Come Pulire la Moka

Consigli e trucchi su come recuperare una moka non usata da tanto, come pulire una caffettiera bruciata e come igienizzarla senza prodotti chimici!

Come Pulire La Moka Del Caffe

La Moka per noi Italiani è immancabile in cucina: fedele compagna di risvegli assonnati, cene tra parenti e chiacchiere con le amiche, la macchina del caffè è onnipresente sui nostri fornelli. Ogni tanto però vi può capitare che il caffè non salga, oppure di accorgervi che la vostra caffettiera non funzioni più bene come un tempo.

Probabilmente quello di cui avrà bisogno è solo una buona pulizia, rigorosamente senza detersivi o prodotti chimici. Con i nostri consigli, trucchi e qualche accortezza che leggerete in questa guida, la vostra Moka tornerà a splendere e ad erogare un caffè delizioso.

Cos’è la Moka?

La Moka (anche caffettiera o macchina per il caffè) è stata inventata in Italia nel 1933 da Alfonso Bialetti e prodotta successivamente in più di 105 milioni di esemplari. La Moka è presente in importanti musei come il MoMA di New York ed è universalmente nota come un’icona del Made in Italy. Sebbene negli ultimi anni le macchine automatiche per il caffè (o quelle in cialde) si siano molto diffuse, nelle case degli italiani non può mancare almeno una moka.

Com’è Fatta la Moka?

La macchina del caffè è un semplice oggetto, costituito da 3 parti essenziali in acciaio o alluminio: la caldaia per l’acqua (1), il filtro per la polvere di caffè (2), la guarnizione (3), il filtro “piastrina” (4) e il bricco superiore che conterrà la bevanda erogata (5). È presente anche un manico realizzato con una speciale resina o in silicone, per poter spostare la Moka bollente e versare il caffè senza scottarsi.

Componenti Moka

La moka brevettata da Bialetti prevede unicamente la forma ottagonale; le varianti che si possono trovare in commercio (con più o meno lati) o a forma cilindrica sono semplicemente imitazioni.

Qual è il Significato del Nome Moka?

Il nome della Moka deriva direttamente da quello di una città mediorientale nello Yemen, ovvero Mokha, anche conosciuta come una delle prime e più famose zone di produzione di caffè.

Come Funziona la Moka?

Il funzionamento della Moka è piuttosto semplice:

  1. per prima cosa si riempie di acqua la caldaia inferiore (non si deve superare il livello della valvola di sicurezza)
  2. si inserisce nella caldaia il filtro, in cui si andrà ad aggiungere la propria miscela di caffè in polvere preferita (che non andrà esageratamente pressato)
  3. infine si avvita la parte superiore (il “bricco”) dotata anche di un secondo filtro (detto “piastrina“)
  4. mettendo la moka sul fuoco, l’acqua si riscalda fino a circa 90°C, aumenta la pressione e il vapore costringe l’acqua ad incanalarsi attraverso l’imbuto che porta al filtro contenente il caffè, producendo la bevanda per percolazione. Il caffè continua a salire e, passando attraverso una cannula chiamata “camino“, raggiunge infine il bricco.
Animazione Funzionamento Moka
© Wikipedia

Come Pulire la Moka?

La moka non va lavata. Quante volte avete detto o vi siete sentiti dire questa frase? Sappiate che non è completamente vero: la moka non va lavata con prodotti chimici, abrasivi e/o profumati ma ha comunque bisogno di essere correttamente pulita (anche per rimuovere eventuali oli e grassi residui del caffè stesso).

L’esterno della macchina del caffè non ha bisogno di particolari accortezze quando viene pulito; vi basterà una spugna che non gratti e un po’ di aceto bianco. Per le parti annerite dal contatto con la fiamma potreste optare per aceto classico e bicarbonato.

Come Pulire la Moka con il Bicarbonato?

Oltre che alla pulizia quotidiana della Moka sotto acqua corrente, di tanto in tanto è necessario pulire la caffettiera in modo più completo (ma sempre con prodotti naturali).
Per una pulizia approfondita della Moka: riempite la caldaia con acqua e mettete un cucchiaino di bicarbonato nel filtro, chiudete e mettete sul fuoco come se fosse un normale caffè. Sciacquate approfonditamente e fare un caffè “prova” (che getterete) per verificare il corretto funzionamento.

Caffettiera Moka Pulita

Come Pulire il Filtro della Moka

Questo è un passaggio fondamentale per garantire una corretta estrazione del caffè: un filtro libero da residui e incrostazioni garantirà un perfetto scorrimento del flusso d’acqua.

Per evitare che il filtro della moka si riempia di residui, tenetela sempre pulita: dopo l’utilizzo, apritela e svuotatela immediatamente.
Se non siete soliti seguire questa prassi, potreste trovarvi spesso con il filtro “intasato”; per pulire il filtro dai residui più grossolani potete utilizzare uno stuzzicadenti o un ago, mentre per quelli più piccoli potete provare ad immergere il filtro in una soluzione di acqua calda e aceto (o acido citrico) per un’oretta e poi spazzolare la superficie forata.

Quando Cambiare il Filtro della Moka?

Il filtro, se correttamente mantenuto e pulito ha la stessa durata della Moka, e può quindi durare una vita.

Come Pulire la Guarnizione della Moka?

La guarnizione della vostra Moka (per intenderci l’anello in gomma sotto al bricco superiore) è facile da pulire, basta sciacquarla con semplice acqua dopo ogni utilizzo. Per una pulizia più accurata, una volta al mese, potete passarla con un panno imbevuto di aceto bianco.

Quando Cambiare la Guarnizione della Moka?

È fondamentale perché il vostro caffè abbia un buon sapore che la guarnizione sia in ottime condizioni: deve essere perfettamente integra, non bruciata e non eccessivamente indurita dall’uso. In caso si verifichi una di queste condizioni, significa che è giunto il momento di cambiare la guarnizione della vostra macchina del caffè.

Componenti di Ricambio della Moka
Componenti di Ricambio della Moka
© Bialetti

Come Cambiare la Guarnizione e il Filtro della Moka?

Dopo aver acquistato una guarnizione e/o un filtro compatibile con il vostro modello di Moka (verificate per bene la misura), procedete aprendo la vostra caffettiera e, con l’aiuto di un coltello appuntito fate leva sotto alla guarnizione per sollevarla e rimuovere sia guarnizione che filtro.
Prima di procedere alla sostituzione delle due componenti, mettete la guarnizione in un pentolino con acqua fredda e ponetelo sul fornello sino ad ebollizione: in questo modo la guarnizione risulterà più morbida e si adatterà meglio.

Procedete rimontando filtro e guarnizione, collaudando poi il buon funzionamento preparando un caffè leggero (che vi consigliamo di buttare) per permettere alle nuove componenti di acquisire l’aroma di caffè.

Come Eliminare il Calcare dai Filtri della Moka?

Per eliminare il calcare accumulato nelle parte interne delle Moka: riempite la caldaia con una soluzione composta da tre parti di acqua, una di aceto (ovviamente senza caffè), un pizzico di sale e mettetela sul fuoco. Lasciate bollire, buttate la soluzione e ripetete per altre due volte ma solo con acqua (per sciacquare). Potrete tornare così ad utilizzare la vostra amata Moka!

Qualora vi fosse capitato di lasciare la Moka inutilizzata per molto tempo, la prima cosa da fare è verificare che sia ancora in buono stato. Se presentasse muffa o si fosse ossidata, il consiglio è quello di cambiarla…altrimenti una semplice pulizia approfondita preparando la soluzione appena descritta (acqua+aceto+sale) la farà tornare a splendere.

Come Evitare che si Formi Muffa nella Moka?

Se usate poco la Caffettiera (magari un modello più capiente che tenete solo per le grandi occasioni) può essere che si formi della Muffa all’interno. Il consiglio è, quando la usate, di pulirla in maniera estremamente accurata e di riporla solo quando completamente e perfettamente asciutta.

Come Pulire la Moka Elettrica?

Moka Timer

La caffettiera elettrica è quasi come una normalissima Moka, semplicemente dotata di una particolare base di appoggio che viene collegata alla corrente elettrica. Questa Moka di ultima generazione consente così di preparare il caffè senza la necessità di avere un fornello a disposizione.

Per questa tipologia di Macchina da Caffè è meglio consultare il libretto di istruzioni, anche se solitamente non andrebbe immersa in liquidi ma semplicemente pulita nelle sue parti classiche, come analizzato per la Moka Classica.

Erogazione Caffè Moka

Cosa Fare se il Caffè non Sale?

Il caffè non sale perché, probabilmente, si è formata un’ostruzione dove dovrebbe passare l’acqua. La prima cosa che ti consigliamo di fare è pulire il filtro secondo le indicazioni che ti abbiamo dato qui sopra oppure, se non funzionasse, di provare con una pulizia approfondita.