Ricette con la Mostarda Bolognese

La Mostarda Bolognese è molto diversa dalla Mostarda Mantovana. La prima infatti all’aspetto ricorda una macedonia, con pezzi di frutta quasi glassati, questa invece è più che altro una marmellata. In origine veniva preparata dalle massaie bolognesi con la frutta troppo matura, prossima a essere buttata, alla quale veniva aggiunto mosto d’uva cotto, zucchero e senape.

Va da sé quindi che la Mostarda Bolognese ha sentori aspri e dolci contemporaneamente, cosa che la rende adatta quindi a molteplici preparazioni. È uno degli ingredienti delle Raviole per esempio, ma si è anche soliti servirla con il formaggio squacquerone. Resta comunque la protagonista di molti Dolci Bolognesi, poco conosciuti fuori dai confini regionali.

La Ricetta della Mostarda Bolognese oggi è leggermente diversa dall’originale. Si utilizzano infatti solo prugne, mele e pere cotogne a cui si aggiunge poi zucchero e senape. Il risultato è una sorta di marmellata di colore scuro davvero deliziosa.

Provate le nostre Ricette con la Mostarda Bolognese per scoprire la versatilità e il sapore intenso di questo ingrediente così poco conosciuto.

Leggi tutto

Non hai altri contenuti in questo raccoglitore.

Non abbiamo altro da mostrare.