Baccalà alla Napoletana, la Ricetta Originale

Il Baccalà alla Napoletana è una ricetta tipica campana preparata con baccalà fritto, insaporito con un sugo di pomodoro e passato al forno. Ecco come cucinare il baccalà al pomodoro alla napoletana.

Ricetta Baccala Alla Napoletana
Difficoltà Media
Preparazione 20 minuti
Cottura 120 minuti
Dosi Per 4 persone
Costo Nella media

Tra i secondi piatti di pesce, il Baccalà alla Napoletana non è certamente tra i più conosciuti, ma possiamo garantirvi che una volta provato non potrete più farne a meno. Come tutte le Ricette con il Baccalà, il sapore deciso di questo sapido pesce la fa da padrone, conferendo al piatto un gusto caratteristico. Sebbene la tradizione italiana vanti svariate ricette con questo pesce, è una prerogativa proprio campana quella di cucinare il Baccalà al Sugo.

Per rendere questa ricetta napoletana ancora più saporita però dovete sapere che ce l’hanno messa proprio tutta: non basta cuocere il baccalà con pomodoro, olive, capperi e aglio. Prima di fare tutto questo dovrete preparare delle Frittelle di Baccalà alla Napoletana, passando ciascun pezzo di pesce nella farina e friggendolo. Fatto questo e preparato il sugo, si procede con la preparazione di una Teglia di Baccalà alla Napoletana che andrà passata in forno. Insomma, avete capito che non stiamo parlando né di un semplice Baccalà in Umido né tantomeno di un baccalà al forno.

Tra le altre Ricette con il Baccalà vi consigliamo di provare anche il Baccalà alla Vicentina, la Polenta Grigliata con Baccalà Mantecato oppure trasformarlo in sfiziose Polpette di Baccalà.

Hai un ristorante, una trattoria o una pizzeria? Crea il tuo MENU DIGITALE GRATIS!Rispetta le norme sul distanziamento sociale, crea ora GRATIS il tuo menu con QR Code!

– Ingredienti per 4 persone

– Come Fare il Baccalà alla Napoletana, la Ricetta Originale?

  1. Per preparare il Baccalà alla Napoletana cominciate dalla preparazione del sugo. Mettete in un tegame l'olio extravergine di oliva con gli spicchi di aglio sbucciati e i pelati schiacciati con una forchetta. Profumate con il peperoncino tritato e lasciate cuocere per 15 minuti.
  2. Nel frattempo prendete il baccalà dissalato e rimuovete la pelle tirando con forza moderata, quindi rimuovete le spine con una pinzetta da cucina. Potrete sentirle facilmente passando un dito sulla carne.
  3. Tagliatelo poi in modo da ottenere 8 pezzetti grandi uguali.
  4. Passateli uno a uno nella farina e teneteli da parte.
  5. Scaldate l'olio di semi in una pentola e quando avrà raggiunto i 180°C (potete misurarne la temperatura con un termometro da cucina), cominciate a friggere il baccalà poco per volta fino a che non risulterà dorato. Ci vorranno all'incirca 2 o 3 minuti.
  6. Scolatelo con una schiumarola e passatelo su carta assorbente.
  7. Ora che il baccalà è fritto non vi resta che dissalare i capperi passandoli sotto l'acqua corrente e unirli, insieme alle olive, al sugo di pomodoro. In questa fase rimuovete anche gli spicchi d'aglio.
  8. Insaporite il baccalà per qualche minuto con il sugo quindi trasferite il tutto in una pirofila adatta alla cottura in forno e cuocete a 160°C per 20 minuti.
  9. Servite il Baccalà alla Napoletana completando con una spolverata di prezzemolo.
  10. Ricetta Baccala Alla Napoletana

– Seguici su YouTube!

Guarda altre Videoricette

I Nostri Prodotti Preferiti

Scopri Tutte Le offerte del Giorno ›

– Varianti e Alternative

Alcune varianti del Baccalà alla Napoletana prevedono l'aggiunta delle patate. In questo caso unitele al sugo di pomodoro, dopo averle sbucciate e tagliate a dadini, insieme a un bicchiere di acqua e cuocete il tutto per almeno 20 minuti o fino a che non risulteranno tenere.

– Consigli

Vi consigliamo di dissalare accuratamente il baccalà prima di dedicarvi a questa ricetta. Per farlo lasciatelo a mollo in acqua fredda per 3 giorni avendo cura di cambiarla 2-3 volte al giorno.

– Come Conservare il Baccalà alla Napoletana, la Ricetta Originale

Il Baccalà alla Napoletana si conserva in frigorifero per 2-3 giorni. Vi consigliamo di consumarlo dopo averlo riscaldato qualche minuto in padella o al forno.

Lascia un commento