Frutta e Verdura di Stagione di Marzo

Scopriamo insieme qual è la Frutta e Verdura di Stagione di Marzo, con cui riempire frigo e dispensa, per fare il pieno di nutrienti essenziali in vista della primavera.
Frutta Verdura Marzo

Marzo è un mese che introduce la primavera, in cui l’aria comincia a scaldarsi gradualmente e il sole invernale ci regala qualche raggio più tiepido.

In questo periodo la natura inizia a risvegliarsi, portando con lentezza sulle nostre tavole quei colori e quei profumi tipici della frutta e verdura della nuova stagione entrante.

Colorato e ricco di nutrienti, il menù di marzo inizia a profumare di primavera e si sbizzarrisce in manicaretti facili e veloci oppure in piatti più corposi ideali per il pranzo domenicale, come vi suggeriamo nella nostra raccolta con le Imperdibili Ricette per il Mese di Marzo.

Dunque non dilunghiamoci oltre e vediamo subito la corretta lista della spesa per fare il rifornimento di Frutta e Verdura di Stagione di Marzo!

Frutta e Verdura di Stagione a Marzo

Mese a cavallo tra l’inverno e la primavera, marzo ha la particolarità di portare una nuova ventata di profumi in dispensa, ma approfittando ancora delle qualità organolettiche dei prodotti tipici del periodo invernali.

A marzo troviamo una variazione nella varietà della verdura offerta da madre natura, che vede alcune nuove entrate dal sapore più primaverile, mentre la frutta rimane tenacemente legata ai sapori invernali.

Verdura di Marzo

Marzo profuma di primizie! Così a fianco della tipica verdura invernale come le crucifere (cavoli, broccoli e rape) troviamo qualche novità anche nei sapori: le primizie di marzo infatti, abbandonano il sapore amarognolo dell’inverno e ci concedono dei sapori più dolci.

Agretti

Gli agretti, conosciuti anche come barba del frate, sono le piantine giovani della Salsola soda. Tipici della primavera, questi ortaggi vedono l’inizio della loro raccolta proprio a marzo.

Ricchissimi di acqua e fibre, gli agretti hanno anche un ottimo apporto di vitamine (A, C e B3) e di sali minerali tra cui potassio, magnesio e calcio. Per questo hanno un’azione demineralizzante a cui si associa una funzione diuretica e depurativa.

Il nome agretti deriva dal loro sapore amarognolo, molto apprezzato in cucina. Il metodo migliore per cuocerli è sicuramente al vapore in modo che conservino tutte le proprietà benefiche, servendoli poi in tavola conditi semplicemente con olio EVO e sale o aggiungendo anche del limone.

In alternativa potrete preparare una gustosa frittata di agretti oppure utilizzarli per il ripieno di una torta salata primaverile.

Asparagi

Asparagi Su Tagliere

Grande ritorno per questo ortaggio primaverile, l’asparago, tra i più amati per il sapore dolce e gli svariati usi in cucina. Dalle eccellenti proprietà nutrizionali, l’azione benefica degli asparagi agisce soprattutto sulla stimolazione della filtrazione renale, aiutando l’organismo a depurarsi dalle tossine.

Ricchi di fibre e di sali minerali preziosi, gli asparagi hanno un bassissimo apporto calorico e sono praticamente privi di lipidi.

Le Ricette con Asparagi sono davvero tantissime e vanno dagli antipasti ai contorni, senza saltare nemmeno una portata. Proprio per questa loro praticità è possibile Cucinare gli Asparagi con qualunque metodo di cottura, per servire in tavola tanti piatti diversi, facendo il pieno di queste deliziose primizie primaverili.

Asparagi Selvatici

Gli asparagi selvatici sono in realtà le cime di luppolo, un ortaggio spontaneo ipocalorico e molto saporito. Dal retrogusto leggermente amarognolo, queste sottili infiorescenze crescono nelle zone meno trafficate e in penombra, dove è possibile raccoglierli.

Gli asparagi selvatici oltre ad essere alleati della dieta, vantano anche proprietà tonificanti, rinfrescanti, sedative, diuretiche e lassative. Inoltre purificano il sangue e stimolano le funzioni di filtraggio epatiche e renali.

Deliziosi nelle frittate o nei risotti, consultate la nostra guida su Come Cucinare gli Asparagi Selvatici per conoscere tutto su questo ortaggio e preparare tante ricette saporite.

Barbabietole

Colorata e dal sapore delicato, la barbabietola o rapa rossa, rimane ancora sulle nostre tavole regalandoci piatti deliziosi come il Risotto e manicaretti sfiziosi come i Crostini con Hummus di Barbabietola o le speziate Felafel con Barbabietola e Ceci.

Dal punto di vista nutrizionale le barbabietole sono ricche di vitamine del gruppo B che attivano il metabolismo cellulare, contengono fibre utili a tenere sotto controllo i livelli ematici di colesterolo cattivo e proteggono il sistema immunitario.

Dunque conviene approfittarne e consumare le barbabietole anche per tutto il mese di marzo, prevenendo così l’insorgere dei primi malanni stagionali.

Bietole

Verdura Marzo Bietole

La bietola è una verdura a foglia larga molto digeribile, leggera e rinfrescante. Sulle nostre tavole già nell’inverno, le bietole ci accompagneranno con il loro sapore delicato anche per tutto il periodo primaverile, regalandoci tipici comfort food come la Zuppa di Bietole e tanti piatti gustosi come la Torta Salata o le Bietole al Prosciutto.

Le bietole vantano numerose proprietà e sono tra le prime verdure ad essere inserite nella dieta dei bambini proprio per la loro digeribilità e il buon contenuto di fibre e sali minerali. Ricche di flavonoidi svolgono un’azione antiossidante e antinfiammatoria, associata anche a proprietà diuretiche e disintossicanti.

Broccoli

I broccoli sono ortaggi che appartengono al VI e VII gruppo degli alimenti perché contengono un’elevata dose di vitamina C e beta-carotene. A queste si sommano un buon contenuto di sali (magnesio, ferro e fosforo) e varie proprietà tra cui quella anti-ossidante e anti-tumorale.

Gli usi di questa infiorescenza in cucina sono davvero tantissimi, come suggerito nella nostra raccolta con le più Gustose Ricette con i Broccoli, da cui potrete prendere spunto per preparare tanti sfiziosi menù per tutta la famiglia.

E se volete dare un’occhiata a tutti i modi in cui potrete Cucinare i Broccoli, date un’occhiata alla nostra guida in merito, troverete anche tanti consigli utili su come sceglierli, pulirli e conservarli.

Carciofi

Ricchi di ferro e rame, i carciofi favoriscono la diuresi e contrastano la cellulite, aiutando l’organismo ad eliminare le tossine. Svolgono inoltre un’importante azione protettiva nei confronti del fegato e grazie alla presenza della cinarina risultano anche particolarmente digestivi.

In tavola i carciofi sono davvero versatili e possono essere impiegati in ricette healthy come una semplice e gustosa Insalata di Carciofi oppure in preparazioni più strutturate che sfruttano il sapore deciso e leggermente amarognolo del carciofo, in abbinamento ad altri ingredienti come nel caso della Pasta Carciofi e Salsiccia o del Risotto con Carciofi e Fonduta di Formaggi.

E se volete qualche trucchetto per Pulire i Carciofi alla perfezione evitando che si imbruniscano, consultate la nostra guida.

Cardi

I cardi sono parenti stretti del carciofo, da cui prendono anche il sapore e alcune proprietà come quella depurativa e protettiva nei confronti del fegato. Ricchi poi in termini di fibre e sali, sono poverissimi di calorie e quindi alleati preziosi nella dieta.

Sono ortaggi tipicamente invernali, quindi marzo sarà l’ultimo mese in cui sarà possibile gustarli, preparandoli in umido, arrostiti, al forno oppure con una golosa gratinatura.

Unico inconveniente di questo ortaggio, è che ha una cottura piuttosto lunga, quindi dovrete organizzarvi bene con i tempi di preparazione… ma vi assicuriamo che ne varrà la pena!

Carote

Come Conservare Le Carote Stagionalita

Le carote sono tra gli ortaggi che apportano più benefici a numerosi apparati del nostro corpo, tra cui occhi, pelle, tratto gastro-intestinale e apparato circolatorio. Fonte importante di vitamina A, polifenoli e antiossidanti, le carote vantano anche pochissime calorie, sono diuretiche e depurative.

Le ricette con le carote sono sane e gustose e vi permetteranno di servire in tavola antipasti, primi, secondi o contorni utilizzando questo ortaggio dolce e colorato, per arrivare fino al dessert dove la sua dolcezza naturale darà vita a ricette semplici, sane e gustose come la Carrot Cake o le Camille Fatte in Casa.

Cavoli

Esistono moltissime varietà di cavoli, tutte largamente consumate e caratterizzate dalla famiglia di appartenenza, le Crucifere, e dal bassissimo apporto calorico a fronte di un’alta percentuale di fibre dal potere saziante.

Ortaggio legato all’inverno, il cavolo ha molti benefici a seconda della varietà: ad esempio il cavolo rosso (radicchio) protegge la salute del cuore, il cavolo cappuccio e la verza aiutano a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo (LDL), i cavoletti di Bruxelles contengono una dose invidiabile di vitamina C e beta-carotene e il cavolfiore concorre a regolare la glicemia sanguigna e svolge un’azione antiossidante e antinfiammatoria sul tratto gastro-intestinale.

Dunque consumare abitualmente una porzione di cavoli di qualsiasi varietà è un ottimo modo per contenere le calorie e fare il pieno di sostanze nutritive. Se siete alla ricerca di qualche idea sfiziosa per Cucinare la Verza, consultate la nostra guida. Vi suggeriamo inoltre di dare un’occhiata al nostro raccoglitore con le Migliori Ricette con il Cavolfiore con cui potrete sbizzarrirvi in tante gustose preparazioni.

E per servire qualche entrée stuzzicante provate i Fagottini Radicchio e Taleggio o i Panzerotti al Radicchio Rosso e Gorgonzola: andranno a ruba!

Cicoria

La cicoria è un alimento salutare e molto prezioso perché aiuta l’organismo a depurarsi stimolando il flusso biliare e l’attività renale, inoltre aiuta a ridurre l’assorbimento del colesterolo sanguigno e modula efficacemente l’indice glicemico del pasto.

Dunque un ottimo modo per accompagnare qualunque piatto in maniera leggera, grazie anche alla nota amarognola e gradevole. Con la cicoria potrete preparare degli ottimi piatti come la ricetta pugliese di Cicoria e Fave oppure servire un fresco contorno, perfetto per le carni, preparando una deliziosa Insalata di Puntarelle alla Romana.

E se proprio il retrogusto amarognolo non vi va giù, leggete la nostra guida su Come Togliere l’Amaro alle Verdure, troverete sicuramente un metodo che fa al caso vostro.

Cime di Rapa

Tra le più importanti proprietà delle cime di rapa, ci sono sicuramente l’azione depurativa, detossificante e antiossidante che agisce contro l’azione dei radicali liberi. Molto ricche anche di clorofilla, che aiuta a combattere l’astenia, le cime di rapa sono anche una fonte importante di fosforo e calcio, dunque una verdura alleata del benessere delle ossa.

Le cime di rapa sono una vera e propria istituzione della cucina mediterranea soprattutto nella zona pugliese, campana e laziale dove questa verdura è particolarmente diffusa. Proprio da queste zone nascono le più amate ricette con le cime di rapa come le Orecchiette Pugliesi, i Friarielli in Padella e le golose Lasagne con Salsiccia e Friarielli.

Finocchi

Finocchi Freschi

Dal sapore fresco e pungente, che ricorda vagamente l’aneto, il finocchio è un ortaggio a bassissimo contenuto calorico e privo di grassi, che unito alla sua funzione depurativa, lo rendono un ottimo alleato per le diete dimagranti.

Le foglie di finocchio contengono moltissima acqua e una discreta dose di proteine e carboidrati. Sono inoltre presenti anche molti sali (tra cui fosforo, potassio e calcio) vitamina A, B e C e acido folico.

In cucina i finocchi trovano un largo impiego ed è possibile consumarli crudi nelle Insalate, oppure cuocerli per preparare gustosi manicaretti come i Finocchi Gratinati, i Finocchi al Formaggio in Padella oppure per preparare una gustosa Vellutata.

Un piccolo consiglio: se consumati da crudi prediligete i finocchi tondeggianti (detti “femmine”) mentre per le cotture utilizzate i finocchi dalla forma più schiacciata (detti “maschi”).

Insalate Invernali

Per tutto il mese di marzo potremmo ancora gustare la maggior parte delle insalate invernali che hanno arricchito i nostri menù nei mesi passati, a partire da tutte le varietà di indivia (scarola, riccia e belga); il soncino o valerianella, delicato e dolce; fino ad arrivare al crescione, un’erba di campo dal sapore amarognolo e pungente.

Con tutte queste Tipologie di Insalate avrete un’ampia gamma di ricette con cui sbizzarrirvi per gustarle in fresche nelle insalate oppure cucinandole in saporite ricette. Noi proviamo a darvi qualche spunto: Scarola in Padella, Indivia Belga Gratinata con lo Speck e Torta con Scarole, Polpo e Olive.

Rape

Appartenenti anch’esse alla famiglia delle cruficere (come broccoli e cavoli) le rape sono alimenti ricchi di vitamine in particolare di vitamina A e beta-carotene, vitamina Cvitamine del gruppo B e acido folico.

Le rape svolgono una funzione disintossicante per l’organismo grazie all’ottimo contenuto di zolfo (derivante dai tiocianati) e un’azione antiossidante grazie alla ricchezza di flavonoidi (tra cui la quercitina).

Le rape si caratterizzano inoltre per una polpa soda, ricca di acqua e fibre che si presta bene a numerose preparazioni dalle più semplici vellutate dal sapore delicato, fino alla preparazione di piatti più corposi come le rape stufate in padella con pancetta o guanciale, i gratin o dei cremosi purè.

Ravanelli

I ravanelli sono delle radici dal sapore fresco e pungente e dal bassissimo apporto calorico, basti pensare che 100 gr di prodotto contengono solo 11 calorie.

Composti per lo più da acqua, i ravanelli contengono anche diversi sali minerali come il ferro, il fosforo e il calcio, vitamine del gruppo B, vitamina C e acido folico.

Comunemente in tavola si usano i ravanelli crudi per arricchire insalate dal gusto primaverile come l’Insalata Estiva con Patate al Forno oppure l’Insalata con Pomodori, Cetrioli e Ravanelli; ma è possibile consumare anche i ravanelli cotti utilizzandoli in ricette sfiziose come i Ravanelli Arrosto. Se invece volete servire qualcosa di più originale vi consigliamo assolutamente di provare i Ravanelli Ripieni di Uova Sode e Formaggio: uno tira l’altro!

Rucola

La rucola si caratterizza per il suo sapore leggermente piccantino e assolutamente inconfondibile e vanta proprietà stimolanti, depuranti e digestive. Questa erba è inoltre ricchissima di vitamina C e sali minerali importanti tra cui il ferro.

Immancabile sulle tavole primaverili è possibile consumare la rucola cruda aggiungendola alle insalate e rendendole subito più interessanti. Sono gradevoli i contrasti di sapore tra l’amaro di questa verdura e la dolcezza o la sapidità di altri ingredienti, come nel caso dell’Insalata di Rucola con Pesche e Speck, fresca e davvero ricca di sapori.

Nel caso invece voleste usare la rucola nei piatti caldi allora vi consigliamo di preparare il Pesto di Rucola con cui condire la pasta oppure di preparare degli sfiziosissimi Gnocchi o ancora un casereccio piatto di Trofie con Panna, Rucola e Speck.

Sedano Rapa

Anche il sedano rapa come il suo parente stretto, ovvero il sedano a coste con cui condivide anche il sapore ma in maniera più delicata, è ricco di proprietà.

Caratterizzato da un’elevato contenuto di acqua (pari a circa al 90% del peso) è ipocalorico e ricco di vitamine (A, B e C) e di sali minerali come ferro, rame, selenio, fosforo e potassio, che svolgono un’azione remineralizzante e antiossidante.

Cucinare il Sedano Rapa è molto semplice perché oltre a consumarlo da crudo condito solo con cinegrette, scaglie di Grana e noci, potrete utilizzarlo anche per arricchire altre insalate primaverili oppure trattarlo come un tubero e preparare sfiziose ricette come il Sedano Rapa Gratinato, in Padella oppure farne un cremoso Purè.

Spinaci

Gli spinaci sono verdure a foglia verde, larga e carnosa e sono tra le verdure fresche più consumate nelle cucine italiane, grazie al loro sapore gradevolmente delicato e dolce, tanto gradito anche ai più piccoli.

A bassissimo contenuto calorico, gli spinaci hanno un’ottima percentuale di ferro e una buona fonte di vitamina C, carotenoidi, acido folico e clorofilla che li rende dei perfetti antiossidanti naturali.

Le ricette con gli spinaci sono davvero tantissime, senza saltare nessuna portata e andando incontro ai gusti di chiunque, dalle preparazioni più light a quelle più goderecce, come vi suggeriamo nella nostra raccolta con le Imperdibile Ricette con gli Spinaci: correte a sfogliarla, siamo certi che vi faremo venire l’acquolina in bocca!

Taccole

Verso la fine del mese di marzo arrivano nel reparto orto-frutta e nei banchi del mercato anche le taccole, attesissime per il loro sapore dolce e delicato che fa subito primavera.

Pur facenti parte della famiglia dei legumi, le taccole sono da considerarsi delle verdure perché ricche di acqua e fibra e povere di proteine e calorie. Le taccole sono inoltre ricche di vitamina C, caroteni, vitamine B9 e ferro.

In cucina le taccole sono presenti in molti piatti dal sapore fresco tipici del periodo primaverile ed estivo. Sono ottime cotte al vapore e condite con una semplice cinegrette oppure potrete usarle per arricchire primi piatti come le Reginette con Taccole e Ricotta oppure secondi di carne come lo Spezzatino con le Taccole.

Frutta di Marzo

La frutta di marzo è ancora del tutto legata ai sapori invernali. Troviamo ancora una grande varietà di agrumi, anche se le arance si perderanno lentamente durante il mese.

Ancora tenace la frutta a polpa soda e zuccherina che ci accompagna dall’autunno.

Arance

A marzo è ancora possibile gustare delle prelibate arance, scegliendo tra le varietà che più preferite. In questo mese sono più diffuse le arance Moro e arance Tarocco, caratterizzate da una polpa molto succosa e dolce.

Le arance contengono una buona dose di acqua e fibre accompagnata da una grande ricchezza di vitamine (soprattutto la C, ma anche A, E e vitamine del gruppo B) e di sali minerali.

Dal sapore delicatamente agrumato, le arance si adattano a moltissime preparazioni sia dolci che salate. Per qualche idea sfiziosa per gustare le arance nei dolci vi consigliamo di provare la ricetta della golosa Torta Rovesciata all’Arancia oppure della più rustica Torta di Polenta all’Arancia.

Se invece volete optare per l’utilizzo delle arance nei piatti salati preparate un succulento Petto d’Anatra all’Arancia oppure i cremosissimi Petti di Pollo con Salsa allo Yogurt e Arancia.

E per concludere in leggerezza il pasto un bel Sorbetto digestivo, preparato sempre con le arance!

Bergamotto

Il bergamotto è un agrume poco consumato, ma la sua polpa succosa contiene un concentrato di vitamina A e C, di polifenoli e minerali importanti, tra cui il potassio.

Il bergamotto ha un sapore fortemente acidulo e molto aromatico, non a caso gli olii essenziali contenuti nella sua buccia vengono utilizzati in ambito cosmetico.

Nella cucina nostrana ha scarso impiego, ma prendendo spunto dalla cucina asiatica è possibile aromatizzare piatti speziati e piccanti con il bergamotto, per rinfrescarne il sapore, un po’ come si farebbe con il limone.

Provatelo nel Curry di Agnello, nella Chana Masala o nel Pollo Thai, la sua nota agrumata vi conquisterà!

Cedri

Altro agrume sottovalutato è il cedro, un frutto dalla buccia bitorzoluta con uno spesso strato spugnoso che ricopre un piccolo nocciolo di polpa succosa.

Contrariamente alla gran parte degli agrumi, le maggiori proprietà dei cedri non risiedono nella polpa bensì nello strato bianco e spugnoso che la ricopre.

Ricco di fibre e di flavonoidi, questo involucro insieme alla scorza dove si concentrano gli oli essenziali e la vitamina C, rappresentano la parte più pregiata del frutto e hanno proprietà digestive, antinausea e aiutano a combattere disturbi lievi del tratto renale, come ad esempio le cistiti.

L’utilizzo del cedro in cucina viene spesso relegato alla preparazione di canditi per preparare i tipici dolci della tradizione del Sud come la Pastiera Napoletana o i Cannoli Siciliani.

In alternativa potrete grattugiarne la scorza per aromatizzare creme al cucchiaio, gelati, sorbetti oppure utilizzarlo per insaporire e rinfrescare il sapore della carne.

Mandarini e Clementine

Spesso confusi tra loro il mandarino e la clementina hanno molte somiglianze quante differenze.

Sono entrambi dei piccoli agrumi ricchi di vitamina C, ma le clementine sono un incrocio tra arance e mandarini e risultano quindi più dolci (anche se a minor contenuto di zuccheri) hanno spicchi privi di semi e la buccia è più spessa e di un colore arancione brillante.

I mandarini invece hanno un sapore più aspro, una buccia sottile e tendente al giallo, ma un sapore più aromatico rispetto alle clementine.

Ugualmente deliziosi da mangiare come fine pasto digestivo, i mandarini e le clementine possono anche essere utilizzati per preparare dei dolcetti dell’ultimo minuto come gli spicchi di Mandarini Ricoperti di Cioccolato oppure per preparare dei profumati dolci lievitati come la Torta di Mandorle e Mandarini.

E dopo aver sbucciato i mandarini, non gettate la buccia, ma sfruttatene tutti gli aromatici oli essenziali per preparare un delizioso Liquore al Mandarino!

Mele

Le mele sono il perfetto alleato quotidiano per la nostra salute. La loro buccia è ricca di pectina (fibra vegetale dalle mille proprietà) e la loro polpa dolce e succosa, ha un’ottima concentrazione di vitamina C e sali minerali tra cui il potassio e il fosforo.

Tra le proprietà delle mele troviamo un’azione antiossidante e proprietà benefiche come quella anti-cancro, ipoglicemica, probiotica e antinfiammatoria.

Ideali da consumare a fine pasto o come spuntino spezza fame durante la giornata, le mele si prestano benissimo anche a diversi usi culinari nei classici dolci da merenda come la Torta di Mele, oppure nei piatti salati per addolcire il sapore di carni o pesce come nella ricetta del Fegato con Mele e Cipolle o dello Strudel Salato di Mele Verdi e Salmone.

Melone Invernale

Il melone invernale è una fonte importante di vitamina A, vitamine del gruppo B e di vitamina C, che lo rendono ricco di sostanze antiossidanti che aiutano il fegato nella sua azione depurativa e contrastano l’invecchiamento cellulare.

Dal sapore fresco che ricorda quello del cetriolo, il melone invernale si caratterizza per una polpa soda e bianca, molto zuccherina. Ideale da consumare a fine pasto o per una fresca merenda, ha anche un alto potere saziante a fronte delle scarsissime calorie (22 kcal per 100 grammi).

Oltre al consumo consueto come frutta di fine pasto, il melone invernale può essere utilizzato anche per preparare sfiziose portate come la nostra rivisitazione invernale del Prosciutto e Melone, con aggiunta di rucola e aceto balsamico, oppure la sfiziosa Insalata di Melone e Anguria.

Limoni

I limoni sono tra gli agrumi con il minor indice glicemico, vista la scarsità di zuccheri presenti nella polpa e nel succo. Il minerale maggiormente presente è sicuramente il potassio, mentre tra le vitamine spicca l’alto contenuto di vitamina C.

Questo, oltre all’azione antiossidante e depurativa, rende i limoni dei perfetti ricostituenti naturali che aiutano l’organismo ad aumentare le difese immunitarie e a moderare i livelli di colesterolo e glicemia nel sangue.

In cucina i limoni vengono largamente utilizzati con fine digestivo o in accompagnamento a piatti corposi come il fritto o la carne, per alleggerirne il sapore e renderlo più fresco.

Il succo di limone è anche un perfetto condimento per le insalate di vario tipo e può diventare uno degli ingredienti principali di una ricetta come nel caso del Pollo al Limone o delle cremose Tagliatelle al Limone.

Se invece volete optare per un dessert leggero approfittando del sapore fresco di questo agrume, date un’occhiata alla nostra raccolta con gli Imperdibili Dolci con il Limone, vorrete provarli tutti!

Pere

Le pere contengono circa l’84% di acqua, a cui si sommano una discreta dose di vitamine (tra cui la C) e una varietà di sali minerali, tra cui spicca maggiormente il potassio, che le rende un ottimo alimento da inserire nella dieta dello sportivo per le sue proprietà remineralizzanti.

Nella buccia delle pere si trova la maggior concentrazione di fibra alimentare, dotata di un elevatissimo potenziale saziante, che aiuta inoltre a modulare l’assorbimento intestinale dei lipidi, prevenendo così eventuali disturbi del tratto intestinale.

Le pere sono un ingrediente fantasioso in cucina perché ideali da inserire in tantissime ricette dal sapore gourmet, ma facili e veloci, che possono risolvervi una cena con ospiti in un lampo, come le Pere al Gorgonzola e Prosciutto Crudo o la Quiche di Pere e Caprino.

E se i bambini proprio non ne vogliono sapere di mangiare la frutta, allora preparategli un dolce e genuino Succo di Pera Fatto in Casa: a questo non sapranno proprio resistere!

Pompelmo

Il pompelmo è un agrume simile ad un’arancia, ma più grande e di colore giallo oppure rosa a seconda della varietà. Il suo sapore è aspro e leggermente amarognolo, ma il suo apporto nutrizionale risulta ottimo poiché ricco di acqua, vitamina C e antiossidanti.

Tra le proprietà del pompelmo troviamo l’azione digestiva, il rafforzamento delle difese immunitarie, la riduzione del colesterolo e la prevenzione nell’insorgenza del diabete di tipo II.

Il sapore del pompelmo non sempre è gradito a tutti e se anche voi faticate a mangiarlo, potrete impiegarlo in associazione ad altra frutta esotica per preparare dei rinfrescanti Succhi di Frutta, oppure ripiegare sul pompelmo rosa, un ibrido creato dalla fusione tra arancia e pompelmo, caratterizzato da un sapore meno acidulo e amaro, con il quale creare anche dei deliziosi dessert come la Crostata Meringata al Pompelmo Rosa.

Tutto ciò che accade tra i fornelli è pura magia! Sono un'instancabile sperimentatrice, alla ricerca di nuovi modi per interpretare la cucina nostrana e non solo. Tra ricette della tradizione e innovative fusion di sapori, percorriamo insieme un viaggio in grado di stuzzicare i palati e non solo...