Torta Dobos

La Torta Dobos è il dolce ungherese più famoso. Scenografico e squisito, il dolce prende il nome dal pasticcere ungaro József Dobos: vediamo come realizzarlo!

torta-dobos
Difficoltà Difficile
Preparazione 60 minuti
Cottura 1 ora e 5 minuti
Dosi per 16 persone
Costo Nella media

La Torta Dobos è una torta dall’aspetto davvero scenografico molto squisita di origine ungherese. Per realizzare il dessert dovrete prestare molta attenzione e avere a disposizione almeno un paio d’ore ma non spaventatevi: seguendo passo passo la nostra ricetta riuscirete a ottenere un dolce perfetto uguale a quello che potete gustare nelle tipiche caffetterie di Budapest. Una curiosità? La torta prende il nome da József Dobos, un pasticcere che alla fine del 1800 creò per sbaglio la crema con la quale farcire il dolce di oggi!

In questo fantastico e dolcissimo dessert diversi strati di pasta biscotto si alternano a strati di crema al burro al cioccolato: l’ultimo strato viene decorato con un disco di pasta ricoperto da del caramello rendendo il tutto non solo bellissimo da vedere ma anche buonissimo da mangiare! Servite la torta al termine di una b o ogni qualvolta vogliate stupire i vostri ospiti che vi assicuriamo rimarranno a bocca aperta.

La Torta Pan di Stelle, la Flan Parisien, la Torta Barozzi e altre fantastiche torte sono presenti all’interno del nostro sito. Ora erò sarà come navigare lungo le rive del Danubio: preparate gli ingredienti necessarie e realizzate insieme a noi la Torta Dobos!

– Ingredienti per 16 persone

– Come Fare la Torta Dobos

  1. Per preparare la Torta Dobos iniziate realizzando l'impasto: separate i tuorli e gli albumi in due ciotole differenti, unite agli albumi metà della quantità di zucchero prevista, lavorateli con uno [amazon link="B0050IHF50" title="sbattitore elettrico" link_class="link-amazon"] fino a ottenere un composto spumoso, coprite la bacinella con della pellicola trasparente e riponetela in frigorifero. Aggiungete l'altra metà dello zucchero ai tuorli e, ottenuto un composto chiaro e areato, aggiungete il burro ridotto a pezzetti poco per volta con i semi della bacca di vaniglia e amalgamate il tutto.
  2. Unite gli albumi ai tuorli poco per volta mescolando con una frusta per dolci dal basso verso l'alto: setacciate la farina e la fecola e versatele pian piano a pioggia nella ciotola rimestando sempre accuratamente dal basso verso l'alto con la frusta. Trasferite l'impasto in una [amazon link="B06XMYV82Y" title="sac à poche" link_class="link-amazon"], versate circa 100 grammi di composto all'interno di un [amazon link="B0018M6GLQ" title="anello di pasticceria dal diametro di 22 centimetri" link_class="link-amazon"] posizionato su una teglia foderata con della carta forno, livellate la superficie con il dorso di un cucchiaio e create in tutto otto dischi.
  3. Cuocete a 200°C per circa otto minuti o comunque fino a quando non risulteranno dorati: estraete i dischi dal forno, fateli intiepidire all'interno dell'anello e, dopo averli sformati, fateli raffreddare completamente su una [amazon link="B004W75YMG" title="gratella per dolci" link_class="link-amazon"]. Dedicatevi quindi alla preparazione della crema al burro al cioccolato.
  4. Sciogliete a bagnomaria il cioccolato e trasferitelo, una volta pronto, all'interno di una bacinella ricordandovi di mescolarlo con una spatola ogni tanto. Mettete l'acqua e lo zucchero in un [amazon link="B0088O1OBE" title="pentolino dal fondo spesso" link_class="link-amazon"] e scaldate il tutto a fuco dolce: quando lo zucchero si sarà sciolto mescolate con un cucchiaio di legno il composto e fategli raggiungere la temperatura di 121°C utilizzando un [amazon link="B01N5KDGGE" title="termometro per alimenti" link_class="link-amazon"]. Quando lo sciroppo si starà avvicinando alla temperatura richiesta lavorate in una planetaria i tuorli e, raggiunta la temperatura indicata, versate il caramello a filo nella ciotola lavorando fino a quando non si sarà raffreddato.
  5. Lavorate all'interno di una terrina il burro a temperatura ambiente ridotto a cubetti con i semi della bacca di vaniglia utilizzando una spatola fino a ottenere un composto omogeneo: aggiungete quindi poco per volta il burro nella planetaria continuando a mescolare fino a quando non avrete ottenuto un composto dalla consistenza cremosa. Unite anche il cioccolato fuso ormai freddo alla preparazione, il cacao amaro setacciato e mescolate fino a ottenere un composto omogeneo e privo di grumi: trasferite la crema nella sac à poche munita di beccuccio liscio, riponetela in frigorifero a riposare per almeno trenta minuti e, ultimato il tempo di riposo, dedicatevi all'assemblaggio della torta.
  6. Prendete il primo disco e ricopritelo completamente con la crema al burro e cioccolato, posizionatevi sopra un'altro disco e proseguite alterando strati di crema a ogni cerchio: tenete da parte un disco e lasciate l'ultimo strato privo di crema. Cospargete tutta la torta con la crema aiutandovi con una spatola in maniera tale da ottenere una superficie liscia: distribuite sui lati del dolce le lamelle di mandorle, trasferite la crema rimasta nella sac à poche munita stavolta di un beccuccio stellato e riponete la torta e la crema in frigorifero.
  7. Versate lo zucchero e l'acqua nel pentolino con il fondo spesso e lasciate caramellare a fuoco medio-dolce: quando la preparazione avrà raggiunto un colore quasi dorato versatela sul disco di torta tenuto da parte, distribuite uniformemente con una spatola per dolci e fate solidificare per un paio di minuti. Cospargete con dell'olio la lama ben affilata di un coltello e dividete il disco in spicchi.
  8. Riprendete la torta e la crema dal frigorifero e decorate la superficie realizzando dei ciuffetti con la sac à poche: posizionate gli spicchi di torta caramellata in maniera obliqua tra i ciuffi e terminate il tutto creando un'ultimo ciuffetto al centro del dolce. Riponete in frigorifero la vostra Torta Dobos per almeno un'ora prima di tagliarla e servirla agli ospiti.

– Consigli

Se volete potete realizzare i dischi di torta e la crema al burro al cioccolato con un giorno di anticipo dedicandovi alla composizione del dolce solo un’ora prima del momento nel quale avete intenzione di servirlo.

– Come conservare la Torta Dobos

Potete conservare per al massimo un paio di giorni in un contenitore di plastica ben chiuso o sotto una campana di vetro riposta in frigorifero la vostra Torta Dobos.

– Varianti e Alternative

In alternativa alle lamelle di mandorle potete utilizzare della granella di nocciole per decorare i bordi della torta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chai-tea-latte

Chai Latte

Crepes

crepes