Pizza Bianca Romana

La Pizza Bianca Romana è una ricetta tipica della cucina romana. Si tratta di una sorta di focaccia croccante solitamente servita sotto forma di panino, farcita con mortadella e fichi.

Ricetta Pizza Bianca Romana
Difficoltà Media
Preparazione 30 minuti
Dosi Per 4 persone
Costo Nella media

La Cucina Romana custodisce alcuni segreti che solo chi è stato nella Capitale o ci vive conosce. Difatti, sebbene alcuni Piatti Tipici Romani siano noti in tutto il mondo, basti pensare alla Santissima Trinità costituita dalla pasta all’amatriciana, alla carbonara e cacio e pepe, la Pizza Bianca Romana è considerato più un prodotto di nicchia. Il termine Pizza Bianca potrebbe essere fuorviante e farci credere si tratti di una pizza senza pomodoro condita in qualche maniera.

Nel Lazio invece il termine pizza indica una sorta di focaccia, e la Pizza Romana con la Ricetta Originale è quindi una sorta di focaccia, spessa non più di un centimetro e pressoché vuota all’interno. Si consuma farcita in moltissimi modi ma senza dubbio il più famoso è con la mortadella e i fichi: una merenda classica nella città. La Focaccia Romana quindi non ha molto a che vedere con una focaccia tradizionale, come può essere quella genovese, ma una volta provata siamo certi che vi stupirà.

Tra le altre ricette per la focaccia fatta in casa vi consigliamo di provare la Focaccia Barese, la Focaccia al Formaggio oppure la Focaccia di Patate e Rosmarino: sono una più buona dell’altra.

– Ingredienti per 4 persone

– Come Fare la Pizza Bianca Romana?

  1. Per preparare la Pizza Bianca Romana dovrete cominciare il giorno prima. In una ciotola sciogliete il lievito in 340 gr di acqua presa dal totale.
  2. Unite lo zucchero, il malto e 340 gr di farina, sempre presa dal totale, e mescolate con una forchetta fino a ottenere una sorta di crema.
  3. Lasciatela riposare 30 minuti quindi coprite il contenitore con un coperchio o con della pellicola trasparente e trasferitelo in frigorifero per almeno 12 ore. Se impastate la sera, fino al mattino seguente.
  4. Riportate l'impasto a temperatura ambiente per 30 minuti e aggiungete gli ingredienti rimasti. Impastando a mano, o con una planetaria munita di gancio impastatore per velocizzare le operazioni, unite dapprima la farina 0 e la semola, poi l'acqua poco per volta.
  5. Unite il sale e in ultimo l'olio, gradatamente, fino a ottenere un composto liscio e lucido.
  6. Mettetelo a lievitare di nuovo nel forno spento con la luce accesa per un'ora.
  7. Lasciando l'impasto nella ciotola, oliate un leccapentola e procedete a un giro di pieghe portando l'impasto dai bordi verso il centro. Rimettete a lievitare per 2 ore.
  8. A questo punto scaldate in forno acceso alla massima temperatura una leccarda.
  9. Dividete l'impasto in due e spolverizzate un tagliere in legno con abbondante farina. Oliatevi le mani e tirate delicatamente gli angoli dell'impasto in modo da stenderlo fino a circa mezzo centimetro di spessore. Per evitare di rompere le bolle formatesi il lievitazione non è opportuno usare il mattarello.
  10. Estraete la leccarda rovente dal forno, oliatela e trasferite l'impasto steso, molto delicatamente, aggiustando se necessario nuovamente la forma. Distribuite sulla superficie qualche grano di sale grosso.
  11. Cuocete alla massima temperatura per 7-8 minuti. Quando si saranno formate delle bolle in superficie accendete il grill per qualche istante e fatela dorare. Ripetete i passaggi per cuocere anche l'altra metà di impasto.
  12. La Pizza Bianca Romana è pronta per essere servita, sola o farcita a piacere.
  13. Ricetta Focaccia Romana

– Varianti e Alternative

Come tutte le ricette tipiche della tradizione, anche la pizza bianca non ama subire modifiche.

– Consigli

Vi consigliamo di provare la Pizza Bianca Romana proprio come si fa nella capitale, tagliandola a metà e farcendola con mortadella e fichi.

– Come Conservare la Pizza Bianca Romana

La Pizza Bianca Romana si conserva fuori dal frigorifero per un giorno. In alternativa è possibile congelarla appena fatta in sacchetti di plastica. Sarà poi sufficiente riscaldarla al forno qualche minuto prima di consumarla.

Lascia un commento