Dolci e Desserts

Cicerchiata

  • Difficoltà: Facile
  • Preparazione: 15 minuti
  • Cottura: 15 minuti
  • Dosi per: 6 persone
  • Costo: Nella media

La Cicerchiata, conosciuta anche con il nome di Pignolata o Corona di Santa Rita non è altro che un dolce di Carnevale originario dell’Italia centro-meridionale. Delle palline di pasta a base di farina e uova aromatizzata con delle scorze di agrumi vengono fritte e legate insieme con del dolcissimo e irresistibile miele: una volta pronte, vengono trasferite su un piatto da portata dove viene loro imposta la forma di una ciambella che prende appunto il nome di Cicerchiata.

Sebbene questo dolce sia nato in Umbria e assomigli in tutto e per tutto agli Struffoli, il suo rapido diffondersi ha fatto in modo di creare delle gustose e innumerevoli varianti: per esempio oggi noi legheremo queste piccole sfere di pasta con del miele e della frutta candita come vuole la tradizione partenopea. Perfetta per una merenda tra amici oppure in famiglia, questa torta è davvero facile da realizzare e non presenta alcune difficoltà: l’unico accorgimento che dovrete avere sarà quello di far lievitare l’impasto correttamente per ottenere un risultato finale perfetto!

I Cartocci Siciliani, le Frittelle di Carnevale alla Crema e le Chiacchiere al Forno sono delle piccole delizie che vi invitiamo a realizzare con i vostri bambini per il giorno di Carnevale. Basta annoiarvi con inutili parole, ecco ora tutti i passaggi per realizzare direttamente a casa vostra la Cicerchiata!

Ingredienti per 6 persone

300 gr Farina
100 gr Zucchero
250 gr Miele
3 Uova
2 Arance
1 Limone
q.b. Liquore
q.b. Frutta candita
q.b. Olio per Friggere
q.b. Codette colorate

Come Fare la Cicerchiata

1
Per preparare la Cicerchiata iniziate sbattendo all'interno di una bacinella le uova con lo zucchero: aggiungete quindi la scorza di un limone e un'arancia, un goccio di liquore e il sale. Mescolate il tutto con delle fruste elettriche fino a formare una pastella omogenea e priva di grumi: versate quindi la farina a pioggia e lavorate il tutto fino ad ottenere un composto denso e omogeneo. Trasferite l'impasto all'interno di una bacinella, copritelo con della pellicola trasparente e lasciatelo lievitare in luogo asciutto per quaranta minuti circa.
2
Una volta ultimati i tempi di lievitazione riprendete l'impasto e utilizzando un cucchiaio formate delle palline di pasta di piccola misura, grandi come delle biglie. Nel frattempo mettete a scaldare sul fornello dell'olio per friggere all'interno di una padella dai bordi alti fino a fargli raggiungere la temperatura di 170°C: per questa operazione aiutatevi servendovi di un termometro per alimenti. Quando sarà caldo tuffate le biglie di pasta nell'olio e fatele dorare.
3
Scolatele con un mestolo forato e adagiatele su un vassoio foderato con della carta assorbente da cucina in maniera da eliminare l'olio in eccesso: all'interno di una padella fate sciogliere il miele e tritate la scorza di un'arancia. Spegnete il fornello, mettete nel tegame le palline di pasta con la frutta candita e amalgamate il tutto utilizzando un cucchiaio di legno.
4
Versate il composto ottenuto su un piatto da portata e dategli la tipica forma di una ciambella: cospargetelo con delle codette colorate, lasciate quindi raffreddare la vostra Cicerchiata ormai giunta al termine della sua preparazione prima di portarla in tavola e allietare i vostri ospiti con questo irresistibile dolce.

Come conservare la Cicerchiata

Potete conservare la Cicerchiata sotto una campana di vetro oppure all’interno di un contenitore di plastica chiuso e riposto in frigorifero per al massimo un paio di giorni.

Varianti e alternative

In caso non la gradiste, potete sostituire la frutta candita con delle mandorle: il risultato finale sarà diverso ma comunque gustoso ed irresistibile.

Commenti

Stefy

Mi piace sperimentare e creare ricette nuove, abbinamenti insoliti e creare magia nei miei piatti!