ottenuto si chiama poolish ed è una sorta di lievitino. Copritelo e lasciatelo riposare per un'ora.
  3. Ricominciate a lavorare l'impasto aggiungendo altri 30 grammi di farina presi dal totale. Solo quando si sarà assorbita, unite il tuorlo e poi lo zucchero.
  4. Una volta assorbiti, unite la farina restante e il latte, lasciando lavorare la macchina fino a che l'impasto non si sarà incordato, vale a dire attorcigliato al gancio.
  5. A questo punto non resta che aggiungere la scorza di arancia e il burro morbido e attendere che entrambi vengano assorbiti dall'impasto.
  6. Lavorate brevemente l'impasto sulla spianatoia in modo da ottenere un panetto. Rimettetelo nella ciotola, copritela con pellicola e lasciate lievitare nel forno spento con la luce accesa fino al raddoppio.
  7. Circa 15 minuti prima di procedere con la stesura dell'impasto dedicatevi alla lavorazione del burro. Adagiate il panetto tra due fogli di carta forno e aiutandovi con un mattarello stendetelo fino a ottenere un rettangolo di 20x25 cm, dalla consistenza simile a quella della plastilina.
  8. Recuperate anche l'impasto lievitato e sempre con il matterello stendetelo in modo da formare un rettangolo di 40x22 cm.
  9. Mantenendo il lato corto dell'impasto steso verso di voi, adagiate il panetto di burro steso nei 2/3 di impasto superiori, mantenendo un bordo di un paio di centimetri tutto attorno.
  10. Dovrete così avere una striscia di impasto, quella più vicino a voi, senza burro sopra. Ripiegatela sopra il burro, andandolo a coprirlo per metà, quindi ripiegate la metà superiore verso il centro. Il risultato sarà un rettangolo con il lato lungo verso di voi e un'altezza pari a 1/3 quella di partenza. Avete cioè eseguita una piega a tre.
  11. Copritelo con della pellicola e riponetelo in frigorifero per 15 minuti.
  12. Recuperate quindi il panetto e adagiatelo con il lato corto verso di voi, mantenendo la parte aperta dell'impasto a destra. Aiutandovi con il matterello, picchiettate l'impasto in modo da ottenere un rettangolo spesso sette millimetri. Spingete solo verso l'alto e verso il basso, evitando di allargarlo di proposito ai lati.
  13. Procedete con un altra piega a tre portando il terzo inferiore verso il centro, quindi il terzo superiore su quello inferiore al centro. Ruotate il panetto di 90°C, coprite con la pellicola e mettete in frigorifero per 30 minuti.
  14. Ripetete quindi le operazioni ricordando di mantenere la parte aperta sempre a destra per altre due volte.
  15. Sempre mantenendo l'apertura a destra stendete l'impasto in modo da formare un rettangolo stretto (circa 20 cm) e lungo.
  16. Con un coltello affilato o una rotella taglia croissant ricavate dei triangoli alti 20 cm e aventi base di 9.
  17. Sulla base di ciascun triangolo praticate un'incisione con un coltello di un centimetro, quindi arrotolare partendo dal lato lungo fino alla punta. Nel fare ciò tiratela sempre leggermente così da assottigliarla, e fate in modo che sia sempre rivolta vero l'alto.
  18. Coprite di nuovo i cornetti con la pellicola e metteteli a lievitare ben distanziati per 2 ore.
  19. Spennellateli poi con l'uovo sbattuto e cuocete a 200°C per 5 minuti, quindi abbassate la temperatura a 180°C e proseguite fino a doratura. Ci vorranno all'incirca altri 5-10 minuti.
  20. Sfornate e completate a piacere con una spolverata di zucchero a velo.

– Varianti e Alternative

Potete aggiungere un cucchiaino di marmellata prima di arrotolare i Cornetti oppure, per avere una copertura croccante come quella del bar, una volta spennellati con l'uovo spolverizzateli anche con dello zucchero a velo prima di infornarli: sentirete che delizia!

– Consigli

Farcite i vostri Croissant con la Nutella al Pistacchio, vi conquisterà al primo assaggio!

– Come Conservare i Cornetti Fatti in Casa

I Croissant possono essere congelati prima della seconda lievitazione, quella che avviene a brioche già formate. Una volta cotti invece, si conservano soffici e friabili per uno o due giorni.

- Note alla Ricetta