Forno Statico o Ventilato: le Differenze e Quale Scegliere

Scopriamo le differenze tra il forno statico e il forno ventilato, quale utilizzare per determinate preparazioni e come fare se ne abbiamo solo uno dei due.

Forno Statico O Ventilato Le Differenze E Quale Scegliere

Il Forno è tra gli elettrodomestici presenti in tutte le cucine, eppure non è sempre detto che sappiamo utilizzarlo al meglio. Sapete per esempio qual è la differenza tra il Forno Statico e il Forno Ventilato? Avete dubbi su quale utilizzare per determinate preparazioni?

A questi e molti altri quesiti risponderemo oggi con questa guida: di seguito troverete tutto quello che c’è da sapere sul Forno Statico e sul Forno Ventilato, dai simboli dei due forni a come fare se ne abbiamo solo uno dei due. Inoltre vi spiegheremo come fare la conversione tra Forno Statico e Forno Ventilato e soprattutto come trasformare un Forno Statico in Ventilato.

Dopo aver letto questa guida vi assicuriamo che il Forno Statico e il Forno Ventilato non avranno più segreti per voi! Eccovi quindi la guida su Forno Statico o Forno Ventilato: le Differenze e Quale Scegliere!

Il Forno Statico

Forno Statico O Ventilato Le Differenze E Quale Scegliere Statico

Cos’è il Forno Statico

Il Forno Statico è un tipo di forno che funziona con il metodo dell’irraggiamento, ovvero grazie alla presenza di resistenze elettriche all’interno del forno che sprigionano calore. Anche il Forno a Gas è considerato statico, sebbene non sia dotato di resistenze e anche se il calore proviene solamente dalla parte inferiore del forno.

Qual è il Simbolo del Forno Statico

Simbolo Del Forno Statico

Il simbolo del Forno Statico si presenta come un quadrato che racchiude una o due linee orizzontali: se le righe sono due (ovvero una in alto e una in basso) allora significa che il forno è riscaldato sia sopra che sotto, se invece la riga è una (posta in alto oppure in basso) significa che il forno è riscaldato o solo sopra oppure solo sotto.

Cosa Cuocere nel Forno Statico

Il Forno Statico permette una cottura più lenta e delicata, grazie al calore che proviene uniformemente da tutti lati. Questo significa che le pietanze cotte in Forno Statico risulteranno asciutte e ben cotte sia all’esterno che all’interno. Per questo motivo il Forno Statico è adatto in generale a tutte le preparazioni che contengono lievito.

Ed ecco in linea generale gli alimenti che andrebbero cotti nel Forno Statico:

  • Torte
  • Dolci
  • Pan di Spagna
  • Meringhe
  • Pasta Sfoglia
  • Pizze
  • Pane
  • Focacce

Il Forno Ventilato

Forno Statico O Ventilato Le Differenze E Quale Scegliere Ventilato

Cos’è il Forno Ventilato

Il Forno Ventilato è un tipo di forno che funziona tramite convenzione: la ventola all’interno del forno crea un movimento di aria calda che permette una cottura più veloce. Grazie a questo sistema, nel Forno Ventilato è possibile anche cuocere più pietanze diverse tutte insieme.

Qual è il Simbolo del Forno Ventilato

Forno Ventilato Simbolo

Com’è facilmente intuibile, il simbolo del Forno Ventilato si presenta come un quadrato al cui interno troviamo una ventola.

Cosa Cuocere nel Forno Ventilato

Il Forno Ventilato permette una cottura molto più veloce, che dà come risultato pietanze fragranti fuori e più morbide all’interno. Per questo motivo il Forno Ventilato è perfetto per la cottura di tutti quei piatti che necessitano di gratinatura oppure per le pietanze che hanno consistenze differenti.

Indicativamente andrebbero sempre cotti nel Forno Ventilato:

  • Arrosti
  • Pasta al Forno
  • Lasagne
  • Pesce e Verdure al Cartoccio
  • Biscotti
  • Crostate
  • Dolci dal Cuore Morbido
  • Verdure Ripiene
  • Cibi Gratinati
  • Crumble
  • Sformati

Consigli Pratici per l’Uso del Forno Ventilato e del Forno Statico

Forno Statico O Ventilato Le Differenze E Quale Scegliere Consigli Pratici

Solitamente i forni di ultima generazione sono combinati, ovvero permettono di cuocere sia in modo statico che in modo ventilato, eppure è possibile che qualcuno abbia a disposizione solamente una delle due funzioni. Questo però non significa che sia necessario rinunciare a determinate preparazioni, basta semplicemente adottare alcuni piccoli trucchetti.

Cosa Fare Se Non Si Ha il Forno Ventilato

Chissà quante volte vi sarà capitato: la ricetta che volete realizzare prevede l’utilizzo del Forno Ventilato, così vi siete chiesti cosa potete fare se avete solamente il Forno Statico.

Se il vostro forno è sprovvisto di ventola, tutto quello che dovete fare è aumentare la temperatura di 20-25°C. Ovviamente durante la cottura dovrete controllare con più attenzione la vostra pietanza, ma in linea di massima avrete ottenuto un risultato pressoché identico!

Come Cuocere i Lievitati in Forno Ventilato

Se non avete il Forno Statico, ma volete comunque realizzare dei lievitati (oppure semplicemente la ricetta che volete preparare prevede l’utilizzo del Forno Statico), tutto quello che dovete fare è ridurre le temperatura di circa 20°C e procedere con la cottura.

Se volete preparare dei lievitati come Pane e Brioche, vi consigliamo di spennellare la superficie della pietanza con latte, uovo sbattuto o burro fuso: in questo modo durante la cottura non si formerà la famosa crosticina in superficie, responsabile del blocco della crescita dei lievitati.

Consigli Utili per Non Sbagliare

Forno Statico O Ventilato Le Differenze E Quale Scegliere Consigli Utili

Ci sono una serie di consigli utili che potete seguire per non sbagliare durante la cottura in forno, rischiando di compromettere il risultato finale di una ricetta. Si tratta di consigli salvavita da tenere a mente se la cottura in forno non vi riesce mai come vorreste:

  • Se state cuocendo dei lievitati in Forno Ventilato vi consigliamo di riporre sul fondo del forno un recipiente colmo di acqua, in modo da creare un ambiente umido che renda la pietanza più morbida.
  • Le temperature indicate dai forni non sono mai particolarmente precise e in alcuni casi potrebbero esserci addirittura parecchi gradi di differenza tra quello che indica il forno e la temperatura effettiva. Per questo vi consigliamo di munirvi di un termometro per forno, l’unico strumento in grado di indicarvi l’esatta temperatura all’interno del forno.
  • Durante le cotture in forno statico è fondamentale rimuovere la leccarda dal forno se non la state utilizzando: lasciarla comunque in forno la rende una barriera che impedisce la corretta diffusione del calore.
  • Per una corretta cottura delle pietanze vi consigliamo di riporle nella parte centrale del forno, in modo che il calore si distribuisca uniformemente.
  • Tenete sempre a mente la differenza di temperatura tra i due forni: 160°C di forno ventilato significano 180°C di forno statico.

Pratico Termometro per Forno dotato di gancio e con numeri ben visibili, ideale per controllare la temperatura interna del forno.

Come Pulire il Forno

Come Pulire Il Forno

E dopo aver imparato come utilizzare sia il forno statico che il forno ventilato, è ora di scoprire come si puliscono correttamente! Eccovi quindi la nostra guida su Come Pulire il Forno.