Integratori, Allerta del Ministero della Salute: “Diffidare da prodotti miracolosi”

Non esistono prodotti miracolosi: gli integratori non possono sostituire una dieta sana ed bilanciata. Ecco le linee guida del Ministero della Salute.

A cura di Stefy | Pubblicato il 5 Novembre 2019
Cibo Salutare Pillole Integratori

Gli integratori alimentari vanno assolutamente utilizzati con cautela e occorrerebbe sempre diffidare dai cosiddetti “prodotti miracolosi“. Gli integratori non sono farmaci con finalità di cura, al contrario sono studiati e proposti per favorire nell’organismo lo svolgimento di alcune funzioni o per ridurre i fattori di rischio di malattia. Ad affermare tutto questo è lo stesso Ministero della Salute, che ha anche pubblicato un decalogo per fare un uso corretto di questi prodotti.

Nelle linee guida del ministero si apprende che

l’uso di integratori deve avvenire in modo consapevole e informato sulla loro funzione e sulla valenza degli effetti svolti, senza entrare in contrasto con l’esigenza di salvaguardare abitudini alimentari e comportamenti corretti nell’ambito di uno stile di vita sano e attivo.

Ed ancora:

Ricorda che una dieta varia ed equilibrata fornisce, in genere, tutte le sostanze nutritive di cui l’organismo ha bisogno. Se intendi far uso di un integratore, accertati che gli effetti indicati in etichetta rispondano effettivamente alle tue specifiche esigenze di ottimizzazione della salute e del benessere e non superare le quantità di assunzione indicate. Leggi sempre per intero l’etichetta e presta particolare attenzione alle modalità d’uso, alle modalità di conservazione e agli ingredienti presenti, anche in considerazione di eventuali allergie o intolleranze

Il decalogo ricorda inoltre che andrebbe sempre chiesto un parere al proprio medico e assolutamente un parere del pediatra prima di somministrare integratori ai bambini, a maggior ragione se si è incinta o si sta allattando.
Il ministero ci tiene inoltre a ribadire che un prodotto non è sicuro solo perché naturale ma anzi, proprio per il suo profilo di attività ‘fisiologica’, potrebbe determinare effetti inattesi e indesiderati.

L’uso di integratori nella dieta al fine di ridurre il proprio peso, ricorda il Ministero, può avere solo un effetto secondario e accessorio per le specifiche indicazioni riportate in etichetta. E l’uso degli integratori in ambito sportivo deve tenere in considerazione il tipo di sport, la sua intensità e durata, nonché delle specifiche condizioni individuali.

Infine il Ministero ricorda di prestare massima attenzione ai prodotti venduti su canali secondari come Internet e i consultare sempre il Registro ufficiale in cui vengono riportati i prodotti regolarmente notificati per l’immissione sul mercato italiano.

Commenti