Come Pulire e Cuocere il Granchio

Vediamo insieme Come Pulire il Granchio senza rovinarne le carni delicate, utilizzando i giusti strumenti e poi scopriamo tutti i modi per Cuocere il Granchio per preparare deliziose ricette!
Come Pulire E Cuocere Il Granchio

Il Granchio è un crostaceo dalla polpa soda e dal sapore delicato, perfetto per preparare moltissime ricette di mare, dall’antipasto al secondo. Spesso in commercio si trovano la versione in barattolo o surgelata, ma vi assicuriamo che il Granchio Fresco acquistato in pescheria, ha tutt’altro sapore.

Spesso però la paura che Pulire il Granchio sia difficile, fa desistere la maggior parte delle persone dall’acquistarlo fresco, perdendosi una materia prima davvero gustosa. In realtà con qualche piccolo accorgimento e i giusti strumenti, è davvero semplice riuscire a separare la carne tenera e delicata dal carapace.

Quindi se vi state chiedendo Come Pulire il Granchio Fresco, siete nel posto giusto. In questa guida vedremo insieme come lavare, cuocere e pulire il granchio per prelevarne i tre tipi di polpa da utilizzare in svariate ricette, gustose e ricercate.

Dunque non perdiamo altro tempo e vediamo subito insieme Come Pulire e Cuocere il Granchio!

Come Scegliere il Granchio

Prima di vedere Come Pulire il Granchio è opportuno saperne scegliere uno fresco e di qualità. Il periodo migliore per acquistare il granchio fresco è quello che intercorre tra ottobre e novembre, quando i granchi sono in fase riproduttiva e la loro carne risulta particolarmente saporita.

La polpa del granchio è una carne tenera e particolarmente delicata, dunque quando ne acquistate uno assicuratevi che sia ancora vivo, perché tende a deteriorarsi in fretta. Inoltre il suo carapace non dovrà presentare macchie scure e il suo odore dovrà essere gradevolmente marino, senza alterazioni che potrebbero indicare che il prodotto non è fresco.

Granchio Fresco e Polpa di Granchio

In alternativa è possibile acquistare della polpa di granchio surgelata oppure conservata in salamoia all’interno di vasetti di latta o vetro. Questo tipo di prodotto è ovviamente trattato e la sua conservazione varia dai 3-6 mesi per il granchio surgelato ai 12 mesi per la polpa in vasetto.

Un discorso a parte deve essere fatto per il surimi, erroneamente chiamato “polpa di granchio”. In questo caso non ci troviamo di fronte a carne di granchio ma a un composto realizzato con parti meno nobili del pesce, ridotti in una purea che viene aromatizza e stesa per poi arrotolarla nei famosi bastoncini che tutti conosciamo.

Come Pulire il Granchio

Pulire il Granchio Fresco non è poi un’operazione tanto complessa, vi basterà seguire passo passo le varie fasi e i nostri consigli e utilizzare gli strumenti giusti. Una cosa fondamentale è ricordarvi di pulire il granchio appena rientrati in casa o comunque appena possibile per evitare che le sue carni si deteriorino.

Strumenti per Pulire il Granchio

Per pulire il granchio vi servirà un insieme piuttosto variegato di strumenti ma tutti di facile reperimento in qualsiasi cucina. Ciò che vi servirà per pulire questo crostaceo sarà:

  • una pentola;
  • un tagliere;
  • un coltello a lama corta e ben affilata;
  • uno schiaccianoci;
  • uno spiedino lungo in legno;
  • e un cucchiaino da tè.

Passaggi per Pulire il Granchio

Vediamo ora insieme le varie fasi per pulire il granchio in maniera semplice e veloce.

  1. Per prima cosa portate ad ebollizione una pentola di acqua senza sale e sbollentate il granchio intero per una decina di minuti.
  2. Dopodiché scolatelo e lasciatelo raffreddare completamente.
  3. Una volta freddo, posizionatelo sul tagliere e rimuovete con le mani entrambe le chele e le zampe.
  4. Con la lama del coltello penetrate lateralmente il guscio del granchio e con una leggera pressione incidetene il perimetro aprendolo poi in due.
  5. A questo punto rimuovete le branchie, i polmoni e la sacca gastrica.
  6. Una volta eliminate queste parti di scarto, prelevate la polpa bianca e tenera con l’aiuto del cucchiaino e facendo attenzione a non rovinarne le carni.
  7. Potrete prelevare anche la polpa bruna dalla consistenza più cremosa e la polpa color corallo. Ogni tipo di polpa può essere utilizzata per una preparazione differente a seconda della ricetta e dei propri gusti.
  8. Infine rompete le chele con lo schiaccianoci e prelevate la polpa all’interno aiutandovi con lo spiedino di legno.

Consigli per Pulire il Granchio

Come detto in precedenza quando acquisterete il granchio questo dovrà essere ancora vivo. Per evitare di metterlo nell’acqua bollente, causandogli sofferenza, vi consigliamo di tenerlo per una ventina di minuti in freezer: questo passaggio lo farà addormentare lentamente, evitandogli l’esperienza dell’acqua bollente.

Come Cuocere il Granchio

La polpa del granchio può essere utilizzata in svariati modi per creare ricette succulente. Una prima importante divisione quando vorrete cucinare il granchio sarà distinguere i tipi di preparazioni a seconda della grandezza del crostaceo.

Granchi molto piccoli non hanno moltissima polpa ma sono facilmente cucinabili e insaporiscono molto i fondi di cottura. Al contrario granchi di grande pezzatura conterranno più polpa ma questa sarà più fibrosa e difficile da cucinare.

Come Utilizzare i Tre Tipi di Polpa del Granchio

All’interno della parte ventrale del granchio troverete la polpa, bianca e soda, leggermente fibrosa, il corallo che è la parte rossa della polpa e poi una parte più cremosa, la polpa bruna, che è quella dal sapore più intenso. Le interiora, facilmente riconoscibili, e le branchie andranno invece eliminate.

La polpa bianca del granchio è perfetta per preparare delle insalate, dei gustosi finger food come le Polpette di Granchio e le Polpette di Polpa di Granchio e Formaggio, da servire in filetti da intingere nel burro fuso oppure tagliata a pezzetti può arricchire dei sughi a base di granchio.

Anche il corallo, più tenero rispetto alla polpa, può essere usato allo stesso modo, ma tenendo conto che nelle cotture lunghe potrebbe sfaldarsi, quindi andrà inserito solo gli ultimi minuti di cottura. Invece la polpa bruna, più cremosa, è perfetta per insaporire i sughi, perché tenderà a sciogliersi donando un sapore intenso ad ogni preparazione.

Tempi di Cottura del Granchio

I tempi di cottura del granchio variano a seconda del peso del crostaceo:

  • un granchio di medie-piccole dimensioni, da circa 500 gr di peso, cuocerà in 8-10 minuti;
  • un granchio più grande, che si avvicina al chilo o più, cuocerà in 15-20 minuti.

Un’indicazione dell’avvenuta cottura del granchio potrete dedurla anche dal colore arancione brillante che assumerà il suo guscio una volta che sarà ben cotto.

Granchio Bollito

Per fare il Granchio Bollito portate ad ebollizione una pentola di acqua piuttosto capiente, poi immergete il granchio all’interno e regolate il tempo di cottura a seconda della grandezza del crostaceo. Non tenete la fiamma troppo alta, l’acqua dovrà sobbollire. Quando il granchio sarà cotto, prelevatelo con delle pinze e fatelo sgocciolare per qualche minuto su una gratella posta sopra a un vassoio. A questo punto siete pronti per pulire il granchio.

Se volete dare ancora più sapore al vostro granchio potrete farlo bollire in un brodo di verdure con carote, sedano, cipolla, zucchine e aglio.

Granchio al Vapore

Per cuocere il Granchio al Vapore per prima cosa riempite di acqua una pentola dello stesso diametro del cestello, poi portatela ad ebollizione. A questo punto posizionate il granchio nel cestello, con la schiena rivolta verso l’alto, e coprite con il coperchio. Cuocete il granchio per il tempo adeguato alla sua grandezza, poi una volta pronto prelevatelo con delle pinze e mettetelo a sgocciolare su una gratella con sotto un vassoio.

A piacere potrete aromatizzare l’acqua per il vapore con delle erbe aromatiche come il timo e la maggiorana oppure aggiungendo delle scorze di limone.

Granchio Grigliato

Il Granchio Grigliato è un’originale variante per gustare questo crostaceo. Vi consigliamo di preparare una marinatura semplice con olio extra vergine d’oliva, sale, aglio e pepe bianco, rompete leggermente il guscio del granchio e spennellatelo con la marinatura cercando di farla penetrare all’interno del carapace.

Quando la griglia sarà ben calda posizionare il granchio a una media altezza e rigiratelo solo una volta a metà cottura. L’ideale sarebbe avere un coperchio per la griglia, altrimenti utilizzate una ciotola in acciaio per coprirlo e favorirne la cottura.

Granchio in Umido

Un modo sfizioso di gustare i granchi, soprattutto di medie e piccole dimensioni, è quello di farli in umido con il pomodoro. Per preparare il Granchio in Umido vi basterà preparare un soffritto con l’aglio, far rosolare i granchi interi e già lavati qualche istante e aggiungere la passata di pomodoro (anche la versione rustica è perfetta per questa ricetta). A questo punto proseguite la cottura aggiungendo del Brodo Vegetale o un Fumetto di Pesce, coprite con il coperchio e abbassate la fiamma.

Adattate la durata della cottura alla grandezza dei vostri granchi e quando saranno cotti, togliete il coperchio e fate addensare la salsa. Regolate eventualmente di sale e i Granchi in Umido sono pronti per essere gustati.

Granchio nei Primi Piatti

La polpa di granchio è perfetta per creare dei Primi Piatti Cremosi e davvero molto saporiti. In genere gli abbinamenti più azzeccati di pasta o risotti al granchio sono con passata di pomodoro e panna, in grado di esaltare il sapore delicato del granchio.

In questo caso utilizzeremo tutti e tre i tipi di polpa del crostaceo: la polpa bianca andrà rosolata in padella con il soffritto di aglio, la parte più cremosa andrà disciolta nel sugo in modo da intensificarne il sapore e il corallo andrà aggiunto gli ultimi minuti di cottura del sugo.

Se volete un esempio di primo piatto facile e veloce con il granchio, provate le nostre Penne alla Polpa di Granchio, siamo certi che il loro sapore delicato unito alla cremosità del sugo, vi conquisteranno dal primo assaggio.

Come Conservare il Granchio

Come ribadito in precedenza il granchio fresco va pulito e cucinato quanto prima per evitare che la sua polpa si rovini. Nel caso lo aveste acquistato per un consumo futuro, dovrete sbollentarlo sempre in acqua bollente per una decina di minuti, scolarlo, pulirlo e conservarne la polpa all’interno di sacchetti alimentari da riporre in freezer. In questo modo la polpa del granchio si conserverà fino a 3 mesi.

Tutto ciò che accade tra i fornelli è pura magia! Sono un'instancabile sperimentatrice, alla ricerca di nuovi modi per interpretare la cucina nostrana e non solo. Tra ricette della tradizione e innovative fusion di sapori, percorriamo insieme un viaggio in grado di stuzzicare i palati e non solo...